BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Jannone cancellato da Facebook chiede spiegazioni al Governo video

L'onorevole Giorgio Jannone, a cui è stato cancellato l'account Facebook, ha presentato un'interrogazione parlamentare contro il social network.

Più informazioni su

L’onorevole Giorgio Jannone, a cui è stato cancellato l’account Facebook, ha presentato un’interrogazione parlamentare contro il social network.

Ecco il comunicato:
L’On. Jannone, come tante altre persone, sia personaggi pubblici che non, si è visto disabilitare il proprio account senza alcuna motivazione, né alcun messaggio preventivo che poteva far presagire un simile comportamento. Nell’interrogazione si legge, che oltre all’On. Jannone anche l’On. Matteo Salvini ed il giornalista antimafia Nino Randisi, nei mesi scorsi, sono stati colpiti da questo strano comportamento, che ha disabilitato i rispettivi profili. L’On. Salvini ha inviato una mail al Centro Assistenza di Facebook, il cui link si trova nell’home page del sito, ed ha dovuto attendere tre settimane prima che il profilo venisse riattivato.
Diversa è la vicenda di Randisi, che ha visto anche la mobilitazione di Vittorio Zambardino che sul quotidiano “Repubblica” ha scritto: “….il punto certo è che Facebook, piattaforma dove ormai più di 6 milioni di italiani esprimono i propri pensieri e le loro proteste, pubblicano le loro immagini e si mandano la loro corrispondenza, non ha nel nostro paese, che si sappia, nemmeno uno “sportello” cui indirizzare i propri reclami. Quella che ha colpito Randisi potrebbe essere censura o disguido. Si vedrà. Ma se almeno il danneggiato potesse parlarne a qualcuno, forse anche i sospetti diminuirebbero” .
Nonostante sia passata oltre una settimana da quando l’On. Jannone ha fatto presente al centro assistenza il forte disagio provocato dalla disabilitazione del proprio account, non è giunto alcun riscontro che possa far pensare ad un tempestivo ripristino della situazione. Pertanto nella interrogazione, si chiede al Ministro dello Sviluppo Economico quali interventi possano essere adottati per proteggere i diritti dei consumatori di social network, anche istituendo l’obbligo di comunicare i nominativi, e al reperibilità obbligatoria dei rappresentanti legali, che si devono istituzionalmente occupare di proteggere la privacy e i diritti degli utenti di Internet, soprattutto di coloro iscritti ai vari social network.
Assolutamente indispensabile inoltre l’istituzione di uno “ sportello” dedicato ai disagi subiti dai milioni di utenti di Facebook , utenti che rappresentano, anche mediante l’utilizzo di corrispondenze e dati personali sensibili, la prima ricchezza dei social network., ma utenti che vengono nel contempo, senza preavviso, cancellati o abbandonati a sé stessi ad esclusiva discrezione dei gestori delle community virtuali.
L’on. Giorgio Jannone , Presidente della Commissione Bicamerale di Controllo degli Enti Pensionistici, qualora non venissero immediatamente ripristinati gli account di pertinenza, comunica che si rivolgerà alle associazioni dei consumatori, alla polizia postale ed alle autorità che dipendono dalla commissione dallo stesso presieduta al fine di verificare il pieno rispetto delle vigenti normative in materia di diritto del lavoro, di tutela della privacy, di rispetto delle prerogative dei consumatori.
 

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigi

    basta ciccio oriani , ma non hai altro da fare ?

  2. Scritto da Il giudice

    Chiede spiegazioni ??
    SINE GLOSSE.

  3. Scritto da corti-novis

    io proletario bannato.. lui potente e ricco bannato.. almeno facebook ci sono i veri comunisti

  4. Scritto da Andrea

    che sia un social network di sinistra gestito da un magistrato rosso ???

  5. Scritto da MARIO B.

    @48
    Lei ha ragione, un politico è sempre una persona con una vita privata, ma le persone normali hanno altri problemi. Le persone normali non vanno in pensione dopo 2 anni e 1/2. La > parte delle persone normali ha un mensile che varia da 800 a 1.500 euro, senza altre indennità. Le persone normali aspettano, a volte anche alcuni mesi, per una visita specialistica o esame, non hanno vie preferenziali. Le persone normali usano, pagandoli, i mezzi pubblici. Molte persone normali sono senza lavoro.

