BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I videogiochi che hanno fatto la storia

A Monza in esposizione le console sbarcate in Italia dal 1970 a oggi. Ci sarà spazio per tornei, dibattiti e mostre.

Più informazioni su

Oltre 60 postazioni multimediali con le maggiori console e sistemi di gioco dagli anni ’70 sino ad oggi; un ciclo di conferenze in grado di fare il punto della situazione sul dibattito videoludico odierno, durante il quale interverranno giornalisti specializzati, programmatori ed esperti del settore; e poi spettacoli, tornei e tanti momenti d’intrattenimento. Tutto questo è Video Games History, manifestazione sulla storia del videogioco organizzata da Gamescollection.it, con il patrocinio e contributo del Comune di Monza – Assessorato alla Comunicazione, il supporto di Aiomi (Associazione Italiana Opere Multimediali Interattive) e con la media partnership di Game Republic e CVG (Cinema e Videogiochi).
Il fine dell’evento, giunto quest’anno alla quarta edizione, è quello di coinvolgere il visitatore in un viaggio interattivo in grado di ripercorrere l’evoluzione del medium videoludico, senza per questo dimenticare i recenti sviluppi del mercato. Vero e proprio cuore pulsante di Video Games History è il museo, che presenta più di 1000 pezzi di grande valore storico e culturale, dalle origini sino ai giorni nostri. Nelle nostre vetrine, si potranno ammirare pressoché tutte le console e i sistemi prodotti, le pietre miliari dell’intrattenimento videoludico, ma non solo: saranno presenti artwork, prototipi, edizioni limitate, oggetti unici al mondo. Inoltre, la collaborazione con le più importanti realtà italiane permette al nostro evento di offrire una grande varietà di iniziative. Gli 800 mq dell’area espositiva dell’Urban Center di Monza ospiteranno anteprime ufficiali, stand riservati agli operatori del settore, contest e competizioni. Tra le numerose attrazioni, ricordiamo il primo campionato italiano di Pong, organizzato dalla neonata AIR – Associazione Italiana Retrogaming, oltre all’esclusivo torneo di Fifa 11. Mentre, per quanto riguarda i dibattiti, Video Games History può contare sulla presenza di alcuni dei personaggi più influenti del settore, a livello nazionale e internazionale. A questo proposito, si segnalano l’adesione di Bonaventura Di Bello, direttore del Vigamus di Roma, e Riccardo Cangini, responsabile della software house Artematica.
In virtù della ricca offerta, notevolmente ampliata rispetto agli anni scorsi, ci poniamo l’obiettivo di ottenere un successo di pubblico superiore alla precedente edizione, che ha fatto registrare oltre 2000 presenze in 2 giorni, con il notevole interessamento da parte delle più importanti testate giornalistiche italiane. Sabato sera poi saremo tutti ospiti del locale in cima all’Urban Center per un aperitivo animato dai DJ Paolo & Chiaro e da giovani artisti di bitmusic e chiptune, con spettacolo del VJ Visual Loop!
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.