BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, cambia solo il modulo Con la Reggina pareggio deludente fotogallery video

Si sblocca Ruopolo con un diagonale chirurgico al 19esimo ed i bergamaschi ritrovano il gol. Pareggio reggino di Bonazzoli.

Più informazioni su

Un’Atalanta bella a metà viene fermata sul pareggio (il secondo consecutivo dopo lo 0-0 con il Frosinone di tre settimane fa) da una Reggina scaltra e Cinica. Colantuono opta per il cambio di modulo: via il 4-4-2 dentro il rombo con Doni trequartista alle spalle della coppia Ruopolo-Ardemagni. Mossa che sembra risultare vincente soprattutto nel primo tempo, dominato dai nerazzurri. Parte forte la Dea, capace di creare due palle-gol nitide nel primo quarto d’ora grazie ad un Doni ispirato e di un Ardemagni finalmente convincente (gol a parte) ma Ruopolo è appannato ed in entrambe le occasioni spara addosso a Puggioni da posizione ultrafavorevole. La rete per l’ex attaccante dell’AlbinoLeffe è solo rimediato ed arriva puntuale al 19esimo quando con un diagonale preciso batte dal limite dell’area l’estremo difensore amaranto. Partita che corre sui binari giusti? Non proprio perché sei minuti più tardi il bresciano Bonazzoli si mette il cappello da mago Merlino ed disegna una traettoria alla Del Piero che spinge il pallone alle spalle di Consigli. Magia che costa un contraccolpo psicologico per alcuni minuti ai nerazzurri che riprendono l’arrembaggio all’area degli ospiti nel quarto d’ora finale di primo tempo senza riuscire a trovare il colpo vincente. Nella ripresa, almeno inizialmente, riparte il film già visto nella prima parte ed al terzo minuto è ancora Ruopolo ad impegnare Puggioni. Al sedicesimo si spegne la luce e con essa le speranze di vittoria per i nerazzurri a causa dell’espulsione rimediata da Raimondi per doppio giallo. In dieci l’Atalanta fatica a trovare gli ultimi venti metri e nel contempo è la Reggina a trovare la sicurezza per gestire un pareggio preziosissimo lontano dal Granillo. Pareggio che potrebbe trasformarsi in vittoria e quindi in beffa per i bergamaschi ma è solamente grazie all’intervento prodigioso di Troest su Sy che viene evitata. Finisce 1-1 con la vetta che si allontana sempre di più, lontana cinque lunghezze dal Siena capolista. Uniche note positive il ritorno delle palle-gol nitide dovute sia grazie al modulo sia grazie ad un avversario che si è dimostrato il più abbordabile tra le squadra incontrate dai nerazzurri fino ad oggi. Solita nota negativa la mancanza di precisione e di cattiveria in zona gol (che contro la Reggina è significato l’area piccola viste le occasioni gettate al vento da Ruopolo); e senza buttarla dentro, soprattutto quando ti trovi a due metri dalla porta, la strada vittoria sarà sempre in salita.

ATALANTA-REGGINA 1-1
RETI: 19’pt Ruopolo, 25’pt Bonazzoli
ATALANTA (4-3-1-2): Consigli; Raimondi, Talamonti, Peluso, Bellini; Padoin, Carmona, Barreto; Doni (19’st Troest); Ardemagni (43’st Bonaventura), Ruopolo (28’st Ceravolo). All. Armenise.
REGGINA (4-4-2): Puggioni; Adejo, Cosenza, Acerbi, Colombo (32’st Barillà); Rizzo, Viola, Missiroli, Rizzato; Bonazzoli (39’st Sy), Campagnacci (12’pt Adiyiah). All. Atzori.
NOTE: ammonito Colombo, Talamonti, Doni, Cosenza, Bonaventura, Acerbi. Espulso Raimondi.

