BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Metodo Boffo” per la Marcegaglia? Blitz al Giornale di Feltri

Perquisizioni anche nelle abitazioni di alcuni giornalisti del quotidiano sospettati di preparare dossier. I provvedimenti sono stati disposti dalla Procura di Napoli per presunte minacce alla presidente di Confindustria.

Più informazioni su

Anche la presidente di Confindustria ha rischiato di subire il cosiddetto "metodo Boffo" ideato da Vittorio Feltri? Perquisizioni nella sede de ‘Il Giornale’ e nelle abitazioni di alcuni giornalisti del quotidiano milanese sono state effettuate giovedì mattina su disposizione della Procura di Napoli nell’ambito di una inchiesta su presunte minacce a Emma Marcegaglia, attraverso la raccolta di un dossier riguardante il presidente della Confindustria, dopo che l’imprenditrice aveva formulato critiche nei confronti del Governo.
I decreti di perquisizione sono stati emessi dai pm Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock e vistati dal procuratore Giovandomenico Lepore. L’ipotesi di reato formulata dai magistrati è di concorso in violenza privata. L’indagine sarebbe scaturita da alcune intercettazioni disposte nell’ambito di una diversa inchiesta condotta dai magistrati partenopei. Dalle conversazioni e da un sms sarebbe emersa la presunta intenzione di una campagna di stampa nei confronti della Marcegaglia.
Le dichiarazioni di Emma Marcegaglia contro l’esecutivo, secondo gli inquirenti, avrebbero messo in moto un’attività di dossieraggio da parte di alcuni giornalisti. Una "fabbrica del fango", secondo gli investigatori, simile alla campagna di stampa condotta nell’estate 2009 contro il direttore di Avvenire, Dino Boffo, costretto poi a dare le dimissioni, mentre l’allora direttore del Giornale, Vittorio Feltri, subì una sospensione di sei mesi dall’Ordine dei giornalisti. 
Di particolare rilievo, secondo i magistrati, l’sms inviato il 16 settembre dal vicedirettore Porro a Rinaldo Arpisella, responsabile dei rapporti con la stampa della Marcecaglia: "Ciao Rinaldo domani super pezzo giudiziario sugli affari della family Marcecaglia".
Pochi minuti dopo intercorre una telefonata tra i due. Porro: "…adesso ci divertiamo, per venti giorni romperemo il cazzo alla Marcecaglia come pochi al mondo!". Aggiungendo che non si trattava di uno scherzo e di aver "spostato i segugi da Montecarlo a Mantova" con riferimento – spiegano i pm – alla città centro di riferimento degli interessi economici e familiari del presidente di Confindustria.
Gli inquirenti registrano poi una telefonata in cui Arpisella chiede a un responsabile delle relazioni esterne di Mediaset un intervento di Confalonieri. In un colloquio successivo, il responsabile Mediaset parla dell’avvenuto intervento del presidente di Mediaset presso "Il Giornale" e del fatto che la Marcecaglia lo aveva poi ringraziato.
Nel decreto viene poi riportato un passaggio di un’altra telefonata, del 22 settembre, tra Porro e Arpisella. Il giornalista: "…dobbiamo trovare un accordo perché se no non si finisce più qui…la signora se vuole gestire i rapporti con noi deve saper gestire...quello che cercavo di dirti è che dobbiamo cercare di capire come disinnescare in maniera reciprocamente vantaggiosa, vantaggiosa nel senso diciamo delle notizie delle informazioni della collaborazione no…".
Emma Marcegaglia viene interrogata dai pm il 5 ottobre in qualità di "persona informata dei fatti". Un passaggio della sua testimonianza è riportato nel decreto di perquisizione eseguito oggi. "Dopo il racconto che Arpisella mi fece – dichiara la Marcecaglia – ho sicuramente percepito ‘l’avvertimento’ come un rischio reale e concreto per la mia persona e per la mia immagine. Tanto reale e concreto che effettivamente ci mettemmo, anzi mi misi personalmente, in contatto con Confalonieri".
"Il Giornale e il suo giornalista – aggiunge il leader degli industriali – hanno tentato di costringermi a cambiare il mio atteggiamento nei confronti del Giornale stesso concedendo interviste che, per la verità, io sul Giornale almeno recentemente non avevo fatto… Non mi era mai capitata una cosa simile…che un quotidiano ovvero qualsivoglia altro giornale tentasse di coartare la mia volontà con queste modalità per ottenere un’intervista, ovvero in conseguenza di dichiarazioni precedentemente rilasciate".
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da oraziococlite

    Che il blog voglia orientare le menti tipoMarilena ,Cuin ,Cortinovis ,Andrea et altri qui sopra, verso profili tipicamente antidestra ,nel caso costoro non ci arrivassero da soli ,cosa alquanto difficile visti gli orientamenti ,basta vedere come la redazione, per paura di dimenticarsene ,abbia scritto due volte l’articolo.Nonostante le ripetutute dichiarazioni del direttore ,questo dimostra se mai ce ne fosse stato bisogno il carattere sinistroide di questo giornale e la mancanza di obiettività.

