BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Appalto da rifare, slitta il restauro della stazione fotogallery

Nessuna delle 19 offerte pervenute a Centostazioni è stata ritenuta idonea, motivo per cui la gara è stata sospesa e rinviata. L'inizio dei lavori slitta di qualche mese.

Più informazioni su

Slitta di qualche mese l’inizio dei lavori di restyling della stazione di Bergamo. L’apertura del cantiere, atteso da anni, era prevista entro dicembre, come annunciato dalla società e dal Comune durante la settimana della Mobilità. Nessuna delle 19 offerte pervenute a Centostazioni è stata ritenuta idonea, motivo per cui la gara è stata sospesa e rinviata.
Nei prossimi giorni il bando dovrebbe essere ripubblicato con la modifica di alcuni requisiti richiesti. Una brutta notizia per l’amministrazione, che aveva posto il restauro della stazione tra i cinque punti fondamentali da attuare entro la fine del 2010 (leggi l’intervista a Tentorio). “Centostazioni (Gruppo FS), in quanto stazione appaltante, ha deciso di non procedere all’aggiudicazione per inadeguatezza delle offerte pervenute dalle ditte partecipanti rispetto ai requisiti richiesti – si legge nella nota inviata dalla società – Prevediamo comunque di appaltare i lavori entro l’anno”. Una delle soluzioni per cercare di evitare tempi biblici potrebbe essere il ricorso al codice dei contratti che prevede che "gli enti aggiudicatori possano ricorrere ad una procedura senza previa indizione di gara nei seguenti casi: quando in risposta a una procedura con indizione di una gara non sia pervenuta alcuna offerta o alcuna offerta appropriata”. In questo modo si eviterebbe la ripubblicazione del bando.
Nello specifico i lavori prevedono l’ampliamento dell’atrio centrale con lo spostamento della biglietteria nell’ala sinistra del fabbricato, la creazione di un nuovo collegamento con il sottopasso, la restituzione dell’originaria facciata al piazzale con il ripristino delle arcate originarie e la sotituzione degli elementi architettonici non originali, nuovi servizi igienici, abbattimento delle barriere archietettoniche con l’inserimento di un ascensore nell’atrio ed infine l’inserimento di un sistema telecamere a circuito chiuso per incrementare la sicurezza dei passeggeri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Osco

    Ah , bhè , ma tanto ci si rifarà con le notti bianche …..
    ..
    ;-P

  2. Scritto da Alberto

    Siamo proprio in Italia.
    Senza troppe colpe per l’amministrazione comunale, fra le 19 aziende rimaste non era più presente quella, amica di Centostazioni, a cui “doveva” andare il lavoro.
    Adesso via con una bella trattativa privata per dare l’appalto a chi meglio gli garba, scavalcando la gara d’appalto.
    La meglio mafia. Siamo proprio in Italia…

  3. Scritto da p.t.

    Traduzione pratica di quello che è successo /succederà:
    19 Imprese (qualcuna anche di livello nazionale) hanno presentato la loro proposta tecnica (si badi bene NON il progetto, ma la proposta di varianti) e per Centostazioni nessuna era tecnicamente valida….
    Tradotto: ora non faranno più un bando pubblico ma inviteranno solo 2/3 imprese loro amiche / sodali e tra questo troveranno magicamente una a cui affidare i lavori…..
    CHE SCHIFO!

  4. Scritto da Giovanni

    Scusate ma la colpa è del Comune se delle 19 proposte nessuna è stata ritenuta valida da Centostazioni?? Ma fatemi il piacere

  5. Scritto da bgdoc

    Amministrazione un po sfigata? Sono saltati, in ordine sparso: Accademia Guardia di Finanza, Sala Museale, Astino, Sede della Provincia, restauro del Carmine, sistemazione campo Utili, sottopasso nuovo ospedale; rinviati a data da destinarsi S.Agata, restauro Teatro Donizetti, risalita città alta, parcheggio città alta, collegamento Fiera- Bgo Palazzo, collegamento con Orio, palazzetto dello sport, sistemazione piscine …

  6. Scritto da Cittadino

    Lo trovo semplicemente scandaloso. Basta !

  7. Scritto da 81

    Che tristezza! siamo sempre alle solite!!! VERGOGNA!!!

  8. Scritto da Gaziantep

    Il comune è allo sfacelo: opere pubbliche importanti vicine allo zero, capacità di programmazione opere non parliamone neppure, sicurezza limitata alla rapina dei mendicanti (il sequestro delle elemosine) eventi culturali limitati e di parte, assistenza sociale ridotta all’osso, urbanistica allo sbando… Si reggono nel silenzio solo grazie al giornale della curia e alla insipienza di una opposizione imbelle.

  9. Scritto da Quarantenne

    Qualche mese….ah ah ah ah !!

  10. Scritto da sororesa...

    dove non fa Tentorio ci pensano le Fs, centostazioni….
    bravo Tentorio, bravo bravo….ma a te interessa solo lo stadio

  11. Scritto da Leo

    Altra telenovela come per il sottopasso della stazione…
    altri 50 anni di attesa?
    Quanto sono bravi a non decidere!

  12. Scritto da carlo

    Il Vescovo vada a benedire Palazzo Frizzoni. Ospedale allagato, sottopasso rinviato, il restauro della stazione che slitta. Tutto in pochi giorni. La sfiga regna sovrana.

  13. Scritto da Alberto

    Una storia infinita, ridicola e offensiva per tutti i cittadini. Tra ristrutturazione della stazione e lo spostamento dello scalo merci si discute da oltre vent’anni senza arrivare alla soluzione. Troveranno ancora altri cavilli per spostare ulteriormente la soluzione dei problemi. Povera Bergamo, così bistrattata !

  14. Scritto da guarda come gongola

    ma dai, carlo 4, abbiamo la MOVIDAAA.
    Guarda come gongola anche l’eco oggi!

  15. Scritto da Dilettanti

    Dilettanti allo sbaraglio, questi amministratori della cosa pubblica!

  16. Scritto da giorgio57

    Avevo commentato: 30 anni per mettere delle tettoie di vetro ad uno schifo di edificio. Pardon, non riescono a fare nemmeno quello.
    Mia figlia è tornata da Milano ieri sera; il treno delle 23,35 da Milano è partito alle 0,15 ed è arrivato alle 1,15.
    Ci vuole una rivoluzione per ribaltare questo paese.

  17. Scritto da gabriele

    ah ecco era un sogno. brusco risveglio!!!

    certo se poi i punti fondamentali li pagano altri, altri decidono, il Comune aspetta e spera….come noi tutti oramai

  18. Scritto da Mah !

    Ma come è possibile ?!?!?