BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Mercato immobiliare: è vera ripresa?

Il presidente della Federazione degli agenti immobiliari mette in guardia da facili euforie, intanto è ripartito l'osservatorio bergamasco.

"Attenzione agli errori e alle distorsioni sul mercato immobiliare, rischiamo di passare dal pessimismo più nero all’euforia, che non è mai buona consigliera", lancia l’allarme Giuliano Olivati, presidente provinciale Fiaip Bergamo, la Federazione italiana agenti immobiliari professionali. "Troppi parlano senza una solida base scientifica, in base a impressioni passeggere che poi rimbalzano da un sito internet ad un quotidiano e così via. Qualcuno già profetizza un aumento dei prezzi, mentre è proprio il loro plafonamento ad avere fluidificato il mercato, troppo a lungo ingessato da richieste anacronistiche, che non tengono conto che l’economia mondiale è cambiata dal 2007 ad oggi. E’ necessario un serio check-up del mercato immobiliare, una rilevazione statistica solida e affidabile, per capire se i segnali di ripresa, dopo due anni di fermo, saranno confermati, o se si tratta di un fuoco di paglia. Gli economisti parlano di ripresa a W, con molti alti e bassi, stile otto volante, nessuno può garantire che si tornerà ai valori pre-crisi, ma di certo ci vorranno anni per risalire la china, deve prima cessare l’onda lunga dei licenziamenti, e le banche devono riaprire il credito".
"Con l’inizio di settembre riparte la macchina dell’Osservatorio immobiliare Fiaip Bergamo, con i suoi 1.000 operatori aggregati sul mercato, che fanno capo a 300 agenzie immobiliari e di mediazione creditizia su tutto il territorio provinciale", spiega il presidente Fiaip Bergamo. "Anche quest’anno la raccolta dei dati di mercato è telematica, attraverso l’area riservata del sito web della federazione. In questo modo tutti i nostri associati partecipano alla raccolta, fornendo un campione statistico che non ha eguali sul territorio".
Già al lavoro per la rielaborazione statistica dei dati anche il comitato scientifico dell’Osservatorio, composto dal presidente provinciale e da quattro consiglieri Fiaip Bergamo, Roberto Boffelli, Antonino Chiarini, Salvatore Ranucci e Roberto Tassetti. "In attesