BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mostra sulla “Scienza dell’emergenza”

“Cosa succede quando esplode una crisi umanitaria? Quali sono i soggetti che intervengono? Queste sono solo alcune delle domande a cui vuole dare risposta la mostra.

Più informazioni su

“Cosa succede quando esplode una crisi umanitaria? Quali sono i soggetti che intervengono? Con quali strumenti? Quali priorità?” – Queste sono solo alcune delle domande a cui vuole dare risposta la mostra “La Scienza dell’Emergenza”, allestita nel cortile del palazzo della Provincia in via Tasso a Bergamo, promossa da Cesvi in partnership con ECHO – Servizio per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile della Commissione Europea, dal 2 al 17 ottobre all’interno dell’evento BergamoScienza 2010.
Dimenticate i tradizionali allestimenti, fatti di pannelli e didascalie: in questa mostra il pubblico entra in uno spazio colorato e ricco di stimoli in cui il mondo degli aiuti umanitari viene spiegato attraverso “isole tematiche” che non hanno steccati fra di loro, giochi di ruolo che vogliono coinvolgere in prima persona i visitatori e soluzioni innovative che puntando sulle emozioni e sulla sensorialità.
Martedì 5 ottobre alle 17.00 si terrà l’inaugurazione ufficiale alla presenza di giornalisti ed esperti del settore: ad un tour guidato della mostra seguirà alle 18.30 un dibattito sulle emergenze umanitarie con Raphaël Brigandi, dell’unità informazione e comunicazione di ECHO, Paolo Magri, direttore dell’ISPI – Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, Giorgio Sartori, gestione dell’informazione in emergenza del World Food Programme, Giuseppe Bonaldi, coordinatore nazionale protezione civile ANA – Associazione Nazionale Alpini, Vicent Annoni, coordinatore Cesvi per Kenya, Somalia e Sudan, Giangi Milesi, presidente del Cesvi, presso il Temporary Lab – Urban Center in Piazzale degli Alpini, Bergamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.