BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Siliprandi: “Bugie e mezze verità del sindaco Borghi”

La consigliera Patrizia Siliprandi smentisce il sindaco sulla variazione del Prg per l'ex cava Vailata: "Presentato nel 2007 un ordine del giorno in tal senso bocciato dalla maggioranza".

Più informazioni su

La consigliera trevigliese Patrizia Siliprandi (Lega) smentisce il sindaco Ariella Borghi sulla variazione del Piano regolatore nella zone dell’ex cava Vailata: "Noi abbiamo presentato nel 2007 un ordine del giorno in tal senso bocciato dalla maggioranza di centrosinistra"

C’è un’etica anche in politica, neppure in campagna elettorale dovrebbe essere consentito tentare di raccontare falsità ai cittadini arrampicandosi sugli specchi e negando persino l’evidenza dei fatti.
Come può la sindaca Borghi asserire che la proposta di variazione del Piano regolatore avanzata da me e dalla Lega tre anni fa non esiste?
E’ un ordine del giorno regolarmente protocollato e dibattuto nel consiglio comunale del 25 ottobre 2007 e ancora consultabile su sito del Comune nel link “Verbali di Consiglio comunale”. L’Odg in questione è al punto n.6, pag. 25 ed è titolato: ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIERA SILIPRANDI IN MATERIA DI DOCUMENTO PRELIMINARE PER IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO –
Un ordine del giorno che, se approvato, avrebbe messo la pietra tombale sull’ipotesi di discarica nella ex cava della Vailata. Invece, la maggioranza di centro sinistra compatta, sindaca in testa, ha votato contro, bocciandola.
E anche sul Pgt, la sindaca racconta mezze verità – quelle che le fanno comodo ovviamente – come asserire che nel Piano l’area della cava è destinata ad attrezzature sportive. Ma come è possibile se il Pgt è ancora a livello propositivo, ben lungi dall’essere approvato?
Troppo facile poi creare l’equivoco che negli uffici dell’urbanistica del Comune non c’è traccia di varianti, è ovvio che sia così visto che la proposta non è stata approvata!
Qui, l’unica che scarica ad arte le responsabilità è la sindaca Borghi e lo fa raccontando il falso: sostenendo di non essere a conoscenza di nessuna proposta di variazione di destinazione d’uso dell’area e cercando di spostare l’attenzione sulla Provincia il cui parere politico non ha alcun valore pratico. La sindaca sa bene che l’unico che può cambiare la futura destinazione di quell’area è il Comune di Treviglio attraverso il Piano di governo del territorio e solo in seguito la Provincia sarà chiamata ad esprimere un parere di compatibilità col Piano territoriale di coordinamento provinciale.
Se la sindaca e la sua maggioranza avessero approvato la variante proposta dalla Lega tre anni fa, ora il problema discarica non si porrebbe neppure.
Infine è il Comune di Treviglio che è il socio di riferimento di Sabb non altri e non è affatto vero che i sindaci leghisti vogliono l’amianto, basti pensare – uno su tutti- alla battaglia contro la discarica intrapresa dal sindaco leghista di Calvenzano.
Quello che invece la Borghi non chiarisce è la sua posizione in Sabb visto che non concede i verbali delle sedute del Consiglio di amministrazione in cui lei siede come prima azionista.
Noi della Lega li abbiamo richiesti più volte e non ottenendoli abbiamo fatto ricorso al Prefetto il quale ha ingiunto al sindaco di renderli pubblici. Ad oggi però la Borghi si ostina a non consegnare i documenti richiesti se non con delle parti cancellate.
Che sia lei ad avere qualcosa da nascondere ai cittadini?

Patrizia Siliprandi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ingenuo

    @ 18 – che sia una “dannata minoranza” è una sua affermazione, ripeto: come può un “socio di maggioranza relativa” non essere in possesso di documenti come i verbali del cda, credo che convenga che è una grave carenza visto che non si tratta di una polisportiva nè del club della briscola.

