BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Il sito della Provincia ?? un sito di partito?”

Il consigliere democratico ha cercato sul sito di Via Tasso il resoconto del consiglio provinciale di luned??: "Ci sono solo le dichiarazioni della maggioranza".

Più informazioni su

Il consigliere democratico Matteo Rossi ha cercato sul sito di Via Tasso il resoconto del consiglio provinciale di lunedì: "Ci sono solo le dichiarazioni della maggioranza".

Dopo il Consiglio Provinciale di lunedì sera, durante il quale si è discusso della discarica di cemento amianto a Treviglio con toni molto accesi sfociati anche negli insulti lanciati dal consigliere Maggioni ai cittadini trevigliesi presenti in aula per ascoltare il dibattito, molti bergamaschi avrebbero voluto vedere con i loro occhi le posizioni assunte dai diversi gruppi politici all’interno dell’aula. Questo è possibile cercando sul sito della Provincia lo spazio dedicato al consiglio on line.
Peccato che cliccando www.provincia.bergamo.it  in home page ed entrando sulla prima notizia riguardo al consiglio provinciale del 4 ottobre, compaiano solo i video dei componenti della maggioranza, non solo di quelli della giunta, ma anche del consigliere leghista Ferri che attacca pretestuosamente il Sindaco di Treviglio Ariella Borghi. Allo stesso modo nel resoconto vengono citati diversi esponenti, ma mai quelli di minoranza. La stessa cosa succede sul canale di Youtube dedicato alla Provincia di Bergamo.
Capita così che i cittadini possano ascoltare le risposte degli assessori e del Presidente Pirovano, ma mai le domande dei consiglieri d’opposizione. Nessuno spazio viene dedicato a chi ha presentato gli ordini del giorno sulla discarica, ma nemmeno a chi ha sostenuto quelli sulla cittadella dello sport o su agripromo e via dicendo. Solo in fondo alla pagina compare la scritta “ascolta tutte le dichiarazioni”, peccato che non funzioni.
Non c’è che dire, con i soldi dei bergamaschi si sono costruiti un sito costoso organizzato come se fosse un sito di partito, con una sola voce e una sola versione dei fatti. La paura di affrontare le critiche e la realtà porta con sé il rischio dell’autoreferenzialità, e questa maggioranza se la suona e se la canta per conto proprio. Che almeno se le paghino loro queste spese!

Matteo Rossi
consigliere provinciale Pd

BASSA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carlosan

    Ho la prova provata, con tanto di testimoni, che il dissenso non è ammesso neppure nelle amministrazioni a guida PD, quindi meglio lasciar perdere questo argomento.
    Preoccupa, invece, la disinvoltura sull’uso strumentalmente partigiano di un sistema di comunicazione che è pagato con i soldi dell’intera comunità e che deve essere a disposizione di tutte le forze che quella comunità rappresentano. Questo è brigantaggio.

  2. Scritto da andrea

    Si sa nella Lega non è ammesso il dissenso coi capi, chi dissente viene espulso alla faccia della democrazia, figurarsi se ammettono il dissenso di chi è all’opposizione.

  3. Scritto da vergogna Pirovano

    ottima domanda. Dalla risposta facile e vergognosa.