BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tutti in bicicletta contro la droga

L’Associazione genitori antidroga (Aga) e 24 Comuni della Bassa Bergamasca uniti contro la droga sabato 2 ottobre.

Più informazioni su

L’Associazione genitori antidroga (Aga) e 24 Comuni della Bassa Bergamasca uniti contro la droga: sabato 2 ottobre 2010 prenderà il via la biciclettata denominata «Vincere contro la droga» che avrà come meta finale la Comunità Aga di Pontirolo Nuovo in via Lombardia. Qui si terrà la presentazione ed inaugurazione dello SMI (Servizio multidisciplinare integrato). In una struttura di recente costruzione una equipe formata da medici, infermiere, assistenti sociali, psicologi ed educatori si occuperà a livello ambulatoriale, attraverso la somministrazione di farmaci ed supporto psicologico, di persone tossicodipendenti.
La biciclettata «Vincere contro la droga», alla quale parteciperanno anche ospiti della Comunità Aga, ha come obbiettivo la sensibilizzazione sulle problematiche legate al consumo di sostanze stupefacenti. «In tale attività l’Aga -afferma il presidente dell’associazione Enrico Coppola- è impegnata da tempo insieme a oratori, associazioni, società sportive del territorio e Comuni che anche questa volta per l’organizzazione della biciclettata ci hanno fornito un importante supporto». Da Pontirolo, Arcene, Arzago, Bariano, Brignano Gera d’Adda, Calvenzano, Canonica d’Adda, Caravaggio, Casirate d’Adda, Castel Rozzone, Ciserano, Cologno al Serio, Fara d’Adda, Fornovo, Lurano, Misano Gera d’Adda, Morengo, Mozzanica, Pagazzano, Pognano, Spirano, Treviglio, Urgnano, Verdello partiranno contemporaneamente colonne di biciclette che   raggiungeranno Pontirolo per poi spostarsi nella Comunità Aga dove, alla presenza di autorità civili, si procederà al taglio del nastro della struttura dello Smi.
«La biciclettata -afferma ancora Coppola- quando arriverà a Pontirolo sembrerà una lunga catena umana che unisce i Comuni aderenti e che ben rappresenta il proposito di promuovere una partecipazione condivisa alla costruzione di una cultura del no alle droghe e del sì alla vita, all’impegno ed alla solidarietà».
Intensificare l’attività di sensibilizzazione sulle problematiche legate al consumo di sostanze stupefacenti è ritenuto necessario dopo la pubblicazione, lo scorso febbraio, dei risultati della ricerca scientifica «Il consumo di droghe nella Bassa Bergamasca» realizzata dall’Istituto Mario Negri di Milano con la collaborazione di Cogeide Spa e patrocinata dall’Aga e dal Comune di Caravaggio. Tale studio, dall’esame delle acque fognarie del territorio, ha rilevato nella Bassa bergamasca un alto consumo di sostanze stupefacenti, equivalente a quello nelle città di Milano, Londra e Lugano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.