BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Settimana della mobilit??, tra traffico vietato e bus scontati

In realt?? le settimane di iniziative sono quasi tre. Saranno presentati due parcheggi mangiasmog. Il 26 con la Maratona domenica ecologica. Il 19 biglietti Atb validi tutto il giorno.

Più informazioni su

Settimana europea della mobilità: in realtà le iniziative dureranno per quasi tre settimane, dall’11 al 26 settembre. E ce ne sarà per tutti i gusti, come è possibile vedere scaricando il programma ufficiale (click!).
Sul fronte delle opere pubbliche per la mobilità si andrà dall’inaugurazione del nuovo parcheggio di via Gleno realizzato e finanziato dall’Atb, con materiali mangiasmog, fino al nuovo parcheggio a disposizione del parco e dei residenti della Trucca, anch’esso contro l’inquinamento. Slitterà invece a data da destinarsi, a differenza di quanto indicato in programma, l’inaugurazione della Galleria Conca d’Oro, per la quale non sono ancora pronte le lampade fotocatalitiche.
Gli incentivi alla mobilità sostenibile saranno invece parecchi, a partire da domenica 19 settembre, quando tutti i biglietti di Teb e Atb in area urbana dureranno tutto il giorno; il Comune ha poi scelto di dare un incentivo ad auto e moto elettriche: il 17 settembre sarà infatti deliberata "la libera circolazione" di quel tipo di veicoli, "ad esempio in Città alta e in alcune Ztl" anticipa l’assessore all’Ambiente Massimo bandera.
Non mancheranno convegni, "biciclettate in famiglia" (con l’Aribi il 19 settembre), visite guidate alla centrale operativa della Teb, presentazione del progetto di ampliamento del bike sharing, e un appuntamento per sensibilizzare alla moderazione della velocità su strada. E il 26 settembre, giornata conclusiva con la città che ospiterà la 12esima Maratona internazionale di Bergamo, la circolazione sarà vietata dalle 8 alle 15.
"Da parte nostra è una nuova e convinta adesione alla Settimana europea della mobilità – dice il sindaco Franco Tentorio -. Grazie in particolare all’Atb e alla Teb per la collaborazione". "Questa Amministrazione prova nei fatti di volere una mobilità dolce e sostenibile – secondo l’assessore alla Mobilità Gianfranco Ceci -. Non si può ridurre tutto a trenta metri di piste ciclabili". "Una mobilità migliore significa una qualità della vita migliore – aggiunge il titolare dell’Ambiente Massimo Bandera -. Anche nelle zone verdi, nei parchi in particolare, vogliamo dare l’esempio in favore dell’utilizzo della bicicletta". Il presidente di Atb Giancarlo Traini invita tutti a visitare il Museo di Atb, che sarà aperto dal 13 al 22 settembre (come indicato nel programma). E lancia un appello: "Molte nostre iniziative di sensibilizzazione e non solo sono finanziate con risorse marginali al nostro bilancio. Se davvero dovesse essere confermato, da gennaio, il taglio del 25-30% sul trasporto pubblico certe cose potremmo scordarcele, e anzi dovremmo andare a tagliare su spese vive. Mi auguro di no".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da az e la sua logica insostenibile

    La premessa di az e’ errata, (io per esempio in bici), quindi bisognerebbe ingorare il resto del post. Si possono poi porre un paio di domande: 1-cosa fa, secondo AZ, di paesi molto piu’ freddi e piovosi della fascia pedemontana lombarda, dove piove molto poco, paesi ad alto tasso di mobilita’ ciclistica urbana? 2: esiste la capacita’ di comprendere che non “tutti devono” , ma che “una parte potrebbe” e “vorrebbe” ma non puo’ fare perche’ la citta’ e’ costruita solo in funzione di auto privata?

  2. Scritto da A.Z. BG

    L’altro giorno pioveva e le biciclette sono rrimaste tutte nei box.Se dobbiamo lavorare tutti con le biciclette,lavoreremo solo quando non piove e non fa freddo.Consegneremo le merci in bici egli art5igiano che ci fanno le riparezioni in casa urgenti(caldaie,elettriche,falegnameria,ecc)verranno con calma e senza attrezzi in bici.Bene avanti verso i secoli del medio evo.

