BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Idv: “Spostamento del casello, il Governo si svegli”

Pubblichiamo il comunicato dell'Italia dei Valori in merito allo spostamento del casello autostradale di Dalmine.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato dell’Italia dei Valori in merito allo spostamento del casello autostradale di Dalmine.

E’ dal 4 dicembre 1997 e atti successivi, che lo svincolo di Dalmine rientrava tra gli interventi da realizzare da parte di Autostrade per l’Italia Spa di concerto con ANAS Spa, Ministero delle Infrastrutture ed Enti Locali. Nel 2005, in particolare, pareva ormai imminente la realizzazione dello spostamento del casello autostradale di Dalmine. L’opera, infatti, doveva essere completata in coincidenza con l’entrata in esercizio della Tangenziale sud di Bergamo (Tratto da Treviolo a Stezzano) inaugurata, per altro, il 23 marzo scorso. Lo spostamento del Casello autostradale di Dalmine, oltre a rivestire importanza strategica per il miglioramento della viabilità, ha inciso molto sulla progettazione e sui costi dell’infrastruttura viabilistica a causa del parziale interramento del livello stradale in corrispondenza dell’abitato di Dalmine necessario per il collegamento della nuova strada tangenziale alla A4

Ad oggi, però, il sottopasso della sp525 (ex-ss525) anche se completato è inutilizzabile in uscita ed entrata dall’autostrada a causa proprio del mancato spostamento del casello.
“Abbiamo deciso di interrogare il Governo – ha dichiarato il Capogruppo IdV in Commissione Ambiente e Infrastrutture – affinché si impegnasse a sollecitare il completamento di un opera di cui non comprendevamo il ritardo”.

“La realizzazione del nuovo svincolo di Dalmine – ha spiegato Piffari – è una infrastruttura strategica per diverse questioni come ad esempio il de-congestionamento del traffico o il miglioramento della viabilità nei quartieri di Sforzatica, Brembo e Mariano, oltre a consentire l’attuazione di un nuovo e più efficace piano della viabilità, in fase di stesura, per limitare il traffico sulla sp525 (ex-ss525)”.

“La risposta offerta ieri dal Governo non ci può in alcun modo soddisfare” – ha commentato il Coordinatore Regionale IdV Lombardia, al termine della seduta in Commissione.
“Gli Enti Locali si sono impegnati facendo la loro parte e spendendo considerevoli risorse per creare una rete di infrastrutture idonee a supportare gli impegni assunti con e anche da Autostrade per l’Italia Spa e ANAS Spa. Oggi, però, una decisione unilaterale di queste ultime, stralcia la realizzazione di questo intervento in attesa della realizzazione della Pedemontana Lombarda.
Comprendo bene che sussistono interventi di più immediata realizzazione – ha concluso il Capogruppo IdV in Commissione Ambiente e Infrastrutture – ma ciò non giustifica né Autostrade, né ANAS e tantomeno il Governo a venir meno a impegni di spesa già ampiamente disattesi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da diciamo la verità

    antonio di pietro è stato nominato ministro delle infrastrutture il 17 maggio 2006. ecco il link a wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Di_Pietro#Ministro_delle_Infrastrutture

    nel 1996 era stato ministro dei lavori pubblici.

  2. Scritto da Vincenzo Orlando consigliere IdV Dalmine

    Lo spostamento del casello di Dalmine, per decisione di ANAS e Autostrade, è stata rimandata per dare priorità ad altre opere; questo in attesa che fosse consolidato lo “scenario” infrastrutturale (4corsia A4 da finire, pedemontana in via di definizione).
    L’opera per Dalmine è fondamentale e oggi è il momento per metterla a piano (non 2016 dopo pedemontana), con la Provincia che ha dato il via al completamento della tangenziale sud nel tratto Zanica Stezzano, con i lavori di pedemontana partiti.

  3. Scritto da Dalminese stanca

    Walter, lo è stato nel 1996, non 2006… è stato scritto chiaramente qui sotto…

  4. Scritto da diego frazzini

    Il 23 marzo, giorno dell’inaugurazione del tratto Treviolo-Stezzano dell’Asse da parte dell’amministrazione di Dalmine è stata persa l’ennesima occasione per ricordare alle autorità presenti la necessità di spostare il casello. La variante alla 525 costituisce un’opera vitale per liberare Dalmine dal traffico di attraversamento (il tratto comunale lo asfalta il comune!) e l’exSS 525 dal congestionamento cronico. Si svegli il governo, ma anche la Provincia e il Sindaco di Dalmine

  5. Scritto da 035

    non sbagli: Di Pietro è stato ministro delle infrastrutture. Nel 1996.
    Siamo nel 2010, lo sai?

  6. Scritto da walter semperboni

    il calendario,l’hò ancora in casaben per questo siam nel2010 e ministro lui lo è stato nel 2006 e il casello si poteva spostare,nooooo???

  7. Scritto da semperboni walter

    ma sbaglio o di pietro è stato ministro delle infrastrutture??è ancora colpa d’altri???smettila di spifferare a vanvera

  8. Scritto da stefano

    sarès ura,,,,