BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Promossi in tecnica della bigiata”

??Una cosa ?? certa: promossi in teoria e tecnica della bigiata??: scherza Alessandro Sorte, vice capogruppo del PdL in Consiglio Provinciale.

Più informazioni su

«Una cosa è certa: promossi in teoria e tecnica della bigiata»: ci scherza su Alessandro Sorte, vice capogruppo del Popolo della Libertà in Consiglio Provinciale. Il corteo anti-Gelmini a Bergamo non ha, per l’esponente del PDL, un vero significato politico: «Ai tempi io mi fingevo malato – confessa Sorte – Mi tocca constatare che di generazione in generazione migliora la creatività nell’inventare “giustifiche”».
«Insomma, diciamocela tutta: a parte forse qualche testa pensante che viene dalle fila della sinistra studentesca, il resto dei manifestanti ha trovato una buona scusa per saltare le lezioni e magari qualche interrogazione scomoda dando una parvenza nobile alla propria assenza strategica», chiosa il consigliere PDL. Nuovi orizzonti della bigiata, quindi? Pare proprio di sì: «Niente di scandaloso, né tantomeno una novità: è sempre successo – ammette – Però non mi si dica che la cosa ha davvero a che fare con un ragionamento serio sul futuro della scuola».
Battute a parte, Sorte si dichiara infatti certo che la maggior parte di coloro che vivono sul serio la scuola riuscirà a cogliere gli elementi positivi della riforma: «Dubito che ci sia vera consapevolezza fra chi è in piazza su quello che è in atto nel mondo dell’istruzione – dichiara Sorte – La riforma introdotta dal Ministro Gelmini non ha niente di catastrofico, come dichiarano i manifestanti, ma porta la scuola su un cammino più europeo, proponendo anche soluzioni che, nel tempo, assorbiranno gli ormai insostenibili livelli di precariato».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ex studente

    Alla manifestazione c’erano 100 studenti contro la riforma Gelmini.
    3000?? Molto probabilmente ha ragione Sorte quando dice che pur di saltare scuola si trovano tutti i modi!
    L’analisi di Sorte rispecchia senza dubbi la verità.

  2. Scritto da povera scuola

    Dai…siamo onesti, esistono buoni professori e cattivi professori. Di sicuro la struttura scolastica di oggi voluta dalla sinistra ( premia il demerito) non aiuta a far diventare i nostri asinelli almeno in muli. Anzi fa diventare i nostri cavalli di razza (professori e studenti) muli!
    Di incapaci ce nè piena l’aria! Io se non sono capace di fare il mio lavoro vengo licenziato (giustamente)! Allora diamo la facoltà ai dirigenti scolastici di licenziare i professori incapaci.

  3. Scritto da Brignanese

    Mia figlia deveva iniziare l’universita’ il 30 settembre ,poi il 4 ottobre adesso ( forse ) il 18 ottobre questo perche’ non ci sono i professori
    come mai??????????? forse sono di sinistra
    Ogni tanto anche lui a bisogno di farsi sentire

  4. Scritto da rf

    E’ curioso notare come tutti quelli che ciarlano a caso della scuola di oggi, senza evidentemente conoscerla, scrivono mostrando strafalcioni grammaticali inverecondi. Evidentemente caro “povera scuola” hai avuto pessimi professori o forse hai semplicemente goduto anche tu del “premio al demerito” visto che si scrive “ce n’è”, o non “ce nè”. Di che ti lamenti? Ringrazia il cielo che ti hanno dato un diploma e hai potuto lavorare. I ragazzi di oggi con la tua cultura saranno dei disoccupati.

  5. Scritto da rf

    Caro Sorte nella scuola ci sono persone, anche tra gli studenti, molto più serie, motivate e capaci di quante probabilmente ce ne sono tra le fila dei politici. Quella che chiamate riforma è una chiara operazione di tagli generalizzati che ha il solo scopo effettivo di mettere in difficoltà le persone di cui sopra nello svolgere al meglio il proprio lavoro e il proprio servizio pubblico. Dovreste avere il buon gusto almeno del silenzio e smetterla di fare disinformazione e propaganda.

