BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Difesa del suolo: gli interventi in Bergamasca

Dieci interventi strutturali in provincia di Bergamo, da Valleve a Foppolo a Bianzano, per una spesa complessiva di 7.985.000 mila euro

Ecco gli interventi strutturali previsti nell’Accordo di Programma con il Ministero dell’Ambiente, finalizzato alla difesa del suolo e alla mitigazione del rischio idrogeologico (con la località interessata e la quota di finanziamento richiesta).
Il documento – approvato dalla Giunta regionale – prevede un programma complessivo di interventi urgenti per 224.893.000 euro, finanziati in parte da Regione Lombardia e dal Ministero
dell’Ambiente:
In Provincia di Bergamo
: opere di difesa attiva per valanga in località Vendul Pietra Quadra (Trabucchello), Isola di Fondra, 600.000 euro; opere di difesa attiva delle valanghe e di sistemazione idraulica (Valleve, 900.000 euro); realizzazione paravalanghe Foppolo – Area Pizzo del Vescovo (Foppolo, 1.200.000 euro); Opere di difesa paravalanghe sopra Carona (Carona, 1.100.000 euro); sistemazione area di accumulo colata di detrito della Val Gerù (Piazzatorre, 400.000 euro); messa in sicurezza del versante del Monte Croce in Via della Ghiaie (Bianzano, 385.000 euro); opere di completamento sprofondamenti in area miniere di gesso (s. Brigida, 1.200.000 euro); opere per la laminazione delle piene e la riduzione del rischio esondazione torrente Lesina (Almenno S. Bartolomeo, Barzana, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Brembate Sopra, Mapello, Palazzago, Ponte S. Pietro e Presezzo, 1.000.000 euro); interventi di mitigazione rischio valanghe in Valle Grande (Branzi, 800.000 euro); sistemazione frane lungo la strada per Monte di Nese (Alzano Lombardo, 400.000 euro). Totale 7.985.000 euro

Ed ecco gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria previsti nell’Accordo (tra parentesi il comune interessato e lo stanziamento):
Provincia di Bergamo: opere per la laminazione delle piene e la riduzione del rischio esondazione del torrente Morletta (interessati i tratti nei comuni di Bergamo, Lallio, Stezzano, Dalmine, Osio Sopra, Osio Sotto, Verdello, Verdellino, Arcene, Ciserano, Lurano e Pognano), 500.000 euro; sistemazione fermaneve alla sommità del Pizzo dell’Orto (Branzi, 120.000 euro); opere di difesa idraulica della Valle Gler (Castione della Presolana, 135.000 euro); sistemazione idraulica torrente Barboglio, località Prato del Sole (Fuipiano Imagna, 80.000 euro); sistemazione tombotto Valle Rescudio, nel centro abitato (Lovere, 80.000 euro); manutenzione diffusa interventi ingegneria naturalistica in Valle Spirola (Monasterolo del Castello, 200.000 euro); sistemazione idraulica torrente Rillo, località Palazzolo (Palosco, 200.000 euro); intervento per la frana lungo la strada per Dossena, che coinvolge anche la sede stradale (Serina, 100.000 euro); manutenzione opere idrauliche esistenti sui torrenti Lesina, Bregogna, Buliga e Bulighetto (Almenno S. Bartolomeo, Barzana, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Brembate Sopra, Mapello, Palazzago, Ponte S. Pietro e Presezzo, 260.000 euro); ripristino opere esistenti lungo le valli Bretta e Moia, in località Malavista (Dossena, 90.000 euro); ripristino difese spondali fiume Serio (Scanzorosciate, Gorle, 250.000 euro). Totale 2.015.000 euro

PREVENZIONE
Rischio idrogeologico, maxi-piano della Regione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.