BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Weekend sulle strade della Franciacorta

Torna la rassegna enogastronomica alla scoperta dei vini del territorio. Ma ci sarà spazio anche per mostre e passeggiate.

Più informazioni su

Gli itinerari suggeriti
Per un originale week end fuori porta, le cantine della Franciacorta daranno vita a un evento ricco di tante e differenti iniziative, pensate per soddisfare i palati più diversi. L’obiettivo comune sarà condurre gli ospiti alla scoperta degli angoli più belli della Franciacorta, della sua storia e delle tradizioni più antiche attraverso percorsi che non siano solamente enologici.
Tour guidati in bus gratuiti della durata di 3 ore
Sabato 18 e domenica 19 settembre si potrà partecipare a dei tour guidati in bus della durata di 3 ore circa, percorrendo itinerari attraverso i vigneti e le bellezze storico-artistiche della Franciacorta, con sosta in 2 o 3 Cantine per visita guidata con degustazione (partenze dei pulmini dalla zona del mercato di Rovato, mattina e pomeriggio – prenotazioni dal 30 agosto al 16 settembre: info@festivalfranciacorta.it – tel. 030/7760477).
Oltre il 16 settembre ci si può presentare direttamente presso il Mercato di Rovato (in Piazza Garibaldi 15, Foro Boario) almeno 20 minuti prima dell’orario previsto di partenza.
Il Franciacorta e le degustazioni – Chi vuole degustare il Franciacorta sarà il benvenuto in tutte quelle aziende che hanno deciso di organizzare percorsi di visita al loro interno, che si concluderanno poi con una degustazione delle differenti tipologie di Franciacorta da loro prodotte. Aderiscono all’iniziativa aziende come Abrami Elisabetta; Azienda Agricola Fratelli Berlucchi; Bersi Serlini con la possibilità di degustazioni alla cieca; Antica Fratta; Al Rocol; Bosio; Bredasole; Cola Battista; Barboglio de Gaioncelli; Castelveder; Cornaleto; Facchetti Silvana; Faccoli Lorenzo; Ferghettina; La Boscaiola; La Torre; Longhi de Carli; Montenisa; Ricci Curbastro; Quadra; anche con degustazioni a tema; Ronco Calino; Solive; Tenuta Ambrosini; Vigna Dorata; Villa; Villa Crespia – Muratori; Contadi Castaldi; Majolini; Mirabella; Monte Rossa; La Montina; Barone Pizzini; Fratus La Riccafana; Bellavista; Borgo La Gallinaccia; Gatta; Il Mosnel; La Fiorita; Lantieri de Paratico; Ruggeri; Le Cantorie; Berlucchi Guido; Castello Bonomi Tenute in Franciacorta; Uberti; Ca’ del Bosco; la Cooperativa Vitivinicola Cellatica Gussago. 
Il Franciacorta e i sapori – Chi invece vuole imparare ad abbinare il Franciacorta, può apprendere alcuni rudimenti enogastronomici presso le cantine che propongono prodotti della tradizione locale. Contattando le singole aziende sarà possibile prenotare le degustazioni in abbinamento ai piatti della tradizione bresciana che meglio si addicono ai differenti Franciacorta proposti. Le cantine che aderiscono sono: Barboglio De Gaioncelli con sfiziosi finger food e con "Franciacortando per l’Italia", ovvero gli abbinamenti con alcuni piatti tipici italiani; Ca’ del Bosco con la cucina di Vittorio Fusari; Castello Bonomi; Cornaleto; La Fiorita e i menù degustazione in agriturismo; il Mosnel e il "Franciacorta a Tavola"; Lantieri de Paratico con quaglia glassata o taglieri di salumi; La Gatta e i piatti tipici ossolani; La Boscaiola con la norcineria franciacortina ed un "Unconventional happy hour". E ancora La Torre, Le Cantorie, con le degustazioni accompagnate da splendide melodie, la Tenuta Ambrosini che propone lo spiedo bresciano. L’azienda Uberti oltre alle prelibatezze di Vittorio Beltrami, propone le eccellenze gastronomiche di "San Patrignano", tra cui squisiti formaggi e gustosi salumi. Anche da Villa, con "Villa in Rosa", suggestioni di colori, sapori e abbinamenti dedicati al mondo femminile con menù dello chef Morgan Pasqual.
Il Franciacorta e i mestieri – Per gli appassionati di tradizioni locali ci sarà anche l’occasione di approfondire il legame del Franciacorta con la sua terra d’origine. Alcune cantine saranno teatro di esposizioni, eventi e dimostrazioni legati alle arti e mestieri della tradizione artigiana del territorio franciacortino. Ca’ del Bosco ospita Gualberto Martini, artigiano casaro della Valle Camonica; Lantieri de Paratico mostrerà anche l’arte della norcineria, oltre a quella casearia, con esperto norcino/casaro che darà dimostrazioni pratiche; presso l’azienda Majolini e sarà possibile fare un viaggio nel tempo con "Mestieri di una volta. La stampa vissuta ed interpretata dal maestro Gino Medici"; a Villa Crespia – Muratori esposizione di reti da pesca storiche e barche da lago nella mostra "l’Arte della Rete". La cantina Solive ospiterà "A spasso nel Tempo" una mostra di autovetture e macchinari agricoli d’epoca mentre la Ricci Curbastro aprirà al pubblico il Museo Agricolo e del Vino, che vanta più di 4000 pezzi d’epoca tutti da ammirare e conoscere.