  2. Scritto da GIO

    BRAVO INGENUO !
    la spartizione e’ partitica sia in sabb sia in team – ancorche’ il privato sia al 51% in quest’ultima – ; vi e’ in entrambe una maggioranza chiamiamola a targa PD se si verificano i nomi dei vari consiglieri di amministrazione e collegio sindacale. Se si voleva fermare l’ operazione discarica su tale sito, Treviglio aveva sicuramente voce in capitolo , … ma ad oggi in consulenze … incarichi cda e collegio sindacale quanto sara’ costata la Team alle casse pubbliche ??!!!

  3. Scritto da Giopì

    Sai GIO che è da tempo che la discarica la stanno riempiendo… di balle!!!, quelle che questi amministratori raccontano ai Trevigliesi pensando di avere a che fare con dei poveri allocchi. Non si sono ancora resi conto che fra pochi mesi li manderanno a casa, con la speranza che nel frattempo non continuino a fare danni lasciando una pesante eredità a 28.900 (circa) persone. Amen.

  4. Scritto da Ingenuo

    Ma la Saab, socio al 49%, era all’oscuro della richiesta di Team alla regione per fare la discarica di amianto? Se così non fosse come è possibile che l’amministrazione Borghi, socio di maggioranza in Saab, non sapesse nulla e non si sia opposta all’epoca? Se non si ha voce in capitolo che cosa ci stai a fare in consiglio di amministrazione? Boh!!

  5. Scritto da Analogia

    A proposito di S. Francesco sapete come finisce la parabola del lupo? Dopo avere ammansito il lupo disse: « Frate lupo io prometto di farti dare gli alimenti ogni giorno, finchè vivrai, dagli uomini di queste terre, sicchè non patirai più la fame». Il lupo alzò la zampa anteriore e, in segno di fede, la pose nella mano del Santo, che la strinse felice e sorridente, fra lo sbalordimento e le lacrime dei presenti. Da quel giorno la bestia, ammansita, entrava nelle case e riceveva cibo abbondante.

  6. Scritto da di castità

    l’ex sindaco Minuti presidente di Cogeide si è candidato, autonomamente, alla carica di sindaco a Treviglio nel 2011, con una lista civica i cui componenti sono under 30. I bene informati vociferano che prossimamente un’altra lista civica, a sostegno di Minuti, verrà messa in campo. Questo signore prima deve risolvere il problema dell’acqua inquinata che vende ai trevigliesi. Se non risolve questo problema Minuti di voti a Treviglio può prendere solo quelli di castità

  7. Scritto da Samuel

    @ 10 – Lei dice “l’amministrazione Borghi socio di maggioranza in sabb” , mi può spiegare questo copia e incolla che le faccio dal sito del Comune di Treviglio ? :
    “La SABB, Servizi Ambientali Bassa Bergamasca, con sede in Treviglio, viale Oriano 18, è una società per azioni della quale il Comune di Treviglio detiene il 14,89%.” Aspetto.

  8. Scritto da Giuseppe

    @12 -Divertente , solo che la sua è un’illazione . Guardi invece che bello bolle in pentola a bergamo
    https://www.bergamonews.it/bergamo/articolo.php?id=32171

  9. Scritto da Ringo che Ringhia

    non dubitare Ringo che Ringhia, sui temi ambientali e sul Pgt i trevigliesi hanno capito che nemmeno di voi si possono fidare!!!

  10. Scritto da Ingenuo

    Caro Samuel, lei ha capito benissimo che si tratta di maggioranza relativa, ma questo non sminuisce il ruolo in un cda e, soprattutto, cosa ancora più grave, non deve impedire di fornire i verbali completi ad un consigliere comunale che ne ha pienamente diritto; gli omissis o i verbali segretati per un amministratore pubblico non esistono.