  2. Scritto da la redazione

    Caro Orazio, al di là di averla già beccata a raccontare cose false, la riptezione è un evidente errore. Il titolo di apertura è dedicato alla posizione di Feltri, del quale abbiamo anche riportato il video. Lei è intriso di pregiudizio fino al midollo. Da mesi non fa altrro che suonare il medesimo disco, a dispetto dei fatti e della verità. Si fatica ad accettare lettori del suo livello di disonestà intellettuale, ma chi crede nella democrazia deve accettarlo. Siamo comunisti, ma anomali. Il gulag per lei preferiamo evitarlo. Da vivo, ci fa sorridere di più.

  3. Scritto da pieropaia

    woodkooc o come cavolo si scrive
    ha rotto le p… se solo dovesse risarcire di tasca propria tutti i processi che ha avviato le persone che ha rovinato indagandole e sbattendole in galera come criminali che poi sono risultati innocenti solo pe rfinire sui giornali non gli basterebbe lavorare tre vite…
    è ridicolo… che su certe intercettazioni si monti casi, e poi la marcegaglia un po le p… le ha rotte… e come ogni ricco non indaghiamo come hanno fatto i soldi se no altro che dosie

  4. Scritto da LITTLE TONI (1)

    Se colpiscono Belpietro allora bisogna abbassare i TONI, perchè “criminalizzando le persone, si armano le mani di qualcuno” (come dicono tutti, da maroni in giù).
    @38 pieropaia @36 Cosa seria
    Ma volete capire che non sono i PM che sbattono in galera le persone? Smettetela di credere alle favole. I PM avviano le indagini e il procuratore decide se proseguire o meno. In questo caso il procuratore è LEPORE quello che ha avviato il processo contro Bassolino & C. per i rifiuti a Napoli. (segue)

  5. Scritto da LITTLE TONI (2)

    Scusate, ma voi come lo chiamate il fatto di chiamare qualcuno e dirgli “o stai zitto o pubblico uno scandalo su di te”, se non ricatto?
    A proposito di Woodcock: Il 18.03.2004 il Ministro Castelli avviò un procedimento disciplinare contro W., la commissione disciplinare del CSM ha prosciolto il PM. Castelli lo ha impugnato davanti alla Cassazione che ha prosciolto Woodcock ed ha condannato il Ministro al pagamento delle spese processuali. Anche Feltri fu condannato per diffamazione il 2.06.2002

  6. Scritto da LITTLE TONI (3)

    @pieropaia
    Per quanto riguarda su “come ogni ricco non indaghiamo come hanno fatto i soldi” (come scrive lei, alla faccia dell’italiano), potremmo indagare su come ha fatto i soldi Berlusconi.
    In realtà La Padania del 19.08.1998 riporta tutte le prove sulla provenienza mafiosa dei soldi di Berlusconi (la Banca Rasini, “la Banca di Cosa Nostra a Milano” come la chiamava il BOSS(I) e le società legate a Dell’Utri). Però adesso nessun leghista si ricorda del passato dell’alleato fedele.

  7. Scritto da VITTORIO

    Berlusconi IN GABBIA..ORA ..SUBITO.!!!

  8. Scritto da igp

    Il popolo delle libertà, il partito dell’amore: sarà mica la rinascita del partito sovietico? Saranno mica comunisti?

  9. Scritto da angelo

    Fatti due conti, tutto sommato lo stipendio di feltri non è poi così alto, visto il cecchinaggio a cui è costretto quotidianamente.

  10. Scritto da resistere resistere resistere

    forza giudici

  11. Scritto da giustizialista

    Avanti giudici……….Metaforicamente……..Con il cappio al collo…Questa volta a quelli che lo esibirono 17 anni fa a motecitorio,lega -pdl-& company.!

