BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Salone di Parigi avrà l’anima verde

Saranno le vetture elettriche le grandi protagoniste della rassegna francese, ma ci sarà spazio anche per le supercar. Le immagini.

Più informazioni su

LA GALLERY DELLE NOVITA’
Dal 2 al 17 ottobre torna il Salone dell’auto di Parigi. Un appuntamento importantissimo per il settore, che attraversa un momento di crisi. I nuovi modelli, sperano i costruttori, serviranno a  rilanciare il mercato. Si punterà molto sulle vetture elettriche, vere protagoniste della rassegna. Non è più tempo di sprechi: tutte le case si sono sforzate di ridurre consumi ed emissioni. Il sipario si alzerà sulla Peugeot iOn e sulla Renault Zoé, mentre gli americani risponderanno con la Volt della General Motors. Le auto elettriche ormai sono una realtà, ma finché non ci saranno distributori di corrente per le strade se ne vedranno poche. Serve un investimento massiccio, sull’esempio di quello che si è iniziato a fare a Milano, con le colonnine installate dall’A2A.
In attesa della rivoluzione, il Salone regalerà comunque grandi novità anche per quanto riguarda i motori tradizionali. L’Italia sarà protagonista con la Giulietta e la Delta Hardblack, ultimi gioielli del gruppo Fiat. L’ultima nata di casa Alfa Romeo presenterà due nuovi propulsori: il 2.0 Jtdm da 140 cv e il 1.4 Multiair da 170 cv (turbo a benzina). La Fiat invece esporrà il nuovo Twin Air da 900 cc, che equipaggerà  quattro 500 esposte allo stand. E’ il motore che inquina di meno al mondo con appena 92 grammi/km di CO2.
Anche le supercar punteranno sull’ecologia: la nuova Ferrari California è stata studiata per ridurre al minimo l’impatto ambientale, con tanto di start&stop, il dispositivo che spegne il motore ai semafori e lo riaccende automaticamente alla ripartenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.