  6. Scritto da Pippo

    sorte ha prorpio ragione

  7. Scritto da birillo

    che strano sentir dire da un giovane le cose che mi diceva mio padre.! Per fortuna ci sono ancora giovani che non si sono fatti anestetizzare!

  8. Scritto da stefano b.

    @the rich @alessandro
    utilizzare bene il cervello cosa vuol dire?
    stare zitti sullo sfacelo della scuola?
    15 anni che governate e siete asserviti agli industriali.
    dalla vostra scuola usciranno dei bravi robot, muti, e che non alzano la testa, e se si ammaleranno verranno sostituiti.
    ribadisco, la dignità è una virtù dei forti, il servilismo un carattere dei compiacenti.
    quando non c’è istruzione c’è dittaura (socrate)
    la vostra non è una scuola che forma esseri umani ma servi, bergamaschi doc.

  9. Scritto da Cippalippa

    Beh, se tremila e più studenti hanno imparato questa tecnica direi che la manifestazione è andata benissimo. Se poi provasse a chiedere a questi ragazzi cosa ne sanno e cosa ne pensano della riforma sarebbe ancora meglio!

  10. Scritto da finalmente

    E’ la santa verità!!!

  11. Scritto da Andrea

    bhe si bravi a bigiare come chi dovrebbe stare in parlamento ogni giorno ma….

  12. Scritto da kia

    si esatto, non ci sono altre spiegazioni

  13. Scritto da indignato

    ha ragione Sorte, ormai i giovani manifestanti scioperano per saltare un giorno di scuola piuttosto che per tematiche serie..basti pensare alla ludicità delle manifestazioni degli ultimi anni, musica e spinelli. niente di più

  14. Scritto da Il Morig

    E’ la pura e semplice verità: agli studenti in realtà non è fregato niente della manifestazione in. Agli studenti è interessato saltare l’interrogazione, la verifica, o le sei ore di lezione. Come se non bastasse, non hanno fatto altro che “rallentare” il programma a discapito dei più bravi, che invece a scuola ci vanno seriamente: per imparare, e per studiare. Le scuole superiori NON sono le scuole dell’obbligo. Chi non vuole seguire le lezioni, e vuole creare disagi, stia a casa.

  15. Scritto da Patrizio

    Sorte parla di una riforma che porta la scuola a livelli europei !!!
    Forse non vivo in Italia allora ..perchè quello che vedo è un livello da terzo o quarto mondo !
    Altra grande affermazione : tremila studenti che bigiano tutti insieme ..Ma per favore , Sorte guardi in faccia alla realtà !!!

  16. Scritto da gianpaolo

    sante parole… quando si tratta di andare contro il governo o, più semplicemente, saltare la scuola gli studenti sono pronti a tutto….

  17. Scritto da Marco

    Parole sante!!! La maggior parte degli studenti non sapeva neanche chi fosse la Gelmini!!

  18. Scritto da rassegnato

    manifestazione completamente priva di contenuti… ops, ma che dico? “manifestazione”? non è degna di essere chiamata tale..

  19. Scritto da gigi

    Sorte non doveva neanche fingersi malato come dice, tanto ha fatto le private dai preti sin dalle elementari! bastava pagare e via! poi viene a farci la morale sulla scuola pubblica!

  20. Scritto da chiara

    alla fin fine è stata solo una grande pagliacciata… sorte ha colto nel segno

  21. Scritto da @6 e... soci

    …non sapevo attingessi direttamente alla Sacra Fonte della “Verità”.
    Wow….!

  22. Scritto da Cora

    Ogni scusa è buona per non andare a scuola…..vorrei vedere se TUTTI quelli che non sono andati a scuola siano poi andati veramente a manifestare…..la maggior parte sarà stata a casa a dormire….era chiaramente un pretesto!

  23. Scritto da w albà

    @gigi se tu fossi andato da suore o preti probabilmene saresti ancora in prima elementare a forza di bacchettate….

