BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le minoranze: “Sara Trabucchi non ha risposto”

Pubblichiamo il comunicato inviato da Annamaria Morelli del gruppo Insieme per cambiare Curno in merito alle vicende in cui è coinvolta Sara Trabucchi, ex assessore.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato inviato da Annamaria Morelli del gruppo Insieme per cambiare Curno in merito alle vicende in cui è coinvolta Sara Trabucchi, ex assessore a Curno.

Da un po’ di tempo, l’attività del Consiglio comunale a Curno è caratterizzata da una buona dose di irritualità e di mancato rispetto delle consuetudini; il 15 settembre scorso, per esempio, si sarebbe dovuta rendere pubblica la risposta dell’assessore Trabucchi all’interrogazione presentata dal gruppo di minoranza Insieme per cambiare Curno.
Come di consueto, è stata letta l’interrogazione per presentarla anche al pubblico in sala ma, in maniera del tutto inconsueta, non è stata data lettura della risposta inviata il 12 agosto dall’allora Assessore alle Politiche giovanili Sara Trabucchi.
Il nostro gruppo si è comunque dichiarato non soddisfatto della risposta inviata:
ciò che l’interrogazione chiedeva era se l’assessore confermava quanto dichiarato alla stampa e cioè che la signorina Marica Trabucchi non fosse tra i fondatori dell’associazione, senza chiedere con quale spirito e con che sentimenti la signorina Marica Trabucchi avesse deciso di contribuire alla costituzione dell’associazione Brave Generation: quello che ci interessava conoscere erano i motivi per cui l’allora Assessore aveva dichiarato il falso alla stampa e ancora non abbiamo ricevuto spiegazioni in merito.
Nella sostanza, l’ex assessore Trabucchi rivendica il diritto della Giunta di scegliere in assoluta libertà le manifestazioni da patrocinare, le associazioni da sostenere, l’entità dei contributi da versare; una rivendicazione accettabile, che dovrebbe in ogni caso essere opportunamente motivata e che contrasta con l’impegno di questa maggioranza a redigere regolamenti farraginosi, a porre vincoli, controlli, limiti che vanno poi di fatto ad appesantire il lavoro delle associazioni che operano da decenni a Curno e che sono allegramente ignorati, ogni qual volta la Giunta ritenga interessante farlo.
Per di più, l’allora assessore sostiene che la Giunta avrebbe posto come condizione la restituzione dei contributi versati, nel caso in cui la manifestazione avesse avuto un bilancio in attivo; ma questa affermazione non è suffragata da nessun documento.

Il Sindaco ha affermato che la risposta pervenuta il 12 agosto e firmata dall’allora assessore è da considerarsi una ”risposta a titolo personale” della dott.ssa Trabucchi ed ha aggiunto una sua non-risposta, nella quale sostiene che, essendo in corso un’indagine della Magistratura a seguito di un esposto anonimo sulla Festa della Birra, è opportuno tacere fino a che non sia chiarita la vicenda penale.

In sede di Consiglio abbiamo ribattuto che questa sua ulteriore presunta risposta non è accettabile, in quanto l’interrogazione del 7 luglio era indirizzata al Sindaco e all’Assessore, e che quindi una risposta era dovuta ben prima della richiesta di chiarimenti dalla Procura, pervenuta in Comune il 13 agosto.

