BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’Arci al sindaco: sulla mafia eviti strumentalizzazioni

Il presidente dell'Arci Massimo Cortesi risponde al primo cittadino che aveva accusato l'ente di strani rapporti.

Con grande stupore ho letto le dichiarazioni del sindaco di Ponteranica, Cristiano Aldegani (Lega Nord), in merito al prossimo forum antimafia che si realizzerà a Ponteranica. 
Stupore non per i toni ma per l’ignoranza (mancanza di conoscenza) sui temi. Parto dall’attacco alla nostra associazione per dimostrare quanto dico:  è vero che nel circolo Arci di Paderno Dugnano (MI) si è svolta una cena dei capi della ‘ndrangheta, è stato un duro colpo per una organizzazione come la nostra che da anni opera contro le mafie assieme e con Libera (ne siamo tra i soci e il sottoscritto è stato per più di un anno coordinatore provinciale). E’ stato un vero e proprio sfregio, una provocazione che le "mafie" cercano e perseguono a volte come con atti violenti (si vedano l’azioni contro la nostra cooperativa che opera nelle terre confiscate alla mafia a Corleone) a volte occupando spazi. 
Che l’Arci  sia stata solo  vittima, e non realtà collusa, di quanto accaduto lo ha spiegato ha chiare lettere il procuratore Ilda Bocassini. Il circolo in questione opera poi in una struttura comunale (al governo ora il PDL).  Noi comunque continueremo nella nostra battaglia per la legalità che non ha colore politico come dimostra il lavoro da noi effettuta nelle scuole o la scelta anche di ragazzi bergamaschi di scendere a lavorare nei campi confiscati a mafia e ‘ndrangheta. 
Ma il sindaco Aldegani criticando l’Arci si smentisce da solo perchè ,nella sua dichiarazione, afferma che "tali eventi (la manifestazione) vengano organizzati nel luogo di provenienza e proliferazione del cancro mafioso e cioè nel meridione" e non al nord. Dunque non solo non ricorda, nel breve lasso di poche parole, di aver detto che la ‘ndrangheta si era riunita a Milano per nominare i nuovi capi, ma anche che tutte le mafie sono profondamente esistenti e proliferanti nella nostra regione come anche nella nostra provincia, che il tema della legalità e dell’efficienza amministrativa non è solo un problema dei comuni del sud, ma anche di quelli del centro e del nord (sull’ (in)efficienza amministrativa abbiamo qualche cosa anche nella nostra provincia).
Un pò più di informazione e un pò meno di strumentalizzazione sarebbero un atto importante come anche il collaborare con le realtà della società civile che in prima persona operano contro le illegalità.
Cordialità

Massimo Cortesi
Presidente Arci Bergamo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kratos

    Abito a Ponteranica, e sinceramente di questa stupita manifestazione non frega niente a nessuno!!
    Tranne a quelli che la organizzano i quali possono mettersi in mostra con il proprio partito..
    Già l’anno scorso ha creato disagi di traffico a tutti, ma era la prima, ok…
    Ma quest’anno perchè!!??
    Perchè a Serra San Bruno il sindaco (PD) fa rimuovere via «Vittime della mafia» e nessuno manifesta, anzi si fa finta di niente?
    Questa manifestazione è una sfilata di Idioti!!!!

  2. Scritto da enea guarinoni

    per Kratos: l’anonimato ti consente di insultare migliaia di persone? Complimenti per il tuo coraggio, degno delle cose che scrivi.
    Sei libero di pensarla come vuoi, sei libero anche di insultare, però firmati con nome e cognome. Diversamente non vali niente, non conti niente, non esisti.

  3. Scritto da me

    @ 6 rispetta le opinioni altrui … anche se un pò colorite

  4. Scritto da Red Cloud

    @Kratos: leggi la lettera ieri su L’Eco di Bergamo riguardo a quanto accaduto realmente a Serra San Bruno e ti accorgerai che la cosa è ben diversa rispetto a quella di Ponteranica.
    Poi pensa a quello che dici: “non gliene frega niente a nessuno tranne a quelli che organizzano!” Non te ne frega a te e a tanti altri, importa invece ai tanti altri che organizzano (di Ponteranica o meno). Io rispetto la tua idea, tu rispetta quella degli altri!! Prima lezione di legalità

  5. Scritto da circolo RIFONDAZIONE COMUNISTA Alzano Lombardo

    @ 5 KRATOS Aspettiamo che organizzi una manifestazione contro la mafia a Serra San Bruno….noi saremo con te..dietro a te! Poi se di essere contro la mafia a Ponteranica non interessa nessuno..lascialo dire agli altri cittadini,per ora sappiamo che è a te che non interessa! PUNTO

  6. Scritto da UNIONE SINDACALE di BASE (USB) di BERGAMO

    ANCORA 100 PASSI…IN MEMORIA DI PEPPINO IMPASTATO!
    La UNIONE SINDACALE di BASE(USB) Federazione di BERGAMO-via Spino84-BG, aderisce e partecipa alla MANIFESTAZIONE CONTRO LE MAFIE,di sabato 25 settembre a PONTERANICA-BG e invita le lavoratrici e i lavoratori della bergamasca,ad essere in prima fila,CONTRO LE MAFIE,contro il tentativo di occultare e dimenticare PEPPINO IMPASTATO ,il suo esempio di ANTIMAFIA SOCIALE,che legava i diritti dei lavoratori alla lotta al potere mafioso
    ANCORA 100 PASSI

  7. Scritto da SHERWOOD

    Premesso che il Sindaco di Ponteranica l’anno scorso ha sbagliato a togliere la targa, la strumentalizzazione viene fatta da chi alla manifestazione ha portato e porterà bandiere di partito.

  8. Scritto da red

    Portare le bandiere non significa strumentalizzare proprio nulla,anzi…il contrario. Le bandiere sono dei simboli e come tali rappresentano qualcosa o qualcuno (la Lega di vessilli e bandiere ne è maestra). Il problema non sono le bandiere che ci sono, ma quelle che non ci sono!! Libera ha sbagliato a non partecipare per beghine locali dando ancora più forza al Sindaco leghista. Rifletta Libera sull’errore grossolano commesso.

  9. Scritto da Anna

    Si sono d’accordo il problema non sono coloro che portano le loro bandiere, che non sono le mie, ma coloro che con polemiche strumentali si disimpegnano e rompono il fronte antileghista.
    Non si rendono conto della figura che fanno? La strumentalità della polemica è ormai evidente e ha stufato i più.
    Quindi si ravvedano e portino pure anche le loro bandiere.

    PS; in più, piaccia o no, la bandiera rossa con la falce e martello era quella in cui si riconosceva Peppino Impastato.

  10. Scritto da GB

    Rispondere al sindaco di ponteranica è tempo perso ,la dichiarazione comparsa oggi sull’eco è la stessa fatta alcuni mesi fa, stesse parole ha agiunto solo che Libera non partecipa,strano che il sindaco leghista si interessi a Libera,e poi come mai l’anno scorso Libera era uno dei promotori e invece quest’anno si è defilata senza apparente motivo?
    Qualche maligno potrebbe pensare che Libera non sia più libera ma LEGAta