  6. Scritto da rocco

    altra cosa che mi domando ma facebook è una socetà privata farà quello che vuole con il suo sito cancellerà chi vuole li sborsano loro i soldi per mantenere in piedi i server ecc.. tral’altro i termini accettati all’iscrizione sono chiari peccato che nessuno li legga…

  7. Scritto da rocco

    avrà violato i temini di contratto io consiglierei di rileggersi i termini acettati alla registrazione avrà violato qualche articolo o comma che prevede la cancellazione del proprio account ma la cosa che mi incuriosisce è: sono migliaia gli account disabilitati ogni giorno e nessuno dice niente perchè dobbiamo sorbirci le sue lamentele sui giornali? chissenefrega no? non ci sono cose più importanti da scrivere sui giornali?

  8. Scritto da Terrone

    Web libera!…Facebook libero!…chi è trasparente e pulito solitamente non ha di questi “problemi”…

  9. Scritto da Kratos

    6 milioni di utenti sono tanti.
    Senza fare politica dico che è giusto tutelare gli utenti.
    Anche io ormai uso spesso facebook per le mie comunicazioni, ed in situazioni “problematiche” non ho mai saputo a chi rivolgermi.
    Ben Venga un ente di controllo!!

  10. Scritto da un operaio

    C’ha proprio tempo da perdere. Migliaia di euro di stipendio al mese per fare ste cose ?

  11. Scritto da www.idvseriate.it

    Cosa non si fa per pubblicizzare il proprio matrimonio…….

  12. Scritto da chefiguradiemme

    E’ A ROMA PER QUESTO??????INCREDIBILE….

  13. Scritto da Wfacebook

    Dall’on. Jannone mi aspetto anche un’interrogazione parlamentare anche per i diritti del digitale terrestre che il governo sta “autoregalando” al gruppo mediaset per due briciole quando in altri paesi tali diritti hanno fruttato miliardi di euro (che sarebbero utilissimi per le asfittiche finanze del nostro paese). Dopo tutto sono o non sono soldi pubblici che verranno a mancare?
    O non le sembrano motivazioni un po’ piu’ valide del suo account di facebook?!?

  14. Scritto da corti-novis

    riprova ancora!, qualcuno ha protestato.. è successo anche al sottoscritto senza nessuna interrogazione parlamentare.. facebook non è privato? cosa c’entra una interrogazione parlamentare lo chieda ha chi gesticse il sito. Tutto per farsi pubblicità per le prossime elezioni

  15. Scritto da MM

    che faccia qualcosa di più utile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  16. Scritto da primo

    che arroganza questi parlamentarti, credono di poter utilizzare il parlamento per ogni loro capriccio o questione personale. a quando un’interrogazione di qualcuno che si lamenta perchè gli è scaduto lo yogurt nel frigo? che usino il loro tempo per affrontare la crisi che hanno negato per due anni, invece di sprecare il tempo del parlamento con queste cose. ah, per quanto riguarda facebook: probabilmente avrà chiesto troppe amicizie tutte insieme, come capita a molti.
    leggere le istruzioni

  17. Scritto da secondo

    ah, per quanto riguarda facebook: probabilmente avrà chiesto troppe amicizie tutte insieme, come capita a molti.
    basta leggerle, le istruzioni; del resto non l’ha ordinato il medico di iscriversi a facebook, se le regole di quel sito non ti piacciono basta starne fuori.

  18. Scritto da Entradec

    Mi viene solo da sorridere. Non tanto per la cancellazione ma solo per la faccia che avrà fatto nel momento in cui ha scoperto di essere stato bannato…..

  19. Scritto da RIPI

    è VERGOGNOSO CHE SI FACCIA UN INTERROGAZIONE PRE FACEBOOK PENSI ALLA GENTE CHE NON TIRA FINE MESE. JANNONE PREOCCUPATI DEL SOCIALE!

  20. Scritto da julius

    peccato per jannone il bello……… essere cancellato da faccialibro, che affronto!
    io sono di destra, ma odio questi atteggiamenti, inverosimili e fuori logica.

  21. Scritto da stella

    “forte disagio” ???
    “si rivolgerà alle associazioni dei consumatori, alla polizia postale ed alle autorità ” ???
    “proteggere i diritti dei consumatori di social network” ???
    ma fare lo stesso x i treni? x gli autobus? x le strade? x tutti quei servizi pubblici che non funzionano?

