BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Condanniamo chi offende il sacrificio dei nostri militari”

Il consigliere provinciale Matteo Oriani propone una mozione di solidarietà «alle famiglie dei caduti italiani in Afghanistan e a tutti i militari italiani in missione di pace».

Missioni all’estero, dal Popolo della Libertà di Bergamo arriva una mozione di solidarietà «alle famiglie dei caduti italiani in Afghanistan e a tutti i militari italiani in missione di pace». Ad annunciarlo è il consigliere provinciale Matteo Oriani: «La mozione era in progetto da tempo, dalla morte del Tenente Romani, ma diventa ancora più forte oggi, con 4 nostri soldati uccisi in un’imboscata in Afghanistan – dichiara – Per questo abbiamo cambiato il testo, che impegna il Presidente della Provincia “a rappresentare al Ministro della Difesa il cordoglio del Consiglio Provinciale per tutti i caduti italiani in Afghanistan e a ringraziare tramite il Ministro della Difesa tutti i nostri soldati, impegnati quotidianamente all’estero per la pace e la libertà”».
È anche una questione di linguaggio, spiega Oriani, che implica molto di più: «Smettiamola di chiamarle “missioni di guerra”: qualcuno si ostina a definirle così, e lo fa in maniera interessata. La realtà è che sono missioni di pace, indispensabili per consentire alle istituzioni locali e ai civili stranieri di poter operare con un minimo di sicurezza».
Non sono più tollerabili allora atteggiamenti di vero e proprio oltraggio nei confronti di chi rischia la vita per difendere persone innocenti dalla barbarie: «Episodi come quello del minuto di silenzio allo stadio di Livorno, gli articoli che ironizzano sulla morte del militare italiano definendo la sua fine un “incidente venatorio”, le scritte che ancora, troppo spesso, compaiono sui muri delle nostre città inneggiando ad altre 10, 100, 1000 Nassirya non sono degni di un Paese come il nostro». «Non temo d’essere smentito se sostengo che certi atteggiamenti non sono disgiunti dai continui distinguo di alcune forze politiche che definiscono la missione in Afghanistan “una guerra”», conclude Oriani.
Per questo la mozione propone di condannare «senza se e senza ma ogni atto e dichiarazione irrispettosa e lesiva del sacrificio dei caduti italiani nelle missioni di pace all’estero».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da karajan

    Afghanistan,terra contesa prima dai russi poi dagli americani aiutati da “ALCUNI” lacchè europei e noi in prima linea.Terra contesa per la sua importanza, sia per le sue risorse sia per la sua posizione strategica.I talebani, forse gli unici afghani veramente patrioti,prima presi in giro dai russi e poi dagli americani ed i loro lacchè,si sono incazzati.Noi forse avremmo fatto la stessa cosa, o nò??!! Ora Karzai l’altro lacchè, pensa di venire a patti con loro, PERCHE’? cosa ne pensate voi?

  2. Scritto da Roarr

    Perchè non mandiamo tutti i guerrafondai del governo italiano in missione di pace in Afganistan ?

  3. Scritto da Beppe

    Io condannarei pure chi, fregandosene nonostante 4 militari siano caduti, sta in RUSSIA a festeggiare il compleanno di Putin!!!

    Berlusconi avrebbe fatto meglio ad anticipare il rientro anzichè gozzovigliare presso la corte di ZAR Putin…..ma tant’è

  4. Scritto da Tasslehoff

    Bello leggere di tanta gente e tanti politici che si riempiono la bocca di paroloni, tutti eroi quando la pelle ce la lascia qualcun altro…
    Tutti a parlare di eroi, di sacrificio, quando invece il 90% dei ragazzi che partono per quelle missioni sono meridionali che non hanno altra scelta, o questo o la disoccupazione o la malavita.

    PS: non date soddisfazioni a miserabili troll come “il legionario”, la rete è piena di gente con molto tempo libero e pochi neuroni

  5. Scritto da milly.67

    …LA MAFIA, LA CAMORRA , LA SACRA CORONA UNITA. Cosa cavolo ci fà l’esercito laggiù…chi stà difendendo ?
    La vera GUERRA è quì ed è qui che siamo ATTACCATI ma per combattere le MAFIE bisognerebbe cominciare dal GOVERNO e dalla politica in generale. Vedi mangano (minuscolo) eroe……..

