BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Consultori, i sindaci si sono rimangiati la parola”

Pubblichiamo la nota del consigliere provinciale Vittorio Milesi che denuncia la soppressione dei consultori in Val Brembana.

Più informazioni su

Pubblichiamo la nota del consigliere provinciale della Lista Bettoni Vittorio Milesi che denuncia la soppressione dei consultori in Val Brembana.

Negli scorsi giorni l’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Territoriale della Valle Brembana, con il solo voto contrario del rappresentante del Comune di San Pellegrino Terme, ha approvato un Protocollo d’Intesa con l’ASL di Bergamo per l’apertura di due Consultori Familiari a Piazza Brembana e Zogno che saranno rispettivamente gestiti dalla Fondazione don Stefano Palla e dalla Cooperativa In Cammino.
Con questa decisione, con il consenso degli Amministratori del territorio, viene così cancellato ufficialmente e definitivamente il Consultorio Familiare pubblico che soprattutto in una realtà montana come la nostra avrebbe dovuto essere assicurato e garantito con ogni mezzo come presidio a tutela e garanzia dei cittadini di un territorio che vive situazioni di evidente isolamento ed emarginazione e di sempre maggiore difficoltà e fragilità.
Una scelta sbagliata che dimostra ancora una volta, in primo luogo, una mancanza di coraggio, determinazione e lungimiranza degli Amministratori della Valle. Con un’aggravante che rischia di pesare e avere riflessi negativi anche su diverse altre questioni aperte e fondamentali per lo sviluppo, la qualità della vita e il futuro della Valle Brembana. Nel novembre/dicembre 2009, l’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito della Valle Brembana, i 38 Comuni della Valle e l’Assemblea della Comunità Montana, avevano approvato un documento nel quale si chiedeva all’ASL di Bergamo la riattivazione del Consultorio Familiare che risultava sostanzialmente chiuso dall’anno 2006 per un problema di “inidoneità dei locali” che l’ASL stessa avrebbe dovuto affrontare e risolvere. Nel documento l’Assemblea dei Sindaci, la Comunità Montana e i 38 Comuni della Valle.
chiedevano:
– la riattivazione del Consultorio nell’Ambito territoriale della Valle Brembana entro il 31/12/2009 mediante assegnazione certa di personale settimanale non inferiore a quanto delineato nel documento pari a 221 ore e più precisamente:
2 PSICOLOGI A 38 ORE
1 ASSISTENTE SOCIALE A 36 ORE
1 EDUCATORE PROFESSIONALE A 25 ORE
1 GINECOLOGO A 12 ORE
2 OSTETRICHE: 1 A 36 ORE E 1 A 18 ORE
1 AMMINISTRATIVO A 18 ORE
ALCUNE ORE DI INFERMIERE

un pronunciamento definitivo dell’ASL entro 10 giorni dal ricevimento del documento.

A nove mesi di distanza, la vicenda si chiude con un risultato esattamente contrario e opposto che sancisce la chiusura del Consultorio Familiare pubblico (sedi di Piazza Brembana e Zogno) e l’apertura di un Consultorio gestito dalla Fondazione Don Stefano Palla (Piazza Brembana) e dalla Cooperativa In Cammino (Zogno) con la presenza settimanale complessiva di personale sulle due sedi pari ad 88 ore e più precisamente:
OSTETRICA 47 ORE
GINECOLOGO 8 ORE
ASSISTENTE SOCIALE 18 ORE
PSICOLOGO 12 ORE
ASSISTENTE SANITARIA 3 ORE

Con il consenso degli “illuminati” e “coraggiosi” Amministratori della Valle che si sono completamente rimangiati il contenuto del documento da loro stessi approvato nel novembre/dicembre 2009, è stato così soppresso un altro pezzo di “servizio pubblico” in Valle Brembana!!! Di più, nel Protocollo d’Intesa i Comuni dell’Ambito della Valle Brembana si impegnano, tra gli altri, a:

– valutare l’impegno di risorse economiche ed umane per lo sviluppo e l’incremento dei servizi. Risorse deliberate dall’Assemblea dei Sindaci o dalla Comunità Montana o derivanti da finanziamenti reperiti allo scopo.

– concorrere alla definizione di protocolli operativi con l’Azienda Ospedaliera per la definizione delle reciproche competenze per eventuali prese in carico congiunte e per la realizzazione di sinergie tese ad ottimizzare l’offerta consultoriale (in modo particolare in tema di gravidanza fisiologica, accompagnamento alla nascita e prestazioni di neuropsichiatria infantile).
Un accordo che costituisce un assoluto “capolavoro” degli Amministratori della nostra Valle che anziché pretendere un maggior rispetto dei propri cittadini e del territorio montano, accettano e approvano la chiusura di un “servizio pubblico”, dichiarandosi nel contempo già disponibili ad accollarsi spese per servizi che è compito e dovere di altre Istituzioni garantire sul territorio!!! Una scelta sciagurata e tremendamente sbagliata che si aggiunge, per restare ai temi socio-sanitari, alla mancanza di coraggio che anche in questi mesi si è evidenziata in termini drammatici, rispetto alla questione riguardante la richiesta di afferimento dell’Ospedale di San Giovanni Bianco all’Azienda Ospedaliera di Bergamo anziché di Treviglio.
In tal senso, vale la pena di ricordare che l’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Territoriale della Valle Brembana il 28 giugno u.s., ha discusso e respinto una mozione presentata dai rappresentanti dei Comuni di San Pellegrino Terme e Olmo al Brembo con la quale si rinnovava la richiesta dell’afferimento dell’Ospedale di San Giovanni Bianco all’Azienda Ospedaliera di Bergamo con 4 voti a favore (Comuni di San Pellegrino Terme, Olmo al Brembo, Bracca, Costa Serina) e 10 contrari (Comuni di Averara, Brembilla, Cassiglio, Cusio, Dossena, Lenna, Ornica, Piazza Brembana, Piazzolo, Taleggio).
Per molti Amministratori della Valle, evidentemente, non contano i bisogni e le esigenze dei propri cittadini ma le posizioni delle Segreterie Provinciali dei Partiti che come è noto, in particolare per la Lega Nord, continuano, per motivi francamente incomprensibili e assurdi, ad essere contrarie all’afferimento dell’Ospedale di San Giovanni Bianco all’Azienda Ospedaliera di Bergamo.
In un tempo di straordinarie difficoltà come quelle che stiamo vivendo, crediamo che la Valle Brembana abbia bisogno di Amministratori coraggiosi che senza riserve, calcoli di convenienza o interessi personali, si pongano il solo e unico obiettivo di essere attenti e fedeli alle necessità e ai bisogni dei propri cittadini.
Vittorio Milesi Consigliere Provinciale “Lista Bettoni”
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Edoardo San Pellegrino

