BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A fine ottobre la sosta a pagamento “anti-studenti”

Nei prossimi giorni l’amministrazione comunicherà il vincitore che avrà il compito di regolare la sosta di 273 posti auto, i primi a pagamento nella città dell’hinterland.

Più informazioni su

Entreranno in funzione verso la fine di ottobre i nuovi parcometri installati nel centro di Dalmine. Giovedì sono state aperte le quattro buste con le offerte delle quattro ditte che hanno partecipato al bando di gestione dei parcheggi. Nei prossimi giorni l’amministrazione comunicherà il vincitore che avrà il compito di regolare la sosta di 273 posti auto, i primi a pagamento nella città dell’hinterland. Se l’esperimento funzionerà, il Comune non esclude che i parcheggi blu vengano estesi. All’annuncio della sperimentazione non mancarono polemiche, soprattutto tra gli studenti dell’università di Ingegneria, che lanciarono una raccolta firme per chiedere all’amministrazione di fare dietrofront. “Abbiamo incontrato gli studenti – spiega il comandante dei vigili Aniello Amatruda – ed è stata trovata una soluzione che sembra soddisfare tutti: gli universitari possono parcheggiare nel piazzale del mercato, mentre il giovedì i parcheggi davanti all’università saranno gratuiti. Più di così non si può fare”. E anche accusa l’amministrazione di voler far cassa, il comandante replica secco. “Si tratta di 60 centesimi all’ora per 273 posti, niente di eclatante. Secondo le nostre stime più rosee il Comune potrà incassare al massimo 60 mila euro l’anno, più o meno quanto serve per la manutenzione dei parcheggi e la segnaletica”. Anche l’assessore Valerio Bolognini, che qualche mese fa non risparmiò critiche alla presa di posizione degli universitari, sostiene che la soluzione trovata sia quella ideale. “Riteniamo di non mettere a repentaglio gli spazi pubblici. Verificheremo che l’esperimento funzioni, in caso contrario apporteremo modifiche”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Glocka

    @ 4 : credi che ci divertiamo all’università? studiare ingegneria è come un lavoro, oltretutto non retribuito, somaro.

  2. Scritto da x

    Approfittarne degli studenti dell’ Università per fare cassa, è SCANDALOSO! VERGOGNA! ANDATE A MILANO!!!

  3. Scritto da Beppe

    Quando si accetta di accogliere l”università, si ricevono bebefici economici dovuti all’imponenete movimento di persone che spendono sul territorio.
    In cambio, però, caro Sindaco del NON FARE, bisognerebbe poteziare progressivamente le infrastrutture (parcheggi e anche alloggi comunali da affittare agli Studenti)….

  4. Scritto da cipollotto

    Sindaco Terzi, se ne vada,
    no ha portato nulla a Dalmine,
    a parte i proclami leghisti, la chiusura degli sportelli, il suo fare supponente, il suo disinteresse al mancato spostamento del casello A4, e per uiltimo le strisce blu, chissa’ perche’ non le ha fatte verdi?

  5. Scritto da DARIO ZAPPA

    ooooooooo ma la smettete andate all’università e pretendete di parcheggiare in modo selvaggio dove volete ? se parcheggiate pagate !!!!!! non potete condizzionare un quartiere per i vostri comodi

  6. Scritto da o__o

    @ 4: condizzionare??? vai alle elementari a ripassare l’italiano!

  7. Scritto da 4meno

    @4
    gia dalle elementari “condizzionare” non ha le doppie

  8. Scritto da studentedalmine

    venite con i mezzi dalla bassa…
    adesso tutti andranno a Milano o Brescia…
    tanto bene gli sta a Dalmine, comune che non ha mai fatto niente per l’università…

    ha solo dei vigili molto efficienti….

  9. Scritto da VedettaLombarda

    BG NEWS …

    va bene la “libertà” di stampa ma fare titoli per creare polemiche è altra cosa, “anti-studenti” ?!?!

  10. Scritto da diego61

    la prima motivazione era : parcheggi a pagamento per aumentare il turn over: sarebbe bastato il disco orario. Soluzioni garantiste dei residenti (parcheggi riservati) ce n’erano molte. La realtà e che dopo aver aumentato tutto l’aumentabile ( tarsu, tariffe,ecc) raschiano il fondo del barile( occhio alle multe) 60.000 euro annui sono tanti per un’amministrazione che dal suo insediamento non ha nemmeno tappato le buche nelle strade, ma messo i cartelli in dialetto sì. Questione di prorità.

  11. Scritto da c.zap.

    Cara vedetta Lombarda, lei che è persona molto informata sui fatti, sa che la polemica c’è e non è creata da un titolo di giornale. I parcheggi a pagamento sono stati istituiti proprio per evitare le lunghe soste degli universitari. Il Comune l’ha detto apertamente più volte. Il titolo sintetizza il concetto. Non nascondiamoci dietro un dito. Grazie.

  12. Scritto da X

    100 anni fa Dalmine è nata come città operaia, di persone poco colte e con mente molto ristretta… Oggi 2010 , passato un secolo nonostante i mezzi per erudirsi vi ritroviamo la stessa situazione…. NESSUN PASSO AVANTI DA ALLORA! CHE TRISTEZZA….. Dalmine non merita l’università tantomeno i soldi degli studenti.

  13. Scritto da Rob

    Che schifo… io chiederei il cambio di sede. Si vede che Dalmine non ha bisogno di un’università. Andate al Politecnico!

  14. Scritto da zio beppe

    Alla fine gli studenti di Dalmine avranno lo stesso trattamento degli studenti di Città Alta….diranno i parcheggi ci sono, i mezzi ci sono…

  15. Scritto da Dalmine non è un albergo

    60.000 euro all’anno per la manutenzione dei cartelli e della segnaletica??? ma il Comune di Dalmine non si vergogna di pagare una cifra simile? La gente fa fatica a tirare a fine mese e il Comune di Dalmine sperpera 60.000 euro. Ma è davvero accettabile nonostante i Bandi di Gara che vengano richieste cifre di questo tipo? Agghiacciante.