  6. Scritto da Help

    @35 -caro legionario , vedo che sulla libertà di pensiero ti arrendi subito passando alle problematiche di identità sessuale (il fatto che non siano in lingua italiana ti diverte molto ma diverte solo te e non cambia la sostanza). Se questi sono i tuoi argomenti insieme a quelli espressi al @32 ti consiglio di farti aiutare. Sinceramente, puoi farcela.

  7. Scritto da karajan

    Nessuno vuole offendere il loro sacrificio. E’ pura ipocrisia quella di Oriani. Sono morti sul lavoro perchè quello è il mestiere che avevano scelto . Magari a loro interessava di svolgere bene il mestiere,senza sapere che per i nostri ipocriti governanti gli interessi sono ben altri.
    Oriani & co, non fanno altro che gettare polvere negli occhi alla gente.
    E’ un sacrificio da onorare come da onorare sono i morti di tutti i giorni sul lavoro, come hanno scritto tanti.

  8. Scritto da il legionario

    La Russa vuole armare di bombe i nostri aerei, errore più grande non potrebbe fare.
    Dopo le bombe si chiederebbe altro di più invasivo e poi ancora ed ancora.
    O lasciamo che i nostri ragazzi vengano massacrati, oppure combattiamo subito una vera guerra con tutti i mezzi militari a noi disponibili.
    Non invidio La Russa per la sua futura decisione, comunque cosi non si può più restare in Afghanistan, sarebbe suicidio puro per i nostri ragazzi mandati al macello voluto dagli americani.

  9. Scritto da Roberta

    Oriani & co. fanno iniziative anche per i morti del lavoro. L’assessore Zucchi del PDL insieme all’anmil ha previsto ulteriori percorsi di formazione e informazione per prevenire gli infortuni. Percorsi di informazione nelle scuole e sopattutto sono stati potenziati e modificati i controlli per renderli più efficaci. Quindi per chi polemizza prima si informi. Fa meno notizia il lavoro quotidiano di Zucchi, Oriani, Capetti ecc… ma sicuramente produce molto

  10. Scritto da stefano b.

    non si condannano i morti sul lavoro, qualunque esso sia –
    si condannano i datori di lavoro che li hanno cacciati in quel posto!

  11. Scritto da dino

    condivido chi ha scritto che sono come operai morti sul lavoro………..è il loro mestiere………….sanno i loro rischi………non sono certo però felice che sono morti………..

  12. Scritto da TOLSTOJ

    @23 il legionario
    Caro legionario, invece la bandiera della guerra è più viva che mai, e questi 4 ragazzi l’hanno provato sulla loro pelle.
    Lei non si è mai chiesto perché
    1. la maggior parte dei ragazzi che vanno in missione sono meridionali?
    2. una forza internazionale non sia riuscita a sopprimere 4 beduini del deserto armati di kalashnikov dopo 9 anni di combattimenti?
    3. siamo andati solo in Afghanistan e Iraq, quando i kamikaze delle torri gemelle risiedevano in Arabia Saudita?

  13. Scritto da pieneibale di fasistu

    Guarda che il ventennio del “coraggioso fascismo” è passato da un pò, e questo sì è fuorilegge.
    R.I.P. agli Alpini caduti.

  14. Scritto da il legionario

    Uh Uh, quanta xxx rossa su bergamonews, speriamo di incontrarci in qualche benevola e salutare carica di polizia mentre manifestate per chiedere libertà ai vari tiranni del momento sparsi nel mondo.
    Vi aspetto con trepidazione

    (dalla redazione: passi la discutibile ironia che sfiora la violenza, gli apprezzamenti diffamatori no. Per il resto, ampia libertà di pensiero)

  15. Scritto da El Merendeiro

    Oriani pensi al suo PDL che in provincia di Bergamo è a 90° con la Lega, e non ai militari(nonostante sia d’accordo sul rispetto dei caduti)…anche perchè sempre i suoi amici leghisti offendono ogni giorno la “Patria”, denigrano il tricolore…e , a mio parere, con queste cavolate insultano indirettamente tutti quei militari e quelle persone che sono morte in nome e per conto dell’Italia.

  16. Scritto da Pieneibale di fasistu

    @ Hai ragione Beppe. E’ il classico Troll.

  17. Scritto da il legionario

    per pienei….& beppe
    Sie sehen Agaporniden.

    per la redazione
    D’accordo pienamente con voi, ma che la censura sia bipartisan.