  11. Scritto da GIO

    LA FATTIBILITA’ DI UNA DISCARICA DI AMIANTO E’ STATA ESPRESSAMENTE RICHIESTA DALLA GIUNTA BORGHI..IN PRECEDENZA L’ITER ERA PER UNA DISCARICA 2 B .
    LA BORGHI AGISCE IN SABB , IN TEAM , NELLA FARMACIE CON ESPONENTI ESPRESSAMENTE DA LEI NOMINATI – VI E’ ANCORA COME PRESIDENTE DEL COLLEGIO SINDACALE IL SUO EX MARITO POSSENTI FRANCESCO SIA IN TEAM CHE NELLE FARMACIE –

  12. Scritto da Mouvies

    Sul sito della Provincia c’è il video della seduta del consiglio provinciale del 4-10 e vi consiglio di vedere la risposta come sempre corretta e civile di Simonetti. Comunque Siliprandi non ci giri intorno con trovate risibili (inseguire le discariche con le urbanizzazioni) .
    Se arriva, la decisione sarà della regione (pdl e lega) , con la provincia che gira la testa dall’altra parte. Il resto è rappresentazione elettorale priva di significato reale.

  13. Scritto da Samuel

    @ 17 – un 14% mi sembra una maggioranza dannatamente relativa, anzi , non mi sembra proprio una maggioranza , di più ,ha tutta l’aria di una dannata minoranza.

  14. Scritto da 5 euro al metro cubo

    la questione della cava d’amianto i partiti e le liste civiche, di dx e di sx, la buttano in politica, mentre l’ambiente e, assieme ad esso, i trevigliesi, non vengono tutelati dal comune, dalla provincia e, tanto meno, dalla regione. Perché la politica gioca su questa cava? 5 euro al metro cubo è il compenso che riceve la società Team, 49% Saab 51% il privato, per sotterrare l’amianto. Sono in gioco cifre importanti e il ceto politico è troppo al verde per lasciarsele scappare

  15. Scritto da Ringo

    1-Il comune di treviglio le nomine le fa perché è parte integrante dei suoi compiti istituzionali , in entrambi i casi (team e sabb) a me risulta che sia in ampia minoranza . Vuole chiarire ciò che sta affermando ? 2- Non giochi a nascondino con le parole , siamo tutti adulti e vacinati .Se a lei dovesse risultare che la Borghi ha chiesto una discarica di amianto mi potrebbe citare/esibire il documento ?

  16. Scritto da Ringo che Ringhia

    6 Ringo, basta esibire i verbali del CdA della Saab e della Team, richiesti più volte alla Borghi, ma mai consegnati, nonostante l’intimazione prefettizia alla Borghi di consegnare i verbali a chi li ha richiesti, ad oggi nessun verbale dei consigli d’amministrazione sono stati consegnati (parlo di quelli autentici, non quelli autocensurati con lo sbianchetto) Caro Ringo che Ringhia!!!

  17. Scritto da metro cubo espanso

    Onestà intellettuale e trasparenza: ora il Sindaco Borghi, dopo avere silurato l’assessore Tura che si era opposta all’espansione della San Francesco, presenta al Quartiere Ovest un PGT da cui ha stralciato il predetto insediamento, come mai? Non è che si tratta della solita opera di facciata a cui seguirà un ricorso ed il successivo reinserimento della San Francesco, cosa che è già avvenuta per la porcilaia di via Bergamo.

  18. Scritto da gio

    l’ex assessore Tura, magari ha qualche sassolino da togliersi dalle scarpe fategli una intervista per capire chi ha tenuto i rapporti con il privato Rota Nodari (… prima Minuti poi Zordan e poi la Borghi o no?)
    chi ha chiesto il cambio del professionista che seguiva la procedura della discarica? ah saperlo !!!!!!!!

  19. Scritto da Adela

    Gli unici che hanno votato a favore sono stati Siliprandi e Pignatelli.
    Per completezza, Minuti (che si ricandida per l’ennesima volta a Sindaco di Treviglio) è favorevole alla discarica di amianto a Treviglio!

  20. Scritto da Patrizio - Legambiente Bassa Bergamasca

    Si insiste a distogliere l’attenzione dall’iter regionale per l’autorizzazione della discarica. Il Comune e la Provincia devono esprimere il loro parere. Il Comune ha detto no, la Provincia di fatto ha detto si. E’lunico dato che conta , perchè a decidere è la Regione sentiti i pareri di Comune e Provincia. E il potere discrezionale della Regione è tale che non può esser bloccato da una variante al PRG o al PGT. E questo è un dato tecnico che nulla ha a che fare con la politica