  24. Scritto da C.

    Cammino europeo?? Ma stiamo scherzando? Secondo loro togliendo soldi e risorse la scuola migliora , no? E poi, tutti i tremila studenti sarebbero scesi in piazza solo per saltare la giornata scomoda, non perchè preoccupati dello stato attuale della scuola?
    Non diciamo assurdità e sopratutto non generalizziamo

  25. Scritto da lele

    chissà quando si avrà il coraggio di riconoscere che anche le persone tra i 15 e i 18 anni possono avere una coscienza politica..

  26. Scritto da stefano b.

    bel commento sorte!
    voi siete campioni in tecnica di cosa?
    in servilismo, cortigianismo, abusivismo, evasionismo fiscale, paradisismo fiscale, meretricismo, concubinismo, procaccismo sessuale, parculi..mo, magna magnismo,
    leggi ad personamismo, populismo, celodurismo, furbismo, superficialismo, meschinismo, adulismo, convenientismo, subdolismo, nepotismo, affarismo, baciapilismo, bigottismo, parzialismo, dossierismo, finanziametismo illecito, schiavismo…
    ovvero “berlusconismo”. Dignità???

  27. Scritto da Enzo

    Direi bravo Alessandro, mandare in piazza migliaia di studenti che ignorano completamente i motivi della protesta è un buon modo per attaccare un ministro che sta facendo un grande lavoro di rinnovamento, un coraggioso tentativo di svecchiare la scuola e l’università italiana, soffocate da lobby e famiglie di professori che si succedono da generazioni.

  28. Scritto da milly.67

    @ 18 SEI UN GRANDE !!! SORTE IL BUON ESEMPIO DEVE VENIRE DAI NOSTRI CARI PARLAMENTARI !!! VEDIAMO QUANTO PRENDI AL MESE E SOPRATTUTTO SE TE LO MERITI…….

  29. Scritto da marilena

    uno che si è diplomato ragioniere al collegio degli angeli di treviglio conosce molto bene la realtà della scuola pubblica! In campagna elettorale si è vantato tanto di aver portato i militari a bergamo facendo pressioni su la russa: da uno così non ci si può aspettare giudizi diversi sui giovani studenti. E pensare che ha solo 26 anni…

  30. Scritto da G V

    Provare imparare cosa vule dire insegnare
    Provare a studiare
    Quando ero studente il professore sapeva insegnare,e lo studente
    doveva studiare.
    A forza di proteste tra poco per fare il ( magut ) ci vorra la laurea.
    Confrontatevi con i vostri colleghi europei e poi vergognatevi se avete
    dignita

  31. Scritto da M.M.

    E te sciura Marilena cönta sö la tò età e la tò qualifica, dato chè tè ö giüdicà i otèr!

  32. Scritto da Alessandro

    Bravo, bisogna finirla con il finto moralismo. Siamo stati tutti, e qualcuno ancora lo è, giovani, le abbiamo fatte più o meno tutti queste esperienze. Ciò che è inammissibile è la strumentalizzazione che la Sinistra, a corto di idee e progetti, mette in campo sfruttando i nostri giovani. E’ ora di dire BASTA!

  33. Scritto da marilena

    per 23 M:M: mi sono diplomata ragioniera in una scuola statale e anche ai miei tempi qualche sciopero si faceva. Il mio giudizio si riferiva al fatto che chi non ha frequentato la scuola pubblica dovrebbe pensarci bene prima di criticarla e poi i militari a bergamo a chi servono? Tutto qui, non capisco la sua osservazione.

  34. Scritto da silvio

    Sorte va a laura . Lasa per la scola le mia ol to campo.

  35. Scritto da THE RICH

    Concordo pienamente con quello che hai scritto alessandro, ti stimo e condivido sempre il tuo pensiero.
    Gli studenti devono smetterla di protestare solo per il semplice gusto di saltare le lezioni e sopratutto devono smetterla di seguire 4 menti manovrate dai centri sociali.
    Un consiglio cari studenti informatevi bene e utilizzate il cervello.