  22. Scritto da Paolo

    E’ vergognoso che i dati sensibili e i relativi gestori di tali nostre informazioni non siano soggetti a nessun controllo!!

  23. Scritto da Stefano

    E’ assolutamente giusto che qualcuno si preoccupi dei dati personali degli utenti, non solo di facebook, ma di tutti i social network. Insomma, viviamo quasi tutto il giorno con internet accanto e nessuno protegge la nostra privacy!!!!

  24. Scritto da GIANNONE G.

    929.307 posti di lavoro persi nel 2008-2010 (lavoce.info)
    8,5% tasso di disoccupaz.
    27,9% disoccupaz. tra 15-24 anni
    118,5% debito pubblico su PIL
    -28% produz. industriale
    1.838 miliardi il debito pubblico (record storico)
    9.000 imprese fallite nel 2009 (+23%)
    +46% imprese fallite nel 1° trimestre 2010
    Facebook? Un’interrogazione parlamentare?VERGOGNA!
    L’Italia sta fallendo e loro pensano al legittimo impedimento, al Lodo Alfano e alle elezioni per portare a casa i rimborsi elettorali!

  25. Scritto da MM

    ecco di cosa si occupano i parlamentari del pdl!!!!!!! è proprio il governo del fare….un c……

  26. Scritto da giorgio jannone

    accettando tutte le critiche dei lettori, mi permetto di fare rilevare che ho presentato oltre 230 interrogazioni , e circa 100 proposte di legge, di cui molte approvate in via definitiva , proprio sugli argomenti evidenziati nei commenti ( lavoro, occupazione, diversamente abili, etc.). Per questo risulto tra i dieci parlamentari più attivi. I social network coinvolgono comunque milioni di persone i cui diritti devono essere tutelati! Farò comunque tesoro di critiche e suggerimenti.

  27. Scritto da giobatta

    mi sembra che questa notizia non meriti l titoli di testa, perlomeno personalizzata sui problemi di codesto onorevole. e c’entra poco anche con la cronaca bergamasca a cui dite di attenervi (ricordo la risposta alle proteste di chi lamentava lo scarso rilievo dato all’annegamento di due bambini sulla sponda bresciana del sebino). riconosco comunque che problema sollevato dall’on. esiste, se volete possiamo sbattere in prima pagina un bel titolone su una analoga odissea da me vissuta con le email

  28. Scritto da apri gli occhioni

    Quanto è accaduto è importante perchè dimostra che “Big brother” se ne frega anche degli “altolocati” i quali invece pensano che quanto succede ai “normali umani” a loro non possa mai capitare! Invece …

  29. Scritto da La fine di un ciclo

    Ma non ha niente da fare l’on. Jannone a disturbare il parlamento per queste …? Non ha altri problemi il parlamento italiano da discutere? Povero Silvio, con tutti i problemi che ha, se queste sono le sue truppe … è veramente finito un ciclo.

  30. Scritto da la redazione

    Caro Giobatta,
    se il problema esiste, come lei stesso scrive, perchè non dovremmo parlarne? E visto che siamo un giornale on line tutto ciò che riguarda Facebook è di interesse per i nostri lettori. Migliaia dei quali sono iscritti al social network. Ecco spiegata la ragione per cui ce ne occupiamo. Se lei ha problemi con le email ci scriva e ne parleremo. Grazie

  31. Scritto da alessandra r.

    jannone, lasciatelo dire ma hai toppato alla grande.
    io e mio marito ti abbiamo sempre sostenuto, votato, pubblicizzato perchè ci sembravi valido; con questa interrogazione ci hai completamente deluso.
    non ci interessa che tu abbia presentato 230 interrogazioni o 2000 o nessuna!!! con la crisi che c’è, ogni secondo non dedicato a contrastrarla è un “delitto”!!! dubito fortemente che ti sosterremo e voteremo ancora.
    conta due voti persi.

  32. Scritto da GIANNONE G.

    @18 giobatta
    Invece, purtroppo, penso che meriti lo spazio dato perché dimostra, per l’ennesima volta, quanto siano lontani i politici dalla situazione reale del paese. Lei pensa che se a Jannone non le fosse capitata questa cosa, l’avrebbe fatta cmq l’interrogazione parlamentare? Siamo seri, cosa interessa a Jannone della privacy degli italiani. Ma guarda un po’, tutta questa preoccupazione proprio quando capita a lui.
    Ragazzi, o ci svegliamo o i numeri che ho scritto nel @16 ci affonderanno

  33. Scritto da pippo

    per Jannone i problemi sono solo questi, di tutto il resto non gliene frega niente….