  3. Scritto da EF

    beh… il ceci ha proprio la faccia come il…. le ZTL pronte da + di un anno sono ancora nell’oblio… tutti i soldi spesi per le famose telecamere sono andati in fumo… i residenti di tali zone si sentono presi per i fondelli… le piste ciclabili stanno scomparendo con la stessa velocità con cui negli ultimi anni sono nate… di questo passo si proporrà l’uscita del casello dell’autostrada direttamente in via XX… l’importante è non ledere gli interessi dei commercinati + retrogradi

  4. Scritto da BravoCece

    rispetto al resto d’europa stiamo facendo passi da giganti… ci stiamo avvicinando sempre più alla bulgaria, alla slovacchia e forse alla romania… i russi ce la fanno in testa… BRAVI!!!!
    la germania e gli altri paesi nordici per noi sono un utopia… ma oltre che andare alle maldive in ferie i nuovi assessori hanno mai fatto un giro a berlino?

  5. Scritto da Gio

    Tanto è tutto inutile, i bergamaschi non concepiscono i mezzi pubblici come per tutti ma solo per gli studenti e gli anziani, vale a dire per coloro che non hanno ancora la patente oppure che non guidano più per l’età. L’ATB non aumenta linee e frequenze dei bus che quindi bisogna attendere per troppo tempo e richiedono troppi cambi di linea e la gente preferisce l’auto. E’ un circolo vizioso e finché non si cambia questa mentalità non cambierà niente.

  6. Scritto da stefano rossi

    Bello bellissimo tutte iniziative lodevoli per carita’ ma far funzionare prima i mezzi pubblici come si deve noooo?? i treni??? oggi avevo la macchina a fare il tagliando ho voluto prendere i mezzi (in ritardo brutti sporchi)e andare a lavorare in treno sono arrivato sul posto di lavoro con 65 min di ritardo!!!!!!!!!!!!lavorate su questo poi per il resto ben venga ! io cmq domani uso la mia bella macchina e vado al lavoro puntuale!!

  7. Scritto da Simo

    A me sembrano tutte proposte positive e valide! Ovvio che la cosa non si debba limitare a tre settimane all’anno, però quello dipende soprattutto dalla volontà di ognuno di noi.. Il Comune sta facendo la sua parte ma anche noi dobbiamo fare la nostra.

  8. Scritto da pm

    Assolutamente d’accordo con Ceci: “Non si può ridurre tutto a trenta metri di piste ciclabili”.
    A proposito, quand’è che inizieranno i lavori per quelle nuove (quelle promesse ogni volta che se ne toglie una esistente, per intendersi)?

  9. Scritto da DOve sono i fatti?

    Bene. Non riduciamoci a 30 m di pista ciclabile. Quali sono quindi i fatti che provano la volonta’ di avere “mobilita’ dolce e sostenibile”? Le iniziative di sensibilizzazione che durano il tempo della giornata della mobilita’? Gli inviti alla sensibilita’? Le uniche opere strutturali che leggiamo sono strade e parcheggi. Piu’ l’aumento del bike sharing, con bici da usare nel traffico. C’e’ qualche idea e progetto nuovo, vero, concreto, di lungo periodo?

  10. Scritto da Quali i fatti?

    Per esempio, un modo per dire quali saranno i fatti sarebbe quello di chiarire come “La settimana non resterà fine a se stessa perché molte delle iniziative e delle proposte saranno coltivate e perseguite nel corso del mandato amministrativo”, cosa che afferma l’assessorato nel volantino dell’iniziativa.

  11. Scritto da nico

    Un modo per “dare l’esempio in favore dell’utilizzo della bicicletta” non potrebbe essere quello, ad esempio, di facilitare il trasporto sul TRAM, senza eccessivi vincoli di numero e di orari? Perchè non pensare al trasporto gratuito delle BIGI e/o a una sorta di abbonamento semestrale/annuale a costo competitivo (es. 20 euro x tutte le biciclette)?. Oltre a pensare a Nuova Belgrado perchè non estendere le Bigi a Torre Boldone, Ranica, Nembro,ecc. in corrispondenza delle stazioni del Tram?