Ricordiamo che il regolamento del consiglio comunale e la legge (T.U.E.L.) prevedono che le risposte alle interrogazione siano date entro 10 / 30 giorni.
Il Sindaco avrebbe potuto e dovuto rispondere entro il 6 agosto.
Con preoccupazione rileviamo che il Sindaco, purtroppo, ha scelto di strumentalizzare un’indagine della Magistratura per giustificare l’incapacità di affrontare i problemi; l’abbiamo dolorosamente subito per il blocco del cantiere della scuola, ora assistiamo allo stesso gioco per la Festa della Birra.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da disincantato

    Mi sa che dimostra solo che raccontano delle gran bugie.
    Prepariamoci comunque a riaccogliere presto la Trabucchi in giunta.
    Arriva presto il momento in cui a salvare il sindaco non bastano le schede bianche o le assenze teleguidate del Cangelli.
    Occorrerà Votare. E allora servirà la Trabucchi e allora il sindaco la dovrà reintegrare volente o nolente.
    Aristide..
    Mi butti giù un pezzo sui volta gabbana?
    Grazie

  2. Scritto da vice-vece-versa

    Ma, la signora assessora vicesindaco Donizetti che in quei mesi reggeva il Comune per conto del sindaco-turista in Corea, non ha responsabilità in questa vicenda? Il sindaco si discolpa perchè assente, ma prima di partire aveva dato notizia alla stampa, che il Comune sarebbe stato gestito dalla sua vice Donizetti. Se l’assenza del sindaco è per lui motivo sufficiente per discolparsi,allora la colpa va attribuita a chi era presente e ha deciso in sua vece. Ovvero la sig.ra Donizetti.

  3. Scritto da puzzole

    #3 Ricordi bene e ci chiediamo:”Costituirà un aggravante il fatto che sono entrambe avvocato e di conseguenza potrebbero essere espulse dall’ordine degli avvocati, qualora ne fossero iscritte?
    L’atto costitutivo era anche sul sito dell’udc di Curno.

  4. Scritto da Giuli

    Intendi dire che la ritrovi assisa sulla sedia del tuo salotto?
    Diversamente se intendi una sedia comunale, direi che bisognerebbe aspettare che sia nuovamente seduta, salvo che si sia allievi praticanti del Mago Otelma.
    Che bella cosa la demagogia!

  5. Scritto da alessandro

    Mi sembra di ricordare che non non solo la sig.ra Sara Trabucchi abbia
    dichiarato che la sorella non era nell’associazione, ma pure la stessa Marica Trabucchi ha dichiarato di non aver costituito l’associazione…mi risulta che entrambe abbiano dichiarato il falso in quanto risulta agli atti l’atto costitutivo dell’associazione, che la sorella dell’ex assessore sia costituente e fondatrice…verifichiamo nuovamente..ma le prove ci sono…. sono in due che raccontano bugie allora………

  6. Scritto da disincantato

    # 3. l’atto costitutivo era stato pubblicato su BG news a giugno-luglio. non so se è possibile recuperarlo o se ormai dopo mesi la cosa non è più on line.

    Quanto alla simpatica Giuli (o simpatico, scusa ma dal nome non capisco) nel consiglio di mercoledì scorso è il sindaco che ha detto che la “punizione” per la Trabucchi potrebbe essere temporanea. Chiedi a chi c’era o fatti dare le registrazioni. E il Mago Otelma non c’entra nulla, basta una decisione del sindaco (che non l’ha esclusa).

  7. Scritto da Giuli

    Caro disincantato, qui non si parla di punizione ma credo di perdita di fiducia.
    Una persona può sempre recuperare la fiducia, dipende dai suoi comportamenti.
    Ma da lì a reintegrare qualcuno che ha combinato un simile pasticcio e l’ha poi gestito peggio credo che ne passi.
    Non prendertela per il mago Otelma era solo una battuta per dire che mi sembra che tu pretenda di leggere nella sfera di cristallo.

  8. Scritto da disincantato

    Nulla di nuovo mi pare.
    L’aveva scritto qualcun altro giorni fa.
    Ogni risposta scomoda o viene negata oppure vien data mesi dopo a tema dimenticato. E pensare che si spendono più soldi per la comunicazione nel comune di curno (2 giornali per distinguerci dagli altri comuni) che per finanziare, ad esempio le attività delle associazioni.
    Poi magari uno si dimentica e zac. ci ritroviamo la Trabucchi sulla cadrega….