BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I nuovi ricercatori presentati dal Nobel Chalfie fotogallery

Molto ricco il programma odierno del festival: è proprio nei fine settimana che la rassegna prevede la maggior parte degli eventi.

Molto ricco il programma di BergamoScienza per venerdì 8 ottobre: è proprio nei fine settimana che la rassegna prevede la maggior parte degli eventi.
Alle 10 e alle 21, allo spazio ALT Arte Contemporanea di Alzano Lombardo, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Ilio HR”, con la regia di Alberto Salvi. Ilio HR è una rivisitazione Hard Rock dell’Iliade di Omero, presentata in uno spazio scenico non convenzionale: lo spazio ALT è infatti una ex fabbrica Italcementi, in cui l’elemento teatrale si accosterà a scienza e tecnologia. Lo spettacolo delle 10 sarà riservato alle scuole, mentre alle 21 sarà aperto ai privati.
Dedicata alle scuole anche la conferenza “La lumaca, la mandorla e il cavalluccio marino”, in programma alle 10 all’Istituto Superiore Lorenzo Lotto di Trescore Balneario. Dagli albori degli studi sul cervello umano fino alle più recenti scoperte in campo medico, si studieranno i processi che regolano memoria ed emozioni.
Alle 16, al Teatro Sociale di Città Alta, verranno proclamati i nuovi Dottori di ricerca formati dall’Università degli studi di Bergamo. Il rettore Stefano Paleari interverrà assieme a Martin Chalfie, Nobel per la Chimica e ospite d’onore di BergamoScienza, Gianpietro Cossali, prorettore alla ricerca dell’Università di Bergamo, e Lucio Cassia, del comitato scientifico di BergamoScienza.
Alle 17, al Credito Bergamasco di via San Francesco d’Assisi, sarà proposta la conferenza “Lorenzo Lotto invisibile: la ricerca scientifica oltre il restauro”. Verranno illustrate le scelte operative attuate dal team di esperti che ha restaurato le opere dell’artista. I risultati del lavoro permetteranno di osservare i dipinti del Lotto sotto una luce nuova e inattesa.
Alle 18.30, all’Urban Center di Piazzale Alpini, si terrà l’incontro “Lo scienziato, questo sconosciuto”. I ricercatori del Centro Interdisciplinare Materiali e Interfacce Nanostrutturati (CIMAINA) dell’Università degli Studi di Milano, assieme agli esperti del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, cercheranno di rispondere a questioni come la definizione di “nanotecnologie”, il potenziale e i rischi loro connessi, la loro funzione nella nostra vita futura.
Alle 20.30, alla Sala Curò di Città Alta, si parlerà di carnivori: la conferenza “Quattro secoli con lupi e orsi in bergamasca” tratterà del difficile rapporto tra questi animali selvatici e l’uomo, che ha condotto, negli ultimi due secoli, alla completa scomparsa di lupi e orsi dal territorio orobico.
Alle 21, al Teatro Sociale di Città Alta, Thomas Francis Banchoff interverrà alla conferenza “Oltre la terza dimensione”. Banchoff, matematico della Brown University, realizzò negli anni settanta il modello geometrico dell’ipercubo: questa struttura, grazie alle proprietà fisiche della luce, si sviluppa su una dimensione successiva rispetto alla terza, e ha quindi rivoluzionato le nostre conoscenze sulla quarta dimensione.
Per il programma completo della manifestazione, consultare il sito www.bergamoscienza.it.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.