BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Superstrada chiusa, Valseriana in coda “Perché non lavorano di notte?” fotogallery

Disagi a non finire per i pendolari della Valseriana diretti a Bergamo. La chiusura della superstrada causa lunghissime code in direzione Bergamo.

Più informazioni su

Disagi a non finire per i pendolari della Valseriana diretti a Bergamo. Da lunedì pomeriggio infatti la corsia della supestrada diretta in città è chiusa al traffico a causa di un problema ad un giunto di un viadotto a Nembro. Una squadra di operai è al lavoro dalle prime ore della mattina di martedì per riparare il manto stradale. La chiusura causa lunghissime code in direzione Bergamo: da Gazzaniga fino a Nembro il traffico, quando non completamente immobile, va a rilento. Colpa anche dei semafori presenti lungo la vecchia statale, in funzione nonostante il blocco. Migliaia di pendolari per scendere a valle impiegano circa un’ora invece dei classici dieci minuti. Dalle facce degli automobilisti si capisce che non è proprio giornata. C’è chi fuma nervosamente, chi urla al telefono, chi addirittura fa marcia indietro e torna a casa. Molti si lamentano soprattutto del fatto l’informazione sul blocco è stata carente. “L’ha saputo solo ieri sera – spiega Alberto Signorelli – ma non pensavo che chiudesse tutta la superstrada. Se sono in ritardo per andare al lavoro? (risata) ormai mi conviene prendere il giorno di permesso. La domanda mi sorge spontanea: perché non hanno fatto questi lavori di notte? Con tutte le tasse che paghiamo dovremmo aspettarci un buon lavoro dagli amministratori, secondo me questi sono errori grossolani”. “Ma è possibile che per un misero giunto di un viadotto si debba bloccare tutta la valle? – commenta arrabbiato Antonio Zambaiti a bordo del suo camion – Sono stati messi quattro cartelli senza nessun tipo di assistenza da parte dei vigili. Si potevano bloccare almeno i semafori, invece è un disastro fin dalle prime ore. Mia moglie è tornata a casa perché non ce la faceva più”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paolo

    Io ho visto lavorare all’altezza di Nembro, perche non chiudere ad Albino? si sarebbero almeno evitati i semafori di comenduno ed Albino. Ma i vigili sono tutti impegnati a controllare i dischi oarari nei parcheggi a tempo( li sono veramente efficienti!!) ; non era il caso di metterli a gestire gli incroci? Sono cose troppo difficili da pensare per i nostri amministratori capisco…..

  2. Scritto da Andrea

    lavorare di notte costa…vero…. ma se lavorassero bene quelli degli appalti magari risparmieremmo tutto…e quello che mi chiedo è…. ma quelle persone che scaldano e hanno scaldato la cadrega in provincia negli anni appaltano e non controllano??? a che bravi!! complimentoni e io pago!!

  3. Scritto da Mamma mia!

    Tutta colpa dei comunisti!

  4. Scritto da PANTALONE

    Ci vogliono 500 mila euro mediamente X costruire una rotonda. Non mi sembra siano propensi al risparmio.

  5. Scritto da Baradello

    @6 faccio notare umilmente che il taglio del nastro e stato fatto dal buon Bettoni..autorevole esponentedella sinistra italiana

  6. Scritto da Karajan ha ragione!

    @ 4 Karajan : condivido tua idea,hanno toccato livelli che a dir Comici è fargli un bel complimento.

  7. Scritto da OC

    In effetti era meglio avvertire i pendolari con dei cartelli, almeno uno partiva prima da casa.

  8. Scritto da STANCO DI PAGARE

    MA COME E’ POSSIBILE CHE UNA STRADA APPENA COSTRUITA ABBIA I GIUNTI ROTTI???

  9. Scritto da carlo632

    ma quando finiranno ???

  10. Scritto da karajan

    Perchè non lavorano di notte? e io aggiungo, come si fa nel resto d’europa?. Ma aggiungo anche, non è giunto il momento che NOI dovremmo intervenire e sederci in mezzo alla strada?

  11. Scritto da lavoratore

    il vigile ad albino a far passare le macchine in direzione pradalunga, ed a cornale, al ponte di S.Carlo, il semaforo rosso bloccava tutto. Nessuno ha pensato di spegnerlo. Fantastici

  12. Scritto da Padano Incazzato

    Le code lungo le strade delle Valli Bergamasche…ringraziano il Presidente Pirovano e tutta la classe politica Bergamasca….sempre pronta a mangiare

  13. Scritto da Uno che la voglia di lavorare ce l'ha

    “Perché non lavorano di notte?”
    Domandatelo ai sindacati perche’ non si puo’ lavorare di notte

  14. Scritto da carla

    A “Padano incazzato”: Ma sarà possibile che la colpa è sempre dell’amministrazione in carico e mai delle precedenti? Se si rompe un giunto, non penso che la colpa sia di Pirovano!!! E poi, quel giunto, oltre a fare un rumore dell’accidenti, è già saltato una o due volte da quando è in funzione la strada. Forse sarebbe il caso di farlo sistemare, a chi di competenza, una volta per tutte. Concordo, invece, con chi dice che certi lavori andrebbero fatti di notte.

  15. Scritto da ziobeppe

    Io dico ma i suddetti lavori non potevano esser fatti nel periodo di agosto?

  16. Scritto da Padano Incazzato

    A Carla@9 sei troppo buonista con i politici. non hai ancora capire che sono tutti uguali…sono tutti degli sciacalli che pensano a magnare e ha poco lavorare

  17. Scritto da Narno Pinotti

    Semplice. Il lavoro notturno costa di più e la provincia non ha soldi. Gli appalti sono al ribasso, nessuna ditta può permettersi di offrire prezzi concorrenziali se fa lavorare la notte. Giunti rotti? Ricordate il viadotto (Nembro?) nei cui piloni l’appaltatrice aveva messo solo due cilindri d’acciaio di 60 cm sporgenti ai lati per dare l’impressione che ci fosse la barra di 4 metri prevista dal progetto? Così si risparmia. Figuriamoci se imprese così possono lavorare di notte.