BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il federalismo incassa un nuovo traguardo

Il Consiglio dei Ministri ha approvato uno schema di decreto legislativo sul federalismo fiscale e sui costi standard per la sanità

Più informazioni su

Il Consiglio dei Ministri ha approvato uno schema di decreto legislativo sul federalismo fiscale e sui costi standard per la sanità e la Lega incassa un’altro tassello nella sua sua lotta politica.
La riforma prevede una diversa modulazione delle imposte a cui le regioni attingono per finanziarsi: Irpef, Irap e Iva (rispettivamente sulle persone fisiche, sulle imprese sui consumi). Le regioni dovrebbero arrivare ad ottenere da Irpef e Iva quello che finora ricevono come trasferimenti dallo stato centrale. 
Ma sarà soprattutto l’addizionale Irpef a sostituire i trasferimenti erogati dallo Stato alle regioni per l’esercizio delle proprie competenze. “A decorrere dall’anno 2012 – si legge infatti nel testo – l’addizionale regionale all’Irpef è rideterminata con decreto del presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro per le riforme per il federalismo e con il Ministro per i rapporti con le regioni, da adottare entro il 30 giugno 2011, sentita la Conferenza Stato-Regioni, in modo tale da assicurare al complesso delle Regioni a statuto ordinario entrate corrispondenti ai trasferimenti statali soppressi» in base al decreto. Le regioni potranno infatti decidere a partire dal 2013 un aumento dell’addizionale Irpef, che non potrà però superare alcuni tetti: l’incremento massimo potrà essere dello 0,5% nel 2013, dell’1,1% nel 2014 e del 2,1% nel 2015”.
Il testo approvato ieri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.