BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna la giornata nazionale delle persone down

Domenica 10 ottobre si svolger?? la giornata dedicata alle persone down. Sabato 9 ?? in programma un concerto benefico dei "Aut.Min.Rock", la band degli Ospedali Riuniti.

Più informazioni su

Torna anche quest’anno, domenica 10 ottobre, l’ormai consueto appuntamento con la Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down, organizzata dalla sezione bergamasca dell’Associazione Italiana Persone Down (Aipd) e dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down) e che vede come testimonial di questa edizione l’attrice Veronica Pivetti.
Saranno 42 i gazebi allestiti sia a Bergamo (sul Sentierone, nell’ambito dei “Mercatanti in Fiera” e in Borgo santa Caterina,guarda dove sono gli altri) che in diversi comuni della Provincia
organizzati dai genitori e volontari della sezione bergamasca, dove verrà offerto – oltre al materiale informativo sulla sindrome di Down – una tavoletta di cioccolato, a forma di lettera, del commercio equo e solidale in cambio di un contributo, al fine di sostenere concretamente i progetti dell’Associazione. Ma si potrà acquistare anche miele, vino e diversi gadgets.
Inoltre , sabato 9 ottobre alle 20.30 al Cinema san Pietro di Ponte san Pietro, è in programma un concerto dei “Aut.Min.Rock”, la band composta da chirurghi e anestesisti degli Ospedali Riuniti di Bergamo: l’incasso della serata sarà devoluto a Aipd Bergamo per i progetti dedicati alle persone con sindrome di down (ingresso offerta minima, 10 euro; ragazzi fino a 20 anni, 5 euro. Prevendita alla sede di Aipd Bergamo, via Borgo Santa Caterina 1, tel: 035-222238)
Il CoorDown ha scelto l’integrazione scolastica come tema fondamentale della campagna di sensibilizzazione per il 2010. L’obiettivo principale della giornata nazionale è quello di promuovere l’integrazione scolastica delle persone con sindrome di Down.
“L’inclusione scolastica nelle classi normali – sottolinea il Coordinamento nazionale – , è un percorso imprescindibile: gli alunni con sindrome di Down vanno a scuola per socializzare, apprendere e acquisire tutte le capacità, le competenze e gli strumenti indispensabili per conquistare una piena autonomia nella vita quotidiana e per poter poi avere delle concrete possibilità di accesso al mondo del lavoro. Oggi, in Italia, oltre 180.000 bambini con disabilità sono iscritti alle scuole ordinarie. L’inclusione non riguarda solo i bambini con disabilità e il loro diritto allo studio, ma coinvolge anche le loro famiglie e tutti gli altri alunni, che hanno così modo di conoscere le persone con disabilità e di confrontarsi con la ricchezza della diversità. Per non tradire questo primato culturale, e per non disilludere i progressi culturali, la scuola italiana deve imporsi un cambiamento di rotta rispetto ai forti tagli di bilancio e alle decurtazioni di organico che negli ultimi tempi hanno fortemente penalizzato gli alunni disabili”. Perché per sviluppare al meglio le proprie potenzialità gli alunni con sindrome di Down hanno bisogno di classi non numerose e di sufficienti insegnanti di sostegno qualificati.
Lo slogan, ormai fisso, della Giornata Nazionale – +1 vale uno – vuol significare che è un cromosoma in più a determinare la caratteristica genetica delle persone con sindrome di Down e che +1 vale uno è un invito al rispetto e alla conoscenza della diversità, per scoprire e riconoscere il valore di ognuno in quanto persona. Le persone con sindrome di Down sono in grado di avere una propria identità e degli affetti, di praticare lo sport anche in forma agonistica, di portare avanti con soddisfazione lo studio e il lavoro: meritano di essere messe alla prova e di avere le stesse opportunità di chiunque altro. E la Giornata Nazionale vuole sensibilizzare l’opinione pubblica per creare una nuova cultura che superi i pregiudizi e luoghi comuni che ancora accompagnano le persone con sindrome di Down.
Per info: Aipd Bergamo, via Borgo santa Caterina 1, tel: 035-222238;  www.aipdbergamo.it.

Bergamo – L’INIZIATIVA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.