BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Strachitunt Dop, riconoscimento a fine mese

Il ministro Galan ha comunicato che la riunione di pubblico accertamento per il riconoscimento è stata fissata al 29 ottobre.

Più informazioni su

Dopo l’audizione di mercoledì presso l’ex Borsa Merci, passaggio fondamentale per l’iter di riconoscimento della nuova Doc “Colleoni”, arriva un’altra buona notizia per i prodotti tipici bergamaschi. E a portarla è Gregorio Fontana, deputato del Popolo della Libertà: «Su mia sollecitazione, il Ministro Galan mi ha comunicato che la riunione di pubblico accertamento per il riconoscimento dello Strachitunt Dop è stata fissata al 29 ottobre». Il Ministro, rivela Fontana, «sta monitorando da vicino le pratiche burocratiche che nei mesi scorsi hanno rallentato la procedura».
«Mi auguro che non ci siano tentativi strumentali dall’esterno per bloccare l’iter», aggiunge Fontana. Mancherebbero quindi poche battute per arrivare al riconoscimento della denominazione. A seguito dell’istruttoria a livello nazionale e alla luce del parere favorevole della Regione Lombardia, è stata redatta una proposta di disciplinare di produzione della denominazione: proprio nella seduta del 29 verrà data lettura del documento. A quel punto, non resteranno che la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
«Così come per il Colleoni Doc, anche per lo Strachitunt ho seguito l’iter passo passo, segnalando al Ministro Galan l’importanza della questione per evitare che le pratiche si perdessero nella macchina del Ministero – spiega il deputato del PDL – A questo punto, come auspicato, dovremmo essere in tempo per annunciare il riconoscimento della Dop durante la Sagra dello Strachitunt a Pizzino il 31 ottobre».
Grande la soddisfazione di Fontana per il risultato raggiunto: «Una bella notizia che arriva proprio nell’Anno Internazionale della Biodiversità proclamato dall’ONU per proteggere le differenze genetiche delle specie viventi. Si tratta di una grandissima opportunità per valorizzare i prodotti della nostra terra, soprattutto in vista dell’Expo del 2015, che arriverà in Lombardia con l’ambizione di portare il massimo d’attenzione all’alimentazione».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.