  18. Scritto da franco

    sacrificio ??? 1 – loro scelta, nessuno li ha obbligati 2 – condanno il governo che li ha mandati li 3- condanno la lega che non condivide ma per far piacere a silvio tace 4- morti sul lavoro e null’altro

  19. Scritto da piero

    state a casa che è meglio

  20. Scritto da a

    Non sono d’accordo. Questa è una guerra, purtroppo una guerra “giusta” al contrario di quella in Iraq perché è una guerra contro i talebani. Chi muore là muore anche per noi. Capiamola. Chi grida “10-100-1000 Nassirya” o chi fa le cose che si sono viste a Livorno sbaglia di grosso e si qualifica da sé in modo ignominioso. Ma l’utilizzo della retorica purtroppo costituisce uno strumento ancora più fine per strumentaizzare gli avvenimenti… e questo è altrettanto meschino.

  21. Scritto da andrea

    la curva del livorno da che parte sta politicamente?
    chi erano quei personaggi che urlavano 10 100 1000 nassirya?
    chi nelle proteste di piazza bruciava bandiere italiane (e americane e israeliane)?
    MAH!!!!!!!

  22. Scritto da e

    Senta un po’. Ci vada lei, visto che è così fervente.
    Ci sta?
    Ma faccia il piacere, non avete tempo da spendere meglio?

  23. Scritto da grazie

    guerra giusta???…ahaha questa é bella…
    sinceramente non dovrebbero essere li per vari motivi…la loro morte e’ la conseguenza dell’errore del governo italiano a partecipare a questa guerra e dei poveri e ignoranti (perché ignorano) militari
    ovviamente dispiace (ma come dispiace per altre mille cose), ma é inutile piangere adesso.

  24. Scritto da Beppe

    @1 E chi invece inveisce contro l’inno e dice di pulirsi il c… con la bandiera Italiana da che parte sta politicamente?

    MAH!!!!!

  25. Scritto da Beppe

    @3..
    Ehmmmmm fino ad ieri dicevano che era una missione di pace.

    Se è una guerra allora andiamocene, l’Italia per non può fare guerra se non attaccata……

  26. Scritto da Alberto

    A offendere il mio sentimento è chi in momenti così dolorosi non esita a speculare sulle “gesta” ormai d’annata di quattro irresponsabili scalmanati . Da distanze siderali da quelle idee e affermazioni, sono convinto che il dolore e la compassione richiedono misura e rispetto. Cosa vuol contare ? Chi nel cons prov griderebbe quelle frasi ? Ma mi faccia il piacere .

  27. Scritto da Menata

    @ 2 e
    Lo spendete bene voi il tempo con la menata annuale di Impastato

  28. Scritto da Beppe

    @8 Eh si proprio una menata ricordare chi è morto per aver osato ribellarsi contro la mafia…..

    Meglio fare la festa con le salamelle a Pontida, ricordando un ridicolo giuramento avvenuto ieri, 900 anni fa………..

  29. Scritto da kaci

    Per complementare lo sforzo dei caduti servono interventi umanitair culturali per fare crescere lo spazio di libertà altrove. Non si può pensare di sostenere i dattatori da una parte e lottare contro il loro prodotto naturale, l’integralismo.

  30. Scritto da mario59

    @ 8 Menata
    Perchè..ti da fastidio che si tenga alta la memoria di chi per ideale, e non certo per mestiere..ha pagato con la vita, per essersi sempre opposto alla mafia ?

  31. Scritto da esponiamo la bandiera della PACE

    Soldati=violenza=guerra=morte,
    Le missioni di pace con le armi sono UTOPIA !!!!!

    METTETE DEI FIORI NEI VOSTRI CANNONI !!!

  32. Scritto da ARMATEVI E PARTITE.

    Nessuna GUERRA contro la Resistenza di un Popolo,(giusta o sbagliata che sia…)è mai stata vinta da un Esercito regolare. Un Esercito è praticamente impotente contro una Guerriglia ben organizzata. Gli Uomini che abitano l’Afghanistan da Centinaia di Anni Combattono… Non saremo noi Italiani a ” Vincere “!

  33. Scritto da Gaetano Bresci

    Neolingua, Bispensiero.
    La guerra è Pace
    La Libertà è schiavitù
    l’ignoranza è forza.
    (G.Orwell – 1984)

    la memoria un inutile orpello mentale e la storia riscritta a favore del sovrano e dei nuovi fascismi. Basta guerre, basta carne da cannone.

