BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Coltivo marijuana per non dar soldi alla mafia”

Si ?? giustificato cos?? di fronte al giudice il quarantenne imprenditore scovato dai carabinieri con tre chilogrammi di marijuana in casa.

Più informazioni su

E’ stato ricco quest’anno, il raccolto di marijuana di un imprenditore di 40 anni originario di Lecco e residente a Grone, in Valcavallina: l’uomo aveva in casa tre chili di marijuana potata da poco, ma gli è andata male. Davanti al giudice si è giustificato tirando in ballo la criminalità organizzata: "La coltivo da tempo, fin dal 1996. Prima lo facevo a casa, poi in montagna. Così evito di dar soldi alla mafia". Una giustificazione che però non è servita, almeno per ora. L’arresto è stato convalidato e la prossima udienza del processo è fissata all’8 ottobre.
I carabinieri tenevano d’occhio il quarantenne già da agosto, e nel pomeriggio di martedì 14 settembre sono entrati a casa sua, trovando il raccolto dell’estate. E’ stato arrestato per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Le indagini dei carabinieri di Sarnico erano iniziate ad agosto, quando in località Gaiane, a 900 metri d’altezza, era stato individuato un terrazzamento nascosto, e difficile da raggiungere, con 15 piantine di marijuana. Da quel momento sono iniziati gli appostamenti, che hanno permesso di individuare L. D. 40 anni, che collabora con il padre in un’azienda di cartografia. Il blitz dei carabinieri è scattato il 14 settembre. In una mansarda del quarantenne sono state trovate le piante di marijuana in essicazione e tanti barattoli di confetture utilizzati per distinguere foglie, rami e fiori, prodotti con valore diverso sul mercato. L’arresto è scattato immediatamente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.