  12. Scritto da Cosa seria

    Ah, c’è in ballo Henry John Woodcock: Allora è una cosa seria

  13. Scritto da ZIO BEPPE

    Spero di tutto il cuore che qualcuno il prima possible adotti un “METODO BOFFO” per FELTRI, sarei curioso di vedere la sua faccia e soprattutto sarei curioso di vedere criticare il “METODO BOFFO” da lui stesso adottato….ah, già dimenticavo solo in ITALIA c’è una legge definita porcata dal suo stesso autore….

  14. Scritto da ziobob

    A questo punto la vera notizia non è la ripetuta applicazione del cosiddetto “metodo Boffo”, bensì cercare di indovinare chi sarà il prossimo … La scelta è troppo ampia, basta pensare a tutti quelli che osano criticare il capo …

  15. Scritto da feltriboffato

    E qualcuno forse ancora si sorprende? Mentre attendiamo ulteriori notizie sull’attentatone subito dall’esimio Belpietro (e sarebbe il secondo attentato fantasma denunciato dall’agente di scorta…..), non ci servivano certo queste indagini per scoprire che tali quotidiani sono una fabbrica di “fango” o meglio “m….a” da sparare contro gli avversari politici di chi paga gli stipendi. La cosa fu denunciata da Montanelli gia’ all’entrata di B. in politica e da allora questa è la realtà. Che pena

  16. Scritto da Libertà di opinione e stampa

    Sono invece curioso di sapere cosa ne pensa l’ordine dei giornalisti e soprattutto se qualcuno scenderà in piazza. Libertà di stampa ma solo se è quella di sinistra. E poi Woodcock, ancora lui, non vince un dibattimento da quando ha la laurea! Ps. Boffo è stato condannato e ha patteggiato la pena. I vertici del vaticano e della cei l’hanno sostituito di buon grado. Il metodo è solo nella vostra testa. L’unico errore riconosciuto da Feltri è la velina con gusti sessuali non perseguibili. Punto.

  17. Scritto da rino

    era ora! chi di scoop ferisce…

  18. Scritto da roby

    ah adesso capiamo perche’ l’infeltrito si e’ dimesso da direttore responsabile, ha gettato il sasso e adesso nasconde la mano, che eleganza !

  19. Scritto da che Burloni...

    No no scherzavano,alcuni SMS fra Amiconi cosi per passare un po di Tempo… senza secondi fini…

  20. Scritto da rf

    Feltri: la vergogna di Bergamo.

  21. Scritto da Sergente Gunny

    WOODCOCK CHII????? AH, ALLORA HO CAPITO TUTTO……….

  22. Scritto da zio beppe

    @4 : Sul caso Boffo La ricostruzione dei fatti descritti nella nota, oggi posso dire, non corrisponde al contenuto degli atti processuali queste sono le parole di Feltri datate 4 dicembre 2009 :-) qualcosa non mi torna
    Lo stesso Woodcock è stata attaccato da Feltri e Castelli hanno provato ad attaccarlo, ma hanno perso la loro causa per diffamazione (cosa non rara per il povero Feltri..)

  23. Scritto da Calmino

    @7 – Sergente Gunny , solo dopo che conoscerai i fatti potrai capire . Come tutti.

  24. Scritto da a

    Gli stessi metodi del KGB e della Stasi.

  25. Scritto da Corona for President.

    Io alle prossime Elezioni voto Corona Fabrizio,tanto l’é stés…!

  26. Scritto da Beppe

    @4 Provare ad informarsi prima di scrivere??
    Boffo non è stato affatto condannato, Feltri ha ricostruito la vicenda solo da una lettera anonima ricevuta.
    Feltri ha poi ammesso di aver dato troppo credito a quella lettera….

  27. Scritto da Libera stampa in...

    E,chissa quanti per paura di leggere un Articoletto”ad Personam”su di essi,stanno zittini e non fanno opposizioni al nostro Governo di Piduisti Pitréisti etc etc…

  28. Scritto da Beppe

    @10
    Azz allora è vero che è regime!!!
    Fino a ieri i destri dicevano non era vero…….

  29. Scritto da barba

    Ahahahaha
    woodcock…. poveraccio, ma c’è ancora?
    Dopo la figuraccia col Principe pensavo l’avessero trasferito a copiare in bella calligrafia le multe elevate a chi fa fare la cacca al cane per strada.

    @Feltri, Sallusti: portate pazienza.

  30. Scritto da Commissione d'inchiesta

    Ma da chi è partita l’inchiesta?
    Dal solito impareggiabole Henry John Woodcock.
    Dopo la figura da cioccolataio fatta con l’attempato Vittorio Emanuele, ora ci riprova con un’altro Vittorio: Vittorio Feltri.
    Son questi i magistrati che tutelano la giustizia in Italia?
    Ha ragione Silvio, commissione parlamentare d’inchiesta per questi personaggi.

