BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La verit?? ?? che abbiamo un gioco troppo bello” E se Colantuono avesse ragione? video

Numeri alla mano, quando i nerazzurri hanno fatto minore possesso palla e giocato meno palloni, le vittorie sono arrivate. Tu che ne pensi?

Più informazioni su

E se Colantuono avesse ragione in merito alla frase paradossale detta in conferenza stampa lunedì “La verità è che noi abbiamo un gioco troppo bello per la B”? Dichiarazione in risposta ai malumori di parte della tifoseria che in campo vede sì impegno, sudore e grinta; un po’ meno il “gioco” che dovrebbe fare rima con risultati che in questo inizio non sono proprio brillanti: 9 punti in 6 partite, una buona difesa con 2 gol ma un attacco da mani nei capelli con soli 5 gol all’attivo e tre gare a secco (Varese, Frosinone e Siena).
Nove punti che fanno rima con nono posto in classifica con l’Atalanta in ritardo dalla capolista Siena di cinque lunghezze che inizia a far mugugnare l’ambiente atalantino nonostante le giustificazioni di rito (“Il campionato è lungo, la B si decide in Primavera”), le stesse che si sentivano un anno fa dopo le prime quattro giornate di Gregucci che portarono zero punti in graduatoria…
Ma numeri alla mano sembra che l’allenatore abbia ragione: quando l’Atalanta “vince” la gara del possesso palla stecca il risultato, idem quando il numero delle palle giocate è infinitamente maggiore rispetto all’avversario. Insomma quando i bergamaschi fanno gioco, sono più in difficoltà nel trovare la rete.
Partiamo dall’ultima partita contro la Reggina finita in pareggi: 54 per cento di possesso e 140 palloni giocati in più degli amaranto. Numeri simili al match di Siena (addirittura qui i palloni in più furono 200…) che portarono alla sconfitta e al pareggio deludente casalingo con il Frosinone mentre nell’altra gara giocata così così, quella di Varese, si registra comunque una leggera supremazia nel possesso (50,2 per cento).
Le sorprese arrivano nelle due gare vinte contro Pescara e Vicenza alla prima giornata. Contro in veneti il possesso si ferma al 48.7 per cento mentre le palle giocate sono inferiori ai biancorossi. Stessa storia contro gli abruzzesi: 48,4 il possesso mentre i palloni giocati sono in equilibrio. Sembra quasi che quando si aspetta l’avversario, le cose funzionino di più. Insomma, sembra quasi che quando l’Atalanta giochi meno bene, le vittorie arrivino.

Tu cosa ne pensi: Colantuono ha ragione? Partecipa al sondaggio
 

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da guido da bg

    Non raccontiamo amenità.
    La squadra non ha identità.
    La B si vince con il gioco se hai i giocatori migliori ed è il caso dell’Atalanta.
    Altrimenti vinci con la fisicità, con la grinta come fece l’Atalanta del primo Colantuono a Bergamo.
    L’Atalanta attuale ha solo sprazzi di gioco, non ha grinta e nemmeno identità.
    Quest’ ultima si acquisisce insistendo con gli stessi giocatori e con lo stesso modulo.
    Colantuono sembra frastornato nelle scelte e anche nelle dichiarazioni, che non condivido

  2. Scritto da Amicodea

    sono certo che l’Atalanta salirà in serie A.
    Se questo succederà, sarò lieto di di prendere il fango che tal CRISTIANO GATTI pseudo giornalista, ieri sera ha gettato sui bergamaschi e farglielo ingoiare tutto. Si vergogni e non commenti più il calcio.Non ne capisce nulla, indisponente, ma soprattutto prevenuto.

  3. Scritto da solodea

    Un attacco come quello che ha a disposizione l’Atalanta non può restare … a secco per il 50% delle partite giocate fino ad ora, ed aver segnato fino ad ora 5 reti delle quali ben quattro da calcio piazzato. Per me, che sono un semplice tifoso e non di certo un … allenatore, ciò non può che essere frutto di un “… non gioco”. Non è un’accusa alla squadra o all’allenatore ma solamente una personale valutazione. Resto convinto che l’Atalanta sia una squadra destinata alla serie A, però …

  4. Scritto da angi

    Non mi sembra giusto lapidare sempre e subito il mister, lasciamolo lavorare, la “B” è lunghissima. In parte ha ragione nel dire che il gioco dell’Atalanta non è da “B” ,o forse ha esagerato un pò poiche questo non vale per tutte le partite effettuate fino ad ora. Quello che conta però ora è l’agonismo e saper fare goal. Forza Atalanta, forza mister! Il vero tifoso è anche incitare sempre e comunque l’Atalanta e tutto il suo staff Percassi compreso.

  5. Scritto da REDS 65

    Ma le conferenze stampa, le fanno dopo “pranzo” ?
    SEMPRE A TESTA ALTA