BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seminario sulle novit?? del Project financing

Il Consorzio Costruire Abitare Futuro propone per venerd?? una giornata di studi su: Project Financing - partenariato pubblico privato, nuove opportunit??.

Più informazioni su

Venerdì 8 ottobre, dalle 9 alle 13.30 all’Aula Magna della Scuola Edile Bergamasca di Seriate si terrà un Seminario organizzato dal Consorzio Costruire Abitare Futuro e patrocinato dalla Provincia di Bergamo, dal Comune di Bergamo e dal Comune di Seriate , dal titolo
Project Financing – partenariato pubblico privato, nuove opportunità per la realizzazione delle opere pubbliche.
L’iniziativa, che fa seguito a quella sul tema dell’Housing Sociale, organizzata sempre dal Consorzio e, tenutasi nella medesima sede lo scorso 14 aprile, intende approfondire con l’aiuto di relatori esperti, il tema del Partenariato Pubblico Privato (PPP) per la realizzazione delle opere pubbliche infrastrutturali, nella consapevolezza che, nei prossimi anni, tale sinergia è destinata ad essere sempre più necessaria e decisiva, soprattutto in relazione alla crisi economica – finanziaria che attanaglia il nostro Paese.

Programma
9,00 Registrazione partecipanti.
9,30 Apertura dei lavori: Giacomo Cavalleri – Presidente Consorzio Costruire Abitare Futuro.
9,45 Avv. Sergio Cereda – Studio Legale Associato Radice & Cereda, Milano-Roma: “project financing, nuove opportunità per la realizzazione delle opere pubbliche dopo il terzo correttivo al Codice dei Contratti”.
10,30 Dr. Gianluca Nardone – Società KCity, Milano: “L’importanza strategica del Piano economico – finanziario nelle operazioni di project financing” e di Social Housing.
10,45 Coffee break.
11,15 Dr. Massimo Pollini – Revisore Contabile – Consulente ANCI: “L’impatto del project financing sulla programmazione e sui bilanci degli enti”.
11,45 Ing. Marcello Bottazzi – Consulente Direzione Tecnica AON S.p.A Insurance Brokers: “L’importanza fondamentale del trasferimento del rischio nel project financing”.
12,00 Avv. Domenico Segreti – Studio Legale Associato Radice & Cereda, Milano-Roma:
“L’applicazione del project financing in Lombardia”.
12,15 Esperienze:
• Arch. Pietro Foresti – Dirigente del Settore LL. PP. del Comune di Bergamo:
“L’esperienza del Comune di Bergamo”;
• Rag. Orietta Truffelli – Revisore Contabile – Vice Sindaco del Comune di Travagliato (BS): “Un’opera realizzata con il “Leasing in costruendo”;
12,45 Dibattito
13,15 Buffet
Moderatore: Dr. Matteo Cavalleri
Consorzio Costruire Abitare Futuro
Coordinamento : Livio Ruffinoni

Spiega il presidente del Consorzio Giacomo Cavalleri: storicamente la realizzazione delle opere pubbliche è sempre stata in capo alle Pubbliche Amministrazioni competenti le quali, dal punto di vista finanziario, vi hanno provveduto e vi provvedono con i tradizionali strumenti a loro disposizione:
• mezzi ordinari di bilancio quali: oneri di urbanizzazione, avanzo economico e avanzo di amministrazione;
• disponibilità straordinarie derivanti da alienazioni patrimoniali;
• mutui con la Cassa Depositi e Prestiti o altri Istituti di credito;
• emissione di obbligazioni e altri titoli di debito pubblico quali BOC, BOP, ecc.;
• contributi in conto capitale dello Stato, della Regione e di altri Enti, derivanti da provvedimenti speciali e settoriali;
• fondi europei.
Negli ultimi anni, anche a causa delle crescenti difficoltà della finanza pubblica e grazie all’aggiornamento della normativa di settore, alle Pubbliche Amministrazioni si affiancano sempre di più e in un ruolo sinergico, i privati, nell’ambito dei cosiddetti “Piani Integrati d’intervento” (sotto forma di compensazioni) o attraverso il ricorso a nuovi e duttili strumenti operativi, già sperimentati da tempo in altri paesi europei.
Uno di questi strumenti innovativi per finanziare le opere pubbliche si è rivelato quello del Project Financing (P.F.) o Finanza di Progetto.
Il Project Financing rappresenta senza dubbio lo strumento maggiormente utilizzato quale miglior valida alternativa al finanziamento pubblico puro, proponendo una necessaria e funzionale commistione tra “pubblico” e “privato”, alleviando i problemi che attanagliano i bilanci degli enti, tenuti al rispetto dei vincoli imposti dal “patto di stabilità interno”, con il risultato di un notevole impulso alla progettazione e realizzazione di opere particolarmente onerose.
Il Project Financing è utile soprattutto per la costruzione e gestione di tutte le opere suscettibili di successivo sfruttamento economico quali, strade a pedaggio, parcheggi, piscine, centri sportivi, centri polifunzionali, programmi edilizi, edilizia socio-sanitaria, cimiteri, porti, riqualificazioni urbane, produzione di energia elettrica e termica, igiene urbana, ecc.
L’attività di Project Financing in generale riguarda le opere cosiddette “calde” (opere che hanno una rilevanza imprenditoriale e i cui costi di investimento possono essere, in toto o nella quasi totalità, ammortizzati con i flussi di cassa derivanti dalla gestione economica dell’infrastruttura e, quindi, non necessitano dell’intervento finanziario pubblico). Per le opere cosiddette “tiepide” (opere che hanno una rilevanza imprenditoriale, suscettibili di produrre una redditività futura, ma non in grado di coprire, in un tempo ragionevole, l’ammontare del costo di costruzione dell’opera e che, quindi, necessitano di una contribuzione pubblica).
A seguito dell’adozione del terzo decreto correttivo (D.Lgs. n. 152/08) al Codice degli Appalti (D.Lgs. 163/2006), con il quale il legislatore è intervenuto sulla materia “stravolgendo” l’intero impianto della complessa operazione di Project Financing, le Amministrazioni aggiudicatrici ora risultano assegnatarie di un più ampio spazio di scelta in ordine al modello operativo e alla procedura utilizzabile per la realizzazione e la gestione delle future infrastrutture di interesse generale.
Tramite questo Seminario, Costruire Abitare Futuro si propone di approfondire le implicazioni normative ed economico-finanziarie di questo innovativo strumento con l’aiuto di relatori esperti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.