  34. Scritto da ex elettore

    Condanniamo i politici italiani…

  35. Scritto da gigi

    sacrificio ? nessuno li ha obbligati, mi spiace ma li considero come morti sul lavoro . punto.

  36. Scritto da a

    Caro Grazie,
    riditela pure sulla guerra “giusta” ma sappi che tu per un talebano meriti di morire perché sei ateo o cristiano (per loro è lo stesso) e sappi anche che a loro piacerebbe espandersi nel vicino Pakistan (sai che confinano?), mettere le mani sul suo arsenale atomico e tirartelo in testa. Quindi non dare dell’ignorante a chi non ignora queste cose… ma a chi le ignora. Ogni riferimento è puramente casuale…

  37. Scritto da esponiamo la bandiera della PACE

    La Russa sei un guerrafondaio di vecchia data.VERGOGNATI.
    E DIMETTITI.

    METTETE DEI FIORI NEI VOSTRI CANNONI.

  38. Scritto da marco

    La questione è semplice: non è più un esercito di leva, ma un esercito di professionisdti. Chi fa il soldato scelglie di farlo, chi va in Afghanistan sceglie di farlo per un’ingente indennnità di missione. Il soldato di professione che muore un guerra è vittima di un incidente sul lavoro nè più nè meno di un muratore che cade dall’impalcatura. E allora facciamo i minuti di silenzio e i messaggio di cordoglio anche per loro

  39. Scritto da andrea marco

    Oriani, facci un favore..fai silenzio che è meglio. Dici delle cose insensate come tutte quelle che dice il tuo ducetto di Arcore. La guerra in Afghanistan e in Iraq è solo una guerra di interesse degli USA e dei suoi leccapiedi. Sarà un Vietnam per tutti. Quindi torniamo a casa e barricchiamo le spiagge e tutti i confini e teniamo lontani gli extracomunitari e Gheddafi, laggiu’ lasciamo Bush e tutti i guerrafondai.

  40. Scritto da Tuditanus

    In Afghanistan non esiste alcuna missione di pace, esiste una guerra senza strategia e senza scopi dichiarabili.

  41. Scritto da il legionario

    La bandiera della pace ultimo simbolo dello sconfitto vile comunismo che merita di essere bandita con apposito decreto legge.

  42. Scritto da Beppe

    @23 Raga non rispondete al legionario: è semplicemente un “troll”.

  43. Scritto da mario59

    @ 23
    Ho capito che ti piacerebbe riabilitare la croce uncinata…ma che ti piaccia o meno, la realtà è un altra..cioè..la legge vieta i simboli del fascismo e del nazismo..perchè il nostro paese e non solo, il male l’ha conosciuto quando si usavano quei simboli…e guarda caso oggi anche in politica, chi inneggia alle “missioni di pace” con mitra, carri armati e elicotteri d’attacco..sono personaggi politicamente a destra..come lo sono stati, mussolini e hitler..due pericolosi guerrafondai.

  44. Scritto da Vittorio

    ESPONIAMO ALLA FINESTRE LA BANDIERA DELLA PACE ,CONTRO LE GUERRE ,LA FAME ,LA XENOFOBIA,IL RAZZISMO,L’INTOLLERANZA.

  45. Scritto da Gaziantep

    Droni, elicotteri supertecnologici, missili teleguidati, aviazione micidiale, blindati superpotenti, armi di precisione, arresti e torture di massa (di cui nessuno parla) eppure la coalizione sta perdendo la guerra e soprattutto ha destabilizzato il Pakistan, vicino alla guerra civile e a rischio di regime islamista. E quelli hanno l’atomica. Altrettanto in Iraq dove il sud del paese, sciita, è di fatto in mano all’Iran. Da 60 anni gli americani non vincono una guerra.

  46. Scritto da Un pò di decoro

    Assoluto rispetto per il sacrificio di questi ragazzi, però Oriani stia almeno zitto, come dovrebbero fare tutti quelli che a suo tempo hanno sostenuto bush nei suoi disastri economici e militari.
    A proposito, si rilegga i titoli dell’epoca del vostro “grande giornalista” feltri . Da pelle d’oca insieme alle sue armi di distruzione di massa .
    Oltre 100.000 morti civili, uomini,donne ,anziani e bambini e la totale destabilizzazione della zona. Complimenti.

  47. Scritto da PIPPO1907

    una mozione anche per tutti quelli che muoiono sul posto di lavoro non ci sono morti di serie A e di serie B !!!