  34. Scritto da Davidao

    Ma santo cielo, è capitato un po’ a tutti quelli che hanno qualche migliaio di amici, a Saponaro ad esempio l’avevano bloccato per aver risposto agli auguri a troppa gente. Avrai fatto qualcosa di simile Jannone, senza che te ne sia accorto. éiuttosto… di questi tempi fare un’interpellanza al governo su Facebook col governo che sta colando a picco fa un po’ sorridere. Amaramente, ma fa sorridere.

  35. Scritto da GIANNONE G.

    @18 Egr. Sig. giorgio jannone,
    prendo atto di ciò che ha scritto, non conoscevo i numeri delle cose da Lei fatte, e questo Le fa onore.
    Spero che i dati che ho riportato nel mio @16 commento, la stimolino a lavorare di più su questi temi e la convincano che del legittimo impedimento, del Lodo Alfano, delle elezioni, della casa di Montecarlo, dei condoni fiscali pro-Mondadori, della depenalizzazione del falso in bilancio, delle prescrizioni brevi… agli italiani non interessa nulla.buon lavoro

  36. Scritto da effettivamente

    effettivamente il problema sollevato della mancanza di controlli sui social network è reale e l’on. in questione non penso si occupi solo di questo…è tra i più attivi nell’attività parlamentare!

  37. Scritto da enrico

    Facebook… probabile sia comunista, come i giudici, i giornalisti… Propongo una commissione d’inchiesta, non perdiamo tempo con P3, mafie, corruzione, lavoro o istruzione!

  38. Scritto da Zio Beppe

    Non ci credo….ditemi che è una barzelletta….solo in ITALIA possono succedere tali cose….ASSURDO…..questa è gente che deve dimettersi….alla popolazione italiana dell’account di Jannone non interessa….se mai cancelleranno il mio account potrò chiedere spiegazioni al governo????

  39. Scritto da Diego - Ol Chiringuito

    E’ un problema reale che tocca ormai il quotidiano di milioni di persone, giusto quindi muoversi per tutelarne i diritti. Si tratta di uno strumento di comunicazione che ha sostituito, volenti o nolenti, lettere, telefono ed email. Trovare il proprio account cancellato crea un disagio reale, un disagio sociale ed emotivo anche e soprattutto perchè ci si sente abbandonati e senza alcun interlocutore. Al passo con i tempi e vicino ai cittadini telematici, appoggio l’iniziativa.

  40. Scritto da polpopaul

    Jannone ha presentato un’interrogazione parlamentare quando il premier ha definito un condannato per mafia (Mangano) un eroe?

  41. Scritto da la Belota

    Non è che Facebook per caso ha i server in Venezuela?
    Se si ho capito perchè è stato cancellato.

  42. Scritto da mamma 75

    Mi pongo la domanda come tanti altri ..ma se ad essere cancellato da facebook era un povero pirla qualunque, che cosa sarebbe successo?A chi avrebbe presentato un’interrogazione? alla Mamma? alla Nonna?No continuava solo e soletto a chiedersi il perchè..Ma se ad essere cancellato è un’Onorevole diventa una questione di Stato!? Ma non dovrebbero avere cose più urgenti di cui occuparsi ??Ma poi non basta..fa botta e risposta con chi scrive al giornale i propi commenti ..LAVORARE UN POCHINO NO!?!?

  43. Scritto da marco

    non facciamoci fregare da facebook ! questi succhiano i nostri dati per
    venderli al miglior offerente , e se si verifica un problema non esiste nemmeno un recapito a cui riferirsi . ha ragione jannone e riguarda milioni e milioni di persone

  44. Scritto da ter

    NOoOOOOO! VOLEVO VEDERE LE FOTO DEL MATRIMONIO!

  45. Scritto da Laura

    Approvo l’iniziativa, perché l’ho vissuta personalmente

  46. Scritto da neftali89

    il paese va a puttane…e uno si occupa di facebook…
    qst è il governo che vogliamo!???
    p.s c’è gente che stata cancellata anche 20 volte…e non ne fa un dramma…

  47. Scritto da Flavio

    Ma non ha niente di meglio da fare. Un deputato con anche incarichi di governo come fa a trovare il tempo per trastullarsi su FACEBOOK. Cari forzaitalioti ricordatevi della storiella quando vi chiederà ancora il voto.

