BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Studenti in corteo contro i tagli alla scuola

In novanta città italiane gli studenti sono scesi in strada per protestare contro la Riforma e la politica che penalizza la scuola pubblica. A Milano sfilano in 10.000

Più informazioni su

In piazza contro i tagli della Gelmini. In novanta città italiane i ragazzi si sono dati appuntamento per lanciare il proprio urlo di protesta. In Lombardia, il corteo principale è partito da largo Cairoli a Milano organizzato dal coordinamento dei collettivi studenteschi. Manifestazioni sono in corso anche a Bergamo e a Brescia. Circa 20 mila, secondo gli organizzatori, le persone scese in piazza nel capoluogo lombardo, principalmente studenti dei vari istituti superiori di Milano, ma anche docenti precari, che hanno aderito alla manifestazione.

Quella di oggi si annuncia essere la prima di una serie di proteste contro la Riforma della scuola e i tagli. Il 13 ottobre si fermerà il personale non docente con contratti co.co.co. aderente a Felsa-Cisl, Nidil-Cgil e Uil Cpo. Il 15 ottobre toccherà ai docenti e Ata vicini ai Cobas. Il 16 le associazioni studentesche si uniranno alla protesta di Fiom-Cgil. Il 3 novembre protesteranno gli iscritti all’Anief, gli educatori in formazione che nel giorno dell’ennesimo sciopero generale si ritroveranno a Roma davanti al ministero
.


L’Unione degli Studenti, tra gli organizzatori, sfila con lo slogan "
Chi apre una scuola chiude una prigione".

Ai cortei partecipano anche le rappresentanze dei genitori,  dei lavoratori della scuola, dei precari e degli studenti universitari. Un’ora di sciopero é stata indetta anche dalla Flc-Cgil; l’Unicobas manifesterà insieme agli studenti e ai coordinamenti dei precari di tutta Italia

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.