BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Con Borghi vietato dissentire e tutelare l’ambiente”

Il coordinatore dell'associazione, Andrea Maggioni sul licenziamento dell'assessore Tura: "Non è permesso dissentire, non è permesso tutelare il territorio".

Più informazioni su

Il coordinatore dell’associazione Treviglio Libera, Andrea Maggioni, interviene sul licenziamento dell’assessore Alice Tura dalla giunta Borghi: "Non è permesso dissentire, non è permesso tutelare il territorio dalla cementificazione".

Il ritiro delle deleghe assessorili ad Alice Tura e a Giovanni Rigon mostra a tutti i Trevigliesi la verità sulla Giunta Borghi e sulla Sua maggioranza.
L’associazione Treviglio Libera esprime solidarietà ad Alice Tura e a Giovanni Rigon
, “defenestrati” dalla Giunta comunale giovedì scorso per mezzo di uno scarno comunicato.
L’ex assessore Tura ha dichiarato a Bergamonews: "Ho da sempre sollevato criticità per quanto riguarda un ambito residenziale previsto nel Plis che abbiamo approvato in questi anni. L’ipotesi di queste aree contrasta con il principio stesso del parco. L’ho sempre detto e ne sono convinta tuttora". Le parole di Alice Tura portano alla luce il volto di questa Amministrazione: non è permesso dissentire, non è permesso tutelare il territorio dalla cementificazione che questo sciagurato progetto di P.G.T. sta portando avanti.
L’ex assessore si riferisce al progetto di espansione che l’ex Sindaco Zordan aveva cercato di far adottare, all’ultimo consiglio comunale del suo mandato, tramite lo strumento urbanistico del P.I.I. (come quelli di SAI e Triade). Alcuni consiglieri dell’ex Forza Italia, durante il precedente mandato Zordan, si erano fortemente battuti contro l’intervento edilizio che prevedeva una colata di cemento in una zona verde inserita nell’area del Parco del Roccolo.
Un progetto che anche il centro-sinistra aveva (giustamente) all’epoca contestato, ma che oggi la giunta Borghi ripropone camuffandolo da ambito di intervento nel PGT.
L’unica colpa dell’ex assessore all’ambiente è stata quella di tentare di difendere l’ambiente, mettendo, quindi, in imbarazzo il Sindaco, evidenziando l’ipocrisia della sua scelta: altro che paladina dell’ambiente!
La Giunta Borghi è sempre più simile alla Giunta Zordan: immobilismo amministrativo, svendita del territorio al di fuori di una complessiva logica di programmazione e vorticoso cambio di assessori durante il mandato.
Per fortuna fra pochi mesi i Trevigliesi gireranno pagina!

Andrea Maggioni
Coordinatore Associazione Treviglio Libera

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luigi

    Si la Borghi non tutela l’ambiente. E c’è paura che non lo faccia nemmeno il centro destra se vince. La verità è che bisogna scegliere le persone giuste e non gli schieramenti. Zordan ha voluto quei mostri di SAI e Triade. Con Lui Mangano e Minuti, che da assessore li ha proposti. L’intervento nel Parco l’avevano proposto Zordan e Mangano ed ora lo fa la Borghi. A destra e a sinistra, si sa chi è bene evitare.

  2. Scritto da Alice

    Questo PGT è uno scempio e gli unici che si sono veramente opposti sono quelli di Treviglio Libera e in consiglio comunale Pignatelli e Fumagalli.

  3. Scritto da Borghiano deluso

    Ma siamo sicuri che chi andrà al potere dopo (se non sarà ancora la Borghi ) avrà rispetto per il territorio della nostra città?, continuano a costruire case che restano vuote per anni dove andremo a finire?

  4. Scritto da www.cafenero.ilcannocchiale.it

    La Borghi riesce a farsi odiare da tutti, anche dai suoi .
    E’ stata definita efficamente la “fabbrica del dissenso” .
    Eppure il PDL sta facendo di tutto per riperdere.

  5. Scritto da Patrizio

    Il “dissenso” è merce raramente apprezzata. A destra come a sinistra. Adesso , apprezzo che Treviglio libera si esprima a favore dell’ambiente , ma siamo così sicuri che una volta installata una Giunta di destra ci sarà una politica di tutela dell’ambiente ? Mi permetto di avere molti dubbi , conoscendo la destra trevigliese.