  48. Scritto da giobatta

    cara redazione, continuo a pensare che il vostro giornale abbia messo inopportunamente con grande evidenza la notizia. la motivazione che il problema interessa molti bergamaschi mi appare debole. non è che siamo forse sotto elezioni e che i nostri parlamentari vogliono cercare visibilità sui media disponibili a ciò? (anche in previsione di una nuova legge elettorale)

  49. Scritto da antony

    Andiamo su…siamo un attimo coerenti. Disdegno, minacciare di non dare più il voto, ma voi tutti che criticate, che cosa state facendo per migliorare un po’ le cose? Se andate a leggere tutto quello che ha fatto Jannone, vi accorgerete che molte proposte di legge servono x contrastare la crisi!!! siate coerenti, non è per un’interrogazione, tra l’altro generalissima, che va a monte il paese!!!!

  50. Scritto da comunicattivo

    Il comunicato sarebbe risultato più lodevole se fosse stato tutto strutturato nei termini di un discorso generale sulle carenze di privacy di alcuni contesti virtuali.
    Così invece (si guardi il finale) risulta incentrato soprattutto sul disagio personale di un parlamentare e fa pensare più ad un uso privato dello strumento dell’interrogazione.

  51. Scritto da assillato da problemi gravi

    senta caro jannone, a me ieri un cagnolino ha fatto pipì sulla ruota dell’auto. credo di non essere l’unico, siamo milioni di persone ad avere questo problema. presenterebbe un’interrogazione parlamentare in merito?

  52. Scritto da Kratos

    Sono stato il primo a scrivere il commento, nella speranza che si commentasse la notizia che era:
    Mettere dei controlli a Facebook, giusto o no?
    Al commento 42 le uniche cose che si leggono sono:
    MA NON HAI NIENTE DA FARE?
    la risposta potrebbe essere :
    E VOI NON AVETE NIENT’ALTRO DA COMMENTARE?
    Suppongo che si dovrebbe dibattere sulla notizia in se, ma come al solito le diatribe Desta Sinistra han rovinato tutto, cosa che nei commenti delle notizie arriva sistematicamente ormai!
    Deluso…

  53. Scritto da Ortaggi & Monetine

    La prossima interpellanza all’amministratore del condominio

  54. Scritto da GIANNONE G.

    @43 Kratos
    D’accordo accogliamo il suo appello, secondo me è giusto mettere controlli a Facebook.
    Sig. Kratos, visti i dati economici che ho riportato nel commento @16, che descrivono un’Italia in agonia, permetterà che la gente, quando vede un onorevole (anche se ha fatto altre 1000 interrogazioni) promuovere un’interrogazione su facebook (proprio quando gli è stato cancellato l’account), si alteri quell’attimo. Non può pretendere che la cosa venga presa sul serio. Qui non c’entra destra o sx

  55. Scritto da Andrea

    uhm…. la sventura di un account bloccato o cancellato penso sia capitata a tutti.. onestamente credo che mettere i propri dati personali in rete sia un errore…. il problema pero’ non è di facebook è di chi si iscrive che ne deve sopportare le conseguenze. la privacy è privacy ma se siamo noi i primi a mettere foto e dati in rete accettando le condizioni di un sito non capisco perche’ poi bisogna fare tutto sto cas.no……..

  56. Scritto da lvca

    Onestamente ma con tutti i problemi che varrebbero bene un’interrogazione parlamentare, era proprio il caso di presentare un’interpellanza perche le hanno tolto l’account di facebook?!?!?!?!?!?!?!

  57. Scritto da Uno a cui Jannone non sta simpatico..

    ..ma ci mancherebbe che non potesse “trastullarsi” nella vita oltre a lavorare. Ma che argomentazione sono? Al massimo gli si contestino gli incarichi in Pigna! E se i social network sono un fenomeno globale ci mancherebbe che non avesse diritto di interessarsene ed approfondire. E poi la critica che “se ne interessa perchè è successo a lui”. Ma che i politici non dovrebbe utilizzare la loro esperienza come spunto per il loro lavoro? Ma per una volta che c’ha un problema da persona normale!