SECONDO TEMPO
50′: finisce il match, altro pareggio casalingo dopo l’ics contro il Frosinone. Bordata di fischi da tutto lo stadio.
46′: ammonito Acerbi.
45′: ammonito Bonaventura per un intervento da dietro su Adiyiah.
43′: ultimo cambio per Colantuono, fuori Ardemagni, dentro Bonaventura.
42′: incredibile azione per la Reggina, tiro cross di Missiroli che si stampa sulla traversa a portiere battuto. Da trenta centimetri palla a Sy ma è miracoloso Troest in scivolata a portargli via la palla.
41′: altra clamorosa palla gol per la Dea con Troest, bravissimo in elevazione, che da pochi centimetri manda la palla di un filo sopra la traversa.
40′: sussulto atalantino con il rasoterra di Padoin che chiama all’intervento Puggioni.
39′: fuori Bonazzoli, ottima partita per lui, dentro Sy.
38′: non sta accadendo più nulla, l’Atalanta fatica a trovare gli ultimi venti metri, idem la Reggina che sta gestendo il pareggio.
32′: dentro Barillà per Colombo nella Reggina.
28′: secondo cambio per Armenise, fuori l’autore del gol Ruopolo, dentro Ceravolo.
26′: ammonito Cosenza.
25′: in dieci i nerazzurri fanno fatica a costruire gioco.
19′: primo cambio per i bergamaschi, dentro Troest, fuori Doni.
17′: ammonito Doni per un fallo gratuito su Rizzato.
16′: Atalanta in dieci per un fallo di Raimondi che si è beccato il secondo giallo della partita. Gara in salita quindi per i bergamaschi.
12′: primo cambio per la Reggina, dentro Adiyiah, fuori Campagnacci.
11′: lancio in profondità per Ardemagni la cui conclusione viene rimpallata in angolo.
7′: Raimondi a terra per un guaio al ginocchio.
6′: ammonito Talamonti per proteste.
5′: colpo di testa di Missiroli parato senza difficoltà da Consigli.
3′: altra magia di Doni che manda in porta Ruopolo, diagonale dell’ex AlbinoLeffe addosso al portiere che si salva. Riparte da dove aveva iniziato l’Atalanta, e cioè dall’attacco.
1′: ripartiti, nessun cambio nell’intervallo.

PRIMO TEMPO
46′: finisce il primo tempo.
45′: lancio di Barreto per Ardemagni, sinistro al volo che finisce sopra la traversa.
44′: ammonito l’ex AlbinoLeffe Colombo.
43′: oramai è un assalto all’area amaranto.
40′: ancora Ardemagni di testa, palla che finisce debole vicino al palo destro.
39′: è ritornata la convinzione in casa Atalanta di portare a casa il risultato.
38′: arrembaggio bergamasco, tocco sottoporta di Ardemagni respinto dal portiere, sul rimpallo arriva Barreto che colpisce il palo.
36′: tocco vellutato di Doni per Padoin che di sinistro sparacchia in curva.
31′: pescato in area Ardemagni, in netta ripresa, ma si fa anticipare all’ultimo momento. Angolo per la Dea.
29′: contraccolpo psicologico per i ragazzi di Colantuono che sembrano aver subìto il colpo dopo il gol del pareggio ospite.
25′: nemmeno il tempo di esultare che la Reggina si riporta in parità con uno splendido gol di Bonazzoli. Tipico gol alla Del Piero per il bresciano. Atalanta-Reggina 1-1
19′: gggooooooooooooooooolllllllll!!!!!!!!!!!! Dopo l’erroraccio si sblocca Ruopolo che prende palla dal limite e con un diagonale chirurgico batte Puggioni. Atalanta-Reggina 1-0.

16′: colpo di testa di Bonazzoli velleitario che si spegne a fondo campo, ad un paio di metri dal palo destro di Consigli.
15′: ha debuttato il nuovo schermo gigante in curva sud promesso da Percassi la scorsa estate.
14′: bellissima combinazione in area, Padoin mette in mezzo, la palla arriva a Ruopolo che da due metri spara addosso al portiere. Gravissimo errore dell’attaccante atalantino.
9′: secondo angolo per la Reggina.
8′: grande giocata di Ardemagni che entra in area dalla sinistra bevendo il diretto avversario. Il tiro è centrale ma sulla ribattuta arriva Ruopolo ed è ancora Puggioni a dire di no. Atalanta pericolosissima.
6′: Bonazzoli spizzica di testa un calcio d’angolo dalla sinistra. Brividi per Consigli.
4′: cross di Ruopolo dalla destra, arriva in ritardo di un niente Ardemagni.
3′: fase iniziale di studio tra le due squadre. Nel settore ospiti 13 tifosi reggini.
1′: partiti!

