BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Oggi si spazia dall’Iliade rock ai problemi dell’alta quota

Una giornata intensa quella di mercoled?? al festival: in programma anche la presentazione del nuovo atlante ornitologico.

Gli appuntamenti di BergamoScienza per mercoledì 6 ottobre saranno davvero variegati: conferenze, ma anche cinema e teatro.
Si inizia alle 10, al Centro Congressi Giovanni XXIII di Città Bassa: in programma “Orientagiovani: il mio futuro e la chimica”, un incontro riservato alle scuole per sensibilizzare i giovani alla scienza chimica e alla sua industria.
Alle 20.30, nel corso della conferenza “Chi viene e chi va: gli uccelli di fronte alle modificazioni ambientali” proposta alla sala Curò di Città Alta, verrà presentato il nuovo atlante ornitologico della città di Bergamo messo a punto dal gruppo di esperti del museo Caffi. Sarà l’occasione per valutare i cambiamenti dell’avifauna locale in relazione ai mutamenti del territorio.
Per la serata sono previsti una terza conferenza e due spettacoli.
Alle 21, allo spazio ALT Arte Contemporanea di Alzano Lombardo, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Ilio HR”, con la regia di Alberto Salvi. Ilio HR è una rivisitazione Hard Rock dell’Iliade di Omero, presentata in uno spazio scenico non convenzionale: lo spazio ALT è infatti una ex fabbrica Italcementi, in cui l’elemento teatrale si accosterà a scienza e tecnologia. Fino a martedì 12 verranno proposte otto repliche, di cui quattro dedicate alle scuole.
Alle 21 sarà possibile assistere anche alla proiezione del film “Minority Report”, in programma all’Auditorium di Piazza della Libertà. Nel suo capolavoro tecnologico, ambientato nella Washington D.C. nel 2054, Steven Spielberg immagina un mondo in cui, grazie a dei mutanti chiaroveggenti, i criminali vengano arrestati prima ancora che commettano un delitto. La macchina spettacolare del film non lascierà un attimo di tregua agli spettatori.
Al Palamonti di via Pizzo, sempre alle 21, verrà ospitata una conferenza su “Neurologia e montagna”. Medici ed esperti introdurranno il tema delle alterazioni neurologiche causate dall’alta quota, trattando in particolare le modificazioni provocate dalla mancanza di ossigeno, dei disturbi del sonno e del sitema nervoso. L’incontro ricorda il centenario della scomparsa di Angelo Mosso, uno dei primi realizzatori di laboratori in alta quota, tra cui la Capanna Margherita sul Monte Rosa.
Per il programma completo della manifestazione, consultare il sito www.bergamoscienza.it.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.