BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bettoni: la Provincia toglie i soldi e ricatta la Cittadella dello Sport fotogallery

Il presidente del Coni presenta un documento infuocato sulla volont?? della Provincia di trasferire in via Gleno l'assessorato. "Hanno anche congelato i contributi nel 2009 e nel 2010. Pirovano si fermi e ci ascolti"

Più informazioni su

E’ un documento infuocato contro la Provincia quello del Coni di Bergamo, presentato lunedì pomeriggio in un’assemblea aperta a tutte le federazioni sportive provinciali, alla stampa e ai consiglieri provinciali, dal presidente del comitato Valerio Bettoni, che è anche consigliere regionale dell’Udc ed ex presidente della Provincia. Una volta di più Bettoni e il Coni si schierano con decisione contro l’ipotesi di Via Tasso di trasferire l’assessorato allo Sport nella Casa di via Gleno, sostenendo che si tratta di un trasloco per il quale è stato "di fatto richiesto lo sfratto e la fuoriuscita di 9 federazioni e diverse associazioni sportive, quando gli spazi sono già occupati e altre 10 associazioni sono in lista di attesa per poter entrare nella sede" (apri e scarica in formato pdf il documento integrale).
"Alla oggettiva constatazione che tutta la Casa dello Sport è pienamente occupata e operante – prosegue il Coni – si è risposto congelando il contributo annuo di 100 mila euro all’Associazione Cittadella dello Sport, sia per il 2009 che per il 2010, con un evidente ricatto intimidatorio. Aleggia inoltre l’intenzione di non rinnovare il contratto d’affitto con il Coni e le Federazioni, che scade nel 2012".
La questione Coni è forse tra le più scottanti, dato che il Comitato provinciale, che ha alcuni uffici nella Casa dello Sport in via Gleno, è presieduto proprio da Valerio Bettoni, l’ex presidente della Provincia che non gode proprio di ottimi rapporti con l’attuale amministrazione provinciale di Ettore Pirovano. Il Coni di Bergamo, tramite la sede centrale di Roma, versa nelle casse della Provincia 60 mila euro all’anno, con un contratto sottoscritto tempo fa. E dal documento reso noto oggi l’accusa che si muove alla Provincia è di voler mettere in discussione anche quel contratto.
Numeri alla mano il Coni, nel suo documento, sostiene che le società sportive operanti sul territorio bergamasco e che fanno capo alle federazioni ospitate in via Gleno, sono ben tremila. E che i volontari di tutte quelle società, in provincia di Bergamo, producono un lavoro gratuito che, stimato in ore di lavoro, corrisponderebbe a stipendi per 130 milioni di euro all’anno. Quel che il Coni vuole, e che Bettoni vuole, è "un confronto con il presidente della Provincia".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da serpico

    x Mastellones CONCORDO PIENAMENTE, PERCHè SE I DEMCRISTIANI ERANO DEFINITI DAI LEGHISTI “LADRONI”, I LEGHISTI LO SONO MOLTIPLICATO X100. PURTROPPO LA GENTE CAPISCE SEMPRE QUANDO HANNO IL SEDERE PER TERRA!!!!!!

  2. Scritto da Mastellones

    @9 Hai dimenticato “via la lega dalla politica bergamasca”

  3. Scritto da madona me betu

    ma sta un po bu, semper le a da aria ala boca …..tet stofat!

  4. Scritto da Raff

    Bettoni ha 1000 volte ragione.Non sta dando aria alla bocca ma sta cercando di tutelare migliaia di sportivi bergamaschi.Non decine o centinaia.Migliaia.Pirovano si sta dimostrando ogni giorno che passa sempre più incompetente,autoritario ed inadatto al ruolo che copre. Le lega in provincia sta facendo solo gli affaracci suoi.e lo dico da elettore di destra.

  5. Scritto da serpico

    Voi Leghisti mi ricordate i fascisti con il foulard nero e i comunisti con quello rosso. Voi con quello verde state percorrendo la stessa strada di quelli appena citati cioè ANTIDEMOCRAZIA!!! Nello sport non deve entrare la politica!! Lo sport è di tutte le persone di qualsiasi colore. Le vendette non fanno bene a nessuno. Non vi accorgete che vi tengono in mano a proclami che poi sotto sotto sono nulla. Pirovano non sapendo governare attacca Bettoni per vendetta. Miseria a brache e pioc a muntu

  6. Scritto da Pietro

    Ma non dovevano abolire le province ? Addirittura non hanno più posto dove sono ?

  7. Scritto da Pullu

    Bravo serpico, nello sport non deve entrare la politica. Hai ragione !!
    Quindi di al Tuo amico Bettoni di non utilizzare la carica di Presidente del Coni per far parlare di sè.
    Se Bettoni è un politico faccia il politico e lasci la gestione dello sport ai tecnici, che ce ne sono in giro un sacco anche piu competenti di lui.
    Ol Betù con la storia della cittadella dello sport ha stufato: la utilizza ad ogni piè sospinto per far parlare di sè
    Bettoni, uomo di un certo “spessore” politico….

  8. Scritto da Alberico

    il gioco di Pirovano mi pare chiaro: Bettoni si dimetta e tutto si risolve. Prima o poi le associazioni che fanno capo al CONI lo capiranno e inviteranno Valerio e farsi da parte. Lui farà il diavolo a quattro ancora qualche settimana, poi, trovatosi isolato, mollerà.
    A quel punto al posto del Betù verrà nominata una persona gradita anche alla Lega. E vissero tutti felici e contenti. E’ lo stesso gioco da decenni ormai. Alla fine è tutta una questione di voti e potere

  9. Scritto da Pullu

    Mi sono appena letto il documento dell’ineffabile Betù ..
    E’ l’esempio lampante di come un politico possa strumentalizzare lo sport al solo scopo di ottenere visibilità personale e consensi.
    Ragazzi, è già partita la campagna elettorale del 2014 ….
    Si accettano scommesse

  10. Scritto da serpico

    Giusto via Bettoni dal Coni di Bergamo e via Petrucci del PDL come presidente nazionale del Coni.

  11. Scritto da Cittadino deluso

    Bettoni ha sempreutilizzato il mondo dello sport e della caccia come suo personale serbatoio di voti, ora utilizza l’unica carica rimastagli per continuare a far parlare di se, fin’ora Pirovano non ha parlato di sfratto ma ridistribuzione degli spazi. Per quanto riguarda la gestione della Cittadella vi invito a verificare di persona in che condizioni di abbandono e degrado sono i campi di calcetto e relativi spogliatoi che sono gli unici impianti che dvrebbe gestire direttamente la Cittadella!!

  12. Scritto da nicola

    giusto è un covo di comunisti va ridipinto di verde e vanno messi 5 soli delle alpi al posto dei cerchi