BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In arrivo “I Giorni del Melgotto”

Da giovedì 7 a domenica 10 il tipico mais spinato sarà il protagonista dell'iniziativa. Domenica 9 in piazza si potrà gustare una novità gastronomica, la "Spinata di Gandino".

Il Melgotto scende in piazza a Gandino. Per quattro giorni – “I giorni del melgotto”, appunto, da giovedì 7 a domenica 10 il tipico mais spinato di Gandino sarà al centro di un programma ricco di iniziative e tradizioni.
Gandino è infatti, nella storia del mais, il primo paese in Lombardia dove venne coltivato il masi per la prima volta e dove quindi fu preparata la prima polenta gialla. Per questo a Gandino stanno lavorando, con la collaborazione di CNR e l’Unità di ricerca per la Maiscoltura di Stezzano, al “progetto Melgotto” ovvero alla selezione conservativa e alla prima produzione del seme di fondazione della varietà autoctona di mais denominata “Spinato di Gandino” per la particolare forma dei chicchi delle pannocchie gandinesi.
Le tradizioni, dunque, saranno al centro di questa manifestazione organizzata dalla Pro Loco e dal Comune di Gandino. Si inizia giovedì 7 con la presentazione in Biblioteca del libro “Così parlavano i nostri padri”, curato da Pietro Gelmi e illustrato da Antonio Rottigni. Contiene migliaia di proverbi e modi di dire, con tanto di traduzione e spiegazione.
Venerdì 8 ottobre si entra nel vivo della manifestazione. Paolo Valoti, presidente provinciale CAI e perito agrario di riferimento per il progetto del CNR,  parlerà di “Lo spinato di Gandino, istruzioni per l’uso”.
Sabato 9 ottobre, alle 16.15, il melgotto sarà protagonista in Piazza Vittorio Veneto. Qui è in programma la "Scartocciatura e la sgranatura delle pannocchie" con i ragazzi delle scuole, ci sarà animazione con il gruppo Baghèt di Casnigo, inoltre Walter Biella presenterà un antico baghèt appartenente alla famiglia Picinali di Gandino che verrà conservato nella Biblioteca Civica e in piazza arriveranno anche “Ciina e Marieta”, una piece teatrale con due comari di paese allestita in dialetto da Bepo Servalli. Poi, merenda per tutti a base di pane garibalda e nutella. Alle 19.15, cena a base di prodotti tipici nelle cantine del convento delle Suore Orsoline di Gandino.
Invito a pagamento (20 euro). Il ricavato sarà devoluto in beneficenza. (Per disponibilità di posti contattare 329.2506228).
Domenica 10 ottobre, in coincidenza della giornata micologica nazionale, ci sarà un’esposizione di funghi per tutto il giorno sotto i portici del Municipio. Alle 11.30 una particolare degustazione, la vera novità della giornata: la Spinata di Gandino, un nuovo prodotto da un impasto a base di farina di Mais Spinato di Gandino che si accompagna a salumi tipici e alla mozzarella di Casnigo. Ma non mancheranno anche assaggi di Polenta di Mais Spinato e funghi porcini proposti dall’Albergo Caffè Centrale di Gandino.
Per info: www.gandino.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.