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rf

    x dolly: ah,ah,ah …sa òlet po’?
    Limitati a scrivere la tua opinione diversa sul tema proposto, argomentala e evita giudizi impertinenti sui modi altrui che sono del tutto gratuiti, ché non dobbiamo fare qui esercizio obbligatorio di simpatia reciproca. Quanto a Mutti parla il suo mediocre curriculum il resto è noia, Cordialità varie.

  2. Scritto da dolly

    @22. Mica lo difende? come Percassi, giusto?
    Quanto a Mutti, prima si fare le sue arci-retoriche e roboanti sentenze (gratuite, ovviamente) si informi un poco, anche su di lui. Se riesce a distinguere fatti e giudizi.
    Bellini … è l’unico della difesa forse?
    E…forse non è che più d’uno avesse mercato, e non solo in serie B? E non parliamo di cinque anni fa
    Si calmi anche lei, prof rf.

  3. Scritto da gibo 31

    Sarà pure la serie B, ma io non ho visto in tutta la partita 3 passaggi giusti, gente che non sa stoppare il pallone, che cincischia davanti alla porta perchè non ha il pallone sul piede giusto, veramente siamo a livello di seconda categoria . Certo l’arbitro ci ha messo del suo non era a sansiro . Potremo andare in serie A se qualcuno dal Paradiso guarda giù .

  4. Scritto da Terrone

    credo che la passata esperienza a Bergamo il mussolini del lazio abbia avuto un pò di c…..questo giro gli sarà più difficile..ma sperare costa poco. Speriamo quindi di crescere!

  5. Scritto da sveglia

    Bisogna essere misurati nei giudizi, il campionato é ancora molto lungo. Ma la realtà é che fino ad ora LA SQUADRA SCHIACCIASASSI che doveva dominare il Campionato non si é proprio vista, anzi ARRANCA, NON VINCE, SEGNA POCHISSIMO E GIOCA MALE!!

  6. Scritto da mutti era scarso.. e questo allora?

    @20. Vedremo, speriamo. Intanto il suo tanto lodato Colantuono sta confermando tutti i dubbi di chi temeva sulle sue abilità tecniche.
    Tutti.
    E ha un fior di squadra, non scherziamo con i terzini.

  7. Scritto da rf

    lL suo Colantuono? ah,ah.. Mica lo difendo, sto solo dicendo che ci vuole calma, perché un passo falso coi nervi e facciamo la fine del Torino. Quanto a Mutti lasciamo perdere, allenaotre mediocrissimo, vecchio, privo di coraggio ed idee. Buono per le parrocchie non per il calcio. Riguardo alla rosa a mio avviso la ns difesa è sopravvalutata quanto ai terzini, sarebbe ora di dire che Bellini è un giocatore finito, ma, si sa, è di Sarnico, molto meglio prendersela con i terùn come Conte…

  8. Scritto da Atalantino

    E’ arrivato Percassi… E i risultati si vedono. Brao Brao… Prope brao

  9. Scritto da francesca - Alzano

    a 8-9-10-13.15 che poi sono sempre la stessa persona : Percassi ha come obbiettivo la serie A . Ha sempre detto che ci sarebbero state delle difficoltà e che restando tutti uniti si possono superare. Perciò se tu e i tuoi simili non avete questa pazienza di aspettare cambiate squadra e tifate per le solite 4 squadre che pur di vincere a qualsiasi costo sono disposte a falsare i campionati comprando arbitri ect. e abbiate almeno il coraggio di firmarvi col vostro vero nome.

