BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La maggioranza s’è sciolta come neve al sole”

Il consigliere regionale bergamasco sottolinea come la maggioranza in Regione non sia stata in grado di mantenere le promesse.

Con 39 voti favorevoli e 24 contrari è passata martedì 14 settembre 2010, in Consiglio regionale, la pregiudiziale che di fatto non ha permesso la trattazione in Aula del provvedimento che doveva dare il via alla disciplina del regime in deroga per la stagione venatoria 2010-2011.
E l’evidenza dei numeri fa dire a Mario Barboni, consigliere regionale bergamasco del Pd, che “la maggioranza di centrodestra si è sciolta come neve al sole e, nonostante il sostegno di alcuni componenti dell’opposizione, non è stata in grado di mantenere le promesse ribadite anche questa mattina davanti a tutte le rappresentanze delle associazioni venatorie, presenti all’incontro, tenutosi al Pirellone, con i consiglieri regionali”.
Ma c’è dell’altro, secondo Barboni: “La richiesta fatta dal Pdl di votazione segreta dimostra l’intenzione di voler affossare il provvedimento. A questo punto spero che sia chiaro al mondo venatorio che le istanze dei cacciatori non sono proprie di questo o quel movimento politico, ma sono legate ai singoli territori e alle loro tradizioni”.
“Diventa oggi essenziale l’impegno a fare sintesi tra mondo venatorio e tutti gli altri soggetti interessati (enti locali, associazioni agricole e ambientaliste) o si rischia di mettere a repentaglio la caccia con tutto quello che ne consegue”, aggiunge l’esponente del Pd.
Il Gruppo del Partito democratico in Consiglio regionale aveva in serbo un ordine del giorno, che avrebbe discusso durante la trattazione del progetto di legge sulla deroga, “in cui impegnava la Giunta regionale ad affrontare in maniera organica la questione per uscire dalla precarietà di questi ultimi anni, quest’oggi trasformata in palese incapacità del centrodestra di rispettare le tante promesse preelettorali. E’ palese, invece, l’inaffidabilità della Lega”.
Barboni conclude quasi sarcasticamente: “I fatti accaduti sono inversamente proporzionali ai voti dati al centrodestra dal mondo venatorio. I cacciatori bergamaschi sappiano chi devono ringraziare”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il gipeto

    ma tu le vuoi fucilare le peppole o no ?

  2. Scritto da marilena

    barboni si dovrebbe vergognare di appartenere al pd, cambi partito!

  3. Scritto da alpino

    perchè dovrebbe vergognarsi, per aver detto quello che pensa,
    Continuiamo a votare quelli che sbandierano buoni propositi per prendere voti come la lega?

  4. Scritto da sparati al tuo

    a quando l’apertura della caccia agli ex-comunisti, new-liberisti?
    …la mia balestra è pronta!