BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Allergica a sostanze chimiche, rischia la morte

Una donna invalida per una malattia rara non può più vivere nella sua casa perchè i lavori di ristrutturazione sono pericolosi per la sua salute.

Più informazioni su

Se vive in una casa troppo nuova rischia di morire. Se aprono un cantiere vicino a lei rischia di morire. E pur avendo una casa ora non sa dove andare a vivere senza rischiare la morte. E’ l’incredibile situazione in cui si trova Marinella Oberti, 52 anni, di Bergamo, invalida al 100% perche’ affetta da Sindrome da sensibilita’ chimica multipla, una malattia rara che le e’ stata riconosciuta dalla Corte d’Appello di Brescia dopo lunghe lotte giudiziarie.
La donna non puo’ venire a contatto con sostante chimiche, che le possono causare svenimento, vomito, sdoppiamento della vista, perdita della sensibilita’ delle gambe eccetera. Il problema e’ che ora stanno per partire i lavori di ristrutturazione del suo condominio, lavori che era riuscita a bloccare per un anno sperando nel frattempo di trovare una nuova casa. Ora ha due possibilita’: rimanere a casa, adottando precauzioni come usare per i lavori dei materiali ecologici, troppo costosi per le sue possibilita’, o trasferirsi per il periodo necessario (soluzione improbabile visto che per decontaminare l’abitazione dai materiali usati nei lavori servono 10-15 anni).
La signora si e’ rivolta al Comune che le ha trovato cinque abitazioni, ma nessuna va bene, perche’ troppo nuova (e quindi con le polveri ancora nell’aria) o vicine a un benzinaio o a un’antenna di telefonia mobile. A questo punto Marinella Oberti deve scegliere se, durante i lavori, rimanere nel suo appartamento con il rischio di morire o andare a vivere in auto. Il Comune sta continuando a cercare un’abitazione adatta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ester Lupo

    E’ davvero apprezzabile la disponibilità con cui il Comune di Bergamo
    si sta attivando affinchè la Sig.ra Oberti abbia un’alternativa alla sua difficile situazione. In Italia diversi malati di MCS vivono questo dramma. Sarebbe il caso che notizie come queste venissero recapitate ad alcuni Comuni e Sindaci, perchè possano prenderne esempio. Lupo Ester. Associazione ANCHISE. http://www.anchise.info.tm

  2. Scritto da Anonimo

    Perchè copiate e storpiate le notizie apparse su “L’eco di Bergamo”?
    Per fare un buona informazione e concorrenza potreste verificare la veridicità di queste notizie!

    Buon lavoro