BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ok, se serve anche a tutelare le donne

Il vicesegretario provinciale del Partito democratico Alessandro Frigeni interviene sulla volontà dell'assessore di Bergamo di vietare il burqa in città.

Più informazioni su

Il vicesegretario provinciale del Partito democratico Alessandro Frigeni interviene sulla volontà dell’assessore di Bergamo di vietare il burqa in città.  

L’intenzione dell’assessore comunale alla Sicurezza di introdurre una norma che vieti l’utilizzo del burqa, nonostante il sapore vagamente demagogico, può essere a mio avviso condivisibile a patto che tra le varie motivazioni del provvedimento vi sia, oltre alla tutela della sicurezza della nostra comunità e all’identificabilità delle persone, un doveroso richiamo ai diritti delle donne e alle pari opportunità; sono infatti convinto che costringere una donna a celare il proprio volto in pubblico sia una grave ingiustizia e una grave umiliazione per tutte le donne.
Alessandro Frigeni
Vice Segretario Provinciale Partito Democratico

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Catia's list

    A suo uso, ecco una lista fatta per difetto dei paesi musulmani o a maggioranza musulmana dove puo’ recarsi senza dover indossare alcunche’: Mauritania, Mali, Sahara Occidentale, Marocco, Algeria, Tunisia, Libia, Egitto, Palestina o come la si vuol chiamare, Giordania, Siria, Turchia, paesi asitici musulmani ex sovietici, Indonesia, etc etc etc etc etc. Buon viaggio.

  2. Scritto da catia

    @Tiziano Trivella – giusto il discorso sulla libertà,peccato però che io da donna occidentale se vado in un paese musulmano sono obbligata a coprirmi il capo ma del resto è giusto perchè sono le loro leggi e di conseguenza le rispetto!!

  3. Scritto da Alberico

    Caro Salvioni,
    Frigeni è vice segretario del PD. Forse ha quindi titolo per parlare visto che è stato eletto.

  4. Scritto da Tiziano Trivella

    Per catia, n. 7 –
    Se ci sono leggi medievali o ingiuste in altri Stati del mondo, noi dobbiamo copiare proprio quelle?
    Ciao!

  5. Scritto da Paolo

    ad alberico, essere eletti non significa essere autorizzati a parlare inutilmente e per costrizione, come in questo caso, o come quello sulle case pubbliche di qualche tempo fa…il ragazzo è recidivo… mi sembra di sentire bonaiuti quando giustifica il suo capo …è stato eletto dal popolo quindi può fare e dire ciò che vuole…non è così! e poi ti ricordo che il buon frigeni non è stato eletto vicesegretario, ma semplicemente e/o forzatamente nominato dal segretario…

  6. Scritto da Marco Brembilla

    Allora: mi piace sempre essere chiaro; ho molti dubbi che l’Assessore leghista pensi alla dignità della donna. Comunque sono d’accordo con il divieto (che non necessita di ordinanze), sono anch’io un esponente del PD ed il fatto di non essere in linea con Bersani non significa assolutamente nulla. Sarò ben libero di pensarla a modo mio! Il problema dell’integrazione (lo scrivo per la millesima volta) è molto lungo e va affrontato con serenità e reciprocità. Altrimenti è solo propaganda.

  7. Scritto da paolo

    Ma il PD non ha forse qualcosa di più importante a cui pensare invece di scrivere simili letterine??? Bravo INVERNIZZI!!!

  8. Scritto da Barba e capelli

    Perchè non proibire l’uso dei baffi e della barba, o i capelli tinti e sporchi ed i toupè? Infondo sono dei camuffamenti!

  9. Scritto da Marco

    Ha ragione Bersani, non è di certo la priorità in questo momento…
    con tutti i problemi che abbiamo in Italia…

  10. Scritto da karajan

    C’è qualcuno che mi sappia dire se c’è già una legge (fra l’altro molto datata) che vieta la copertura del volto in luoghi pubblici? A me risulta di si. Devo dire che sono d’accordissimo sopratutto se serve a tutelare la condizione di quelle povere donne che a loro insaputa sono obbligate nonostante che il corano non dica assolutamente nulla in merito.

  11. Scritto da renza 74

    Frigeni Vs Bersani / @1Marco – Ma nel PD almeno su una cosa sarete d’accordo?

  12. Scritto da Alberto

    Esiste ( o esisteva) la legge che vietava il “casco integrale” nell’accesso ai luoghi pubblici. Secondo gli estensori della legge avrebbe evitato l’utilizzo di questo strumento di sicurezza stradale per compiere rapine in banche o negozi. Che abbia raggiunto l’obiettivo sperato non è verificabile. Probabilmente pensano che anche il Burqa possa svolgere la funzione di mascheramento per azioni illegali!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11

  13. Scritto da Tiziano Trivella

    Può darsi che ci sia a Bergamo qualche donna costretta a mettersi il burqa; come può darsi che ce ne sia qualcuna che lo vuol mettere per scelta; come può darsi che non ce ne sia nemmeno una, in tutta la città, che lo mette…
    Il problema è un altro: è obbligatorio imporre sempre norme o leggi contro qualcuno o qualcun altro? Lasciamo un po’ vivere le persone come vogliono! Non sarebbe meglio essere meno integralisti da tutte le parti?
    Perché imporre a tutti un’unica visione e della vita?

  14. Scritto da carlo salvioni

    Quando il buon Frigeni smetterà di rincorrere i leghisti sul terreno della sterile demagogia? Qualcuno gli spieghi che c’è già, addirittura dal lontano 1975, una legge della Repubblica Italiana che vieta il travisamento.