BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Frana, chiusa la strada tra Tavernola e Parzanica

Frana nell'area dell'ex miniera Ognoli. Il movimento di rocce era già sotto controllo e l'allarme è rimasto sotto controllo.

Più informazioni su

La strada tra Tavernola e Parzanica è stata chiusa, domenica 19 settembre, a causa di una frana nell’area dell’ex miniera Ognoli. Immediato è scattato il divieto di transito e l’immediata chiusura della strada. I tre accessi sono stati bloccati nel pomeriggio dopo l’intervento sul luogo dei volontari di Tavernola e Parzanica e degli uomini della Protezione Civile, che, come spiega il capogruppo Francesco Mordenti, hanno confermato l’allarme ed avviato la procedura di emergenza. L’area, già chiusa per trenta giorni nel mese di giugno, dopo aver mostrato segni di instabilità, era stata posta sotto sorveglianza con monitor tecnologicamente avanzati in grado di rilevare i movimenti della roccia. Il sistema, collegato ai semafori degli accessi è stato in grado di avvertire immediatamente il leggero movimento con una sirena il cui allarme è stato segnalato dal cementificio della zona, al sindaco di Tavernola, Massimo Zanni. È stata sua la decisione, presa con il sindaco di Parzanica, Battista Cristinelli, di chiudere momentanemente la strada. Ora, si attende l’esito degli accertamenti che i geologi stanno svolgendo, per sapere se nei prossimi giorni la strada potrà essere nuovamente transitabile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beghem

    A Iman Padano@2 attento ormai i finanziamento all’Islam da parte della libica Unicredit Banca sono finito…l’infedele A.d. è stato finalmente cacciato….i soldi padani pertanto ai soli padani

  2. Scritto da Padan

    Solo il pronto intervento del Bj detto IL TROTA ci può salvare dal disastro.

  3. Scritto da Iman padano

    La cementifera va definitivamente chiusa al suo posto un mega centro di preghiera intereligioso….. per i finanziamenti non ci sono problemi..basta chiedere alla libica UNICREDIT Banca…che sentito il guru di tripoli non farà mancare il suo appoggio all’iniziativa.