    In effetti Vittorio: riguardati la rotonda …. in quanto la statua mi pare un pò troppo magra ….. non avrà per caso bisogno del Consultorio anche lei?!
    Complimenti a chi lavora x costruire i servizi e non per fare balzelli politici …

  2. Scritto da Claudia P.

    non conosco di persona i Sindaci Milesi e Remuzzi, e non trovo giusto scrivere certi commenti sulle persone! Li invito comunque nel lavorare per aprire il prima possibile questi nuovi consultori …. Ma quando apriranno ?

  3. Scritto da elena Sangio

    Non conosco bene la situazione e quindi non capisco che costi abbia il consultorio ….. ma sono contenta per tutte quelle mamme che aspetteranno un bimbo e potranno rivolgersi al consultorio in caso di bisogno!

  4. Scritto da Giovanni Zogno

    Con tutte le criticità del caso …. grazie agli Amministratori che hanno lavorato per la riapertura dei consultori!! Hanno dimostrato di avere molta più attenzione di Asl e Regione per i problemi dei nostri paesi!!

  5. Scritto da pierino

    Certo che si vede anche da questi commenti qual’è il coraggio dei nostri Sindaci e dei loro amici!!
    Del resto basta vedere com’è conciata oggi la Valle Brembana per capire la qualità degli “Amministratori”.
    Sempre peggio ma c’è chi è contento!!!

  6. Scritto da la redazione

    I commenti a raffica, opera della stessa mano, finiscono dritti nel cestino. Ospitiamo contributi di idee, non slogan a senso unico. Grazie

  7. Scritto da Valbrembanino

    Sempre le solite polemiche, sempre i soliti no, sempre i soliti forse, sempre i soliti distinguo.

    In poche parole la solita opposizione distruttiva! Prima opposizione in provincia con la Margherita, poi con la lista Bettoni. Sempre in opposizione in Comunità Montana!
    Dimenticavo Sindaco e Vice-sindaco di San Pellegrino Terme….in attesa di risultati dopo le idee di rilancio

    Di nuovo auguri di buon lavoro al presidente CMVB Mazzoleni e al presidente dell’assemblea dei Sindaci Remuzzi

  8. Scritto da ipocrisia

    oltre ad arlecchino la valle brembana ha un altra maschera con i suoi compari giullari , quattro sindaci che ogni volta ci portano al ridicolo, smettetela di criticare chi lavora con onestà intellettuale e voglia di fare . a memoria si ricordano più i salti di partito per convenienza che la competenza amministrativa e propositiva di chi irresponsabilmente ci dice che la valle brembana verrà rilanciata dai soldi di percassi , che verranno invece spesi per lo stadio di bergamo . distintamente

  9. Scritto da martina

    A noi cittadini le polemiche politiche non interessano. Non avevamo il consultorio ed ora lo avremo. Grazie a chi lavora per noi!

  10. Scritto da sanpellegrinese

    Mi piacerebbe che il sig. Vittorio Milesi, oltre/invece che inveire contro tutto il mondo degli amministratori a lui non sodali, facesse riaprire al più presto le Terme di San Pellegrino dopo che da quattro anni le ha fatte chiudere perchè tanto arrivava Percassi con le terme più belle del mondo.

  11. Scritto da Marco

    Complimenti ai Sindaci della nostra Valle!!!
    Per l’ennesima volta vengono cancellati servizi pubblici essenziali con il consenso dei nostri illuminati Amministratori.
    Povera Valle Brembana!!!

  12. Scritto da valle brembana

    un ringraziamento al presidente dell’assemblea dei sindaci della valle brembana Ezio Remuzzi, perchè, in una fase di forti tagli e penalizzazioni dei servizi ai cittadini ,si è prodigato trovando la soluzione all’ apertura dei consultori a piazza brembana e a zogno. Al signor Vittorio Milesi e agli altri (pochi) sindaci che votano sempre contro e non sanno fare altro che polemizzare un caloroso invito a crescere !

  13. Scritto da code

    vittorio pensa alla rotonda cretina che hai voluto e che ci porterà disagi enormi !

  14. Scritto da aldo

    la valle sarà sempre poco considerata fino a che ci saranno i vari Milesi e Goglio ,due vere iatture per noi cittadini

  15. Scritto da lucy

    milesi sempre in minoranza, vedi provincia e com montana : ci sarà un motivo … ?