  31. Scritto da liebertà di stampa...non di dossieraggio!

    @4…. proprip così….. questa è la libertà di stampa che vuole la sinistra!!!…. essere liberi di pubblicare quello che vuoi….poi se è falso o se ci sono reati in quello che fai e pubblichi ne rispondi…. invece il vostro B. pretendeva di vietare le pubblicazioni di tutto…. proibendo così di pubblicare anche le cose vere (e peraltro già “pubbliche” perchè atti accessibili) e per le quali nessun giornalista sta compiendo nessun reato!….

  32. Scritto da ...il metodo Boffo non è giornalismo...è dossieraggio

    ..sempre @4…. e poi a woodsotck i processi li hanno levati! quelli che ha portato avanti lui sono arrivati a sentenza con condanne. Molti però li hanno trasferiti ad altre procure (vedi quello del re (immaginario)… dove come d’incanto i processi si bloccano, ma pensa te!
    E se lui ha scoperto un troiaio (VERO!) con le intercettazioni…..si dovrebbero vergognare gli intercettati non chi pubblica le intercettazioni!!!.. Altro conto è pubblicare cose false ed inventate (vedi metodo Boffo)…

  33. Scritto da www.idvseriate.it

    “Il Giornale e il suo giornalista – aggiunge il leader degli industriali – hanno tentato di costringermi a cambiare il mio atteggiamento nei confronti del Giornale stesso …”

    Il giornale del padrone del Popolo della Liberta’ di “dossieraggio”, adotta metodi estremamente “democratici”, chissa’ se hanno qualcosa anche sulla Lega???

  34. Scritto da ureidacan

    E’ incredibile! Anni fa mai avrei immaginato!
    M come? Sallusti e Porro ricattanola Marcecaglia”per conto” del governo, il Pm chiede al Gip di effettuare una perquisizione per la ricerca del corpo del reato, il Gip lo concede ed ora si attaccano i magistrati che avrebbero attentato alla libertà di stampa!

  35. Scritto da Marco

    Sono solidale con Il Giornale, non si può nemmeno più ricattare in pace…alla Corona per intenderci
    (lo stile sempre elegante e raffinato è il medesimo)
    Mi schiererò sempre a fianco dei giornalisti,
    dei giornalisti appunto un po’ meno dei ventriloqui.
    Auguri per il processo.

  36. Scritto da Osco

    x20
    ce l’ hanno , ce l’ hanno , eccome , “qualcosa” sulla lega ……
    al momento buono ………….

  37. Scritto da grazie

    chi supporta questo schifo merita solo una cosa…

    ora serve una risposta

  38. Scritto da REDS 65

    Mi sa che il “buon” Feltri si merita il BAMBA della settimana, anzi dell’anno !

  39. Scritto da Sergente Gunny

    WOODSTOCK CHI???? MA E’ QUELLO DEL CORONA???….AHHHHH AHH AHH AHH AH AH

  40. Scritto da anonimo veneziano

    Siamo allo stato di polizia comandato da alcuni PM contro i nemici di sempre.
    Intercettare i giornalisti è la fine della libera stampa, intercettare solo alcuni giornalisti è un tentativo di golpe per fare fuori gli avversari.
    In Italia le intercettazioni sono usate da tempo quasi solo contro una fazione, a fine di golpe bianco: questo ne è un chiaro, ulteriore esempio.

    Silvio Berlusconi ha purtroppo ragione.

  41. Scritto da "Non col vento"

    Ora la ciurmaglia e la plebe che osanna e circonda il nostro “nanetto” imprecherà contro il solito complotto pluto-giudaico-massonico!
    Magari……

  42. Scritto da grazie

    anonimo veneziano sei vergognoso…

  43. Scritto da scaccomattoagliitaliani

    Gli pseudogiornalEsti e compari creano talmente confusione nell’italiano medio che nessuno sa piu’ distinguere la verita’ dalla menzogna. Cosi’ facendo ottengono ottimi risultati per chi li paga: 1) Tenere sotto scacco amici e avversari politici (ubbidite se no vi sbatto in piazza) 2) Ricattare apertamente chi osa non “allinearsi” 3) Nascondere verita’ scottanti (vedi cricche, tv, e conflitti di interesse) 4) non temere le verità “scottanti” sul proprio conto (nessuno crede piu’ a nulla).