BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il paese piange il dramma dei tre piccoli

Nel centro di Casnigo, mentre le campane rimbombano a lutto, non si parla d'altro anche se lei, la mamma dei tre bambini, non era molto conosciuta in paese.

Più informazioni su

Sono bimbi piccoli Joseph, 4 anni, Marco, 6 e Valentina, di 9. Figli di Luigi Cristiano, 38 anni, Katiuscia Banfi, 35 anni, morta alle 5,40 del 27 settembre in un incidente stradale ad Albino, sulla superstrada.
Nel centro di Casnigo, mentre le campane rimbombano a lutto, non si parla d’altro anche se lei, la mamma dei tre bambini, non era molto conosciuta in paese. Si parla dell’incidente, dell’ennesima vittima della strada e in pochi secondi ci si commuove, si resta attoniti quando si viene a sapere che aveva tre bimbi così piccoli. ‘Una grossa tragedia’ si sente dire dal panettiere, mentre il postino, nella piazzetta centrale, tenta di far ricordare a due signore chi era la donna scomparsa. Non si vedeva molto in paese, Katiuscia Banfi. Di origini milanesi si era poi spostata con i genitori a Gandino, dove sua madre e suo padre hanno tuttora una casa che utilizzano soprattutto nel week-end, mentre si spostano a milano in settimana. Poi, due anni fa, con il suo compagno di vita e padre dei suoi figli, Katiuscia si era trasferita in via Serio 113 a Casnigo, sulla provinciale in località Ponte del Costone. Da quella casa faceva avanti e indietro da Milano quasi ogni giorno. Nel capoluogo gestiva infatti da tempo un chiosco di bibite e panini, lavorando soprattutto di notte. In quella casa la notizia è arrivata come un lampo dopo le otto del mattino e il compagno di Katiuscia è andato con i suoceri alla camera mortuaria dell’ospedale di Gazzaniga. I primi due figli sono rimasti a scuola, all’istituto Sant’Angela di Fiorano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.