  10. Scritto da scopo

    Questa è la serie b, tutti si aspettavano una squadra ammazza campionato ma neppure la Juve riusci nella prima parte del campionato…ci vuole pazienza oppure si farà un altro anno di b.. non è poi mica un peccato… il Bari ci impiego 8 anni per ritornarci il Brescia 5

  11. Scritto da bergamasco

    colantuno non mi è mai piaciuto,percassi è stato accolto come un dio nonostante la precedente esperienza è stata con alti e bassi,adesso non vedo le solite contestazioni che cerano con i ruggeri.attualmente tutti a dire che sono soddisfatti….e di cosa??ovviamente mi auguro che con il tempo i risultati arriveranno,però un minimo di onestà….l’atalanta va malino,giusto criticarla,per quale motivo si deve difenderla a spada tratta?

  12. Scritto da ex padano

    Bisogna avere il coraggio di valutare con lucidita’ la squadra essere tifosi ciechi non serve a niente cara francesca da alzano….(16).Concordo con chi dice che anche due anni in B non sono una tragedia….

  13. Scritto da rf

    Calma , calma…dare giudizi definitivi e disfattisti dopo sole 6 giornate di B vuol dire non conoscere il calcio cadetto. Abbiamo diversi probkemi al momento quasi tutti risolvibili, molti legati alla condizione fisica di giocatori. Io sono solo preoccupato dei ns terzini che sono veramente scarsi, per il resto a marzo saremo comunque insieme al Siena a lottare èer la vittoria del campionato.

  14. Scritto da !!!

    Serie C.

  15. Scritto da gabriele

    meglio vincere o pareggaire? vincere
    meglio pareggiare o perdere? pareggiare
    meglio pareggiare (e duludere) o perdere (ed entusiasmare)? pareggiare
    prendiamo il punto e mettiamolo in cascina

  16. Scritto da gabriele

    ah dimenticavo, comunque, forza AtAlAntA!!!!!

  17. Scritto da mariolino

    Se non si cambia subito allenatore la serie A la vediamo con il binocolo. Anche oggi ha fatto un paio di cappellate che nemmeno un tecnico di seconda categoria. ma Percassi e Spgnolo dormono o vedono anche loro? E cosa aspettano a farsi sentire? Dopo sei giornate sono stanco di sentire chiacchiere.

  18. Scritto da 1907/b e poi C !

    forsa ragasssssi, siamo forti, anche oggi non abbiamo perso !!!

  19. Scritto da deluso

    doni sempre il solito casinista………….se non vuol giocare stia fuori

  20. Scritto da marco d.

    e quel portiere…. prima era colpa del dualismo con Coppola. E adesso? Apriamo gli occhi, lasciamo perdere l’euforia. Questa squadra se la sogna la promozione avanti di questo passo.

  21. Scritto da silvano s.

    C’è perfino il Portogruaro davanti a noi. la squadra su cui pochi mesi fa ironizzava un trombone che scrive su L’Eco. Roba da andare a nascondersi. Dalla vergogna.

  22. Scritto da ex padano

    an ga’ de turna so’ sobet… Parole sante caro Percassi…. a quando le prossime c…e rassegnati ad un’altro campionato in B!!!!!

  23. Scritto da il giudice

    Lo spiaggiato portodanzese ci stà traghettando tranquillamente in serie C.
    Ogni sua dichiarazione o commento è da prendere con le molle, senza contare il tono da luminare calcistico.
    Si salvi chi può.

  24. Scritto da Atalantino

    Percassi è questa l’Atalanta che volevi subito in A? Brao Brao… Prope Brao

  25. Scritto da 222

    sulla rai la lodano sempre l atalanta ,invece la stampa bergamasca la massacra!Certo c è ancora molto da fare,ma l impegno visto oggi era lodevole!io ero allo stadio e nonostante tutto mi è piaciuta.Prima o poi la fortuna girerà,FORZA ATALANTA!!arbitro osceno……

  26. Scritto da 1907/b

    conviene tentare un’altra strada, far trovare nello spogliatoio dell’albitro orologi, salami, caciotte viaggi ecc ecc

  27. Scritto da luigi

    Anche io sono deluso, ma i finti tifosi che scrivono i commenti qui sotto possono andare a vedere l’Albinoleffe o il i ladroni del Milan se preferiscono!
    Forza Atalanta, Forza rgaazzi che andremo in serie A nonostante questa gente