Il Franciacorta e l’arte – Persino gli amanti dell’arte troveranno in Franciacorta pane per i loro denti. Presso La Montina si terrà una prima interessante dimostrazione di come i produttori amino spesso legare l’arte del vino alle arti in genere. Qui infatti sarà aperto il "Museo d’arte contemporanea in Franciacorta Remo Bianco", artista milanese, importante e geniale precursore delle principali correnti del Novecento. Se il filone artistico appassiona si può proseguire verso l’azienda Mirabella e visitare la "Mostra antologica del pittore Giacomo Gelfi", ma ancora presso Ricci Curbastro si può ammirare la realizzazione di murales a cura di Sebastiano Barbieri e altri artisti di strada, raccolti ed esposti per la mostra alternativa "W&W – Wine&Writers". Inoltre presso l’azienda Uberti, sarà possibile visitare la mostra di pittura ""Pezzo" Pezzotti e la sua arte". Se si è amanti di video si può continuare con la cantina Bersi Serlini che presenta una carrellata di video dagli anni ’80 ai giorni nostri, della video-artista svizzera Pipilotti, nota per aver riempito "7354" metri cubi di video-arte al Moma di NY. Presso La Boscaiola l’esecuzione dal vivo e l’esposizione degli acquerelli di Valeria Ottina; da Ruggeri invece una mostra personale dell’artista contemporaneo bresciano Armando Maffi con una panoramica di tele che ritraggono caratteristici e suggestivi paesaggi del Lago d’Iseo. "Aligi Sassu, Sessant’anni di scultura" è il titolo della mostra allestita presso la Fondazione Casa Museo Pietro Malossi, promossa dalla cantina Majolini. Infine presso la Tenuta Ambrosini si terrà "Un occhio al quadro e uno alla botte", mostra mercato degli acquerelli dell’artista Mitti, "Esposizione di sculture in legno", opere di artisti internazionali di Arte in Strada, e "Beppe Ricci Mostra Personale di Pittura Dolomiti". Nemmeno la settima arte rimane esclusa da questo tour in Franciacorta: presso l’azienda Castelveder un concorso di cortometraggi ripropone il Franciacorta per immagini.
Il Franciacorta e l’emozione – Chi ama vivere esperienze alternative avrà solo l’imbarazzo della scelta. Presso l’azienda Al Rocol, mentre i genitori si dedicheranno alle degustazioni in abbinamento a piatti tipici, sarà attivata la "Fattoria dei Bambini" un’esperienza didattica che avvicinerà i più piccoli al mondo agricolo facendoli divertire. Così come da Ricci Curbastro i giovanissimi potranno frequentare il laboratorio "Acinello…come nasce una bottiglia di vino" e gli amanti del gioco il "Campionato provinciale semilampo 2010 di scacchi". Se invece si è in cerca di forti emozioni l’ Azienda Agricola Fratelli Berlucchi offre "Portate il cuore" un’esperienza multisensoriale unica e appassionante che lascerà agli ospiti la libertà d’interpretazione dei suoi Millesimati. La stessa libertà che si è presa Borgo La Gallinaccia, con un evento a sorpresa. Il "Test Cuvée Design… cosa si nasconde dietro una cuvée?" sarà invece una gradevole e istruttiva degustazione proposta dalla cantina Contadi Castaldi. Infine si farà un salto indietro nel tempo con il Mosnel, che porterà gli ospiti a visitare le vigne a bordo di una carrozza d’epoca. 
Orari e prenotazioni – Le cantine accoglieranno i loro ospiti indicativamente dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00. Si consiglia vivamente di prenotare le visite e le degustazioni direttamente presso le aziende vinicole.
Chi vorrà, potrà seguire gli itinerari della Strada del Franciacorta che, oltre ad annoverare le migliori strutture recettive, i negozi ed i ristoranti del territorio, offre suggerimenti per muoversi in automobile, in bicicletta o a piedi.
A breve il Consorzio per la tutela della Franciacorta si occuperà di raccogliere sul proprio sito www.festivalfranciacorta.it i recapiti e le indicazioni di tutte le aziende che organizzeranno le diverse attività durante il week end del 18 e 19 settembre e sarà un punto di riferimento informativo e organizzativo per tutti coloro che decideranno di trascorrere tra i vigneti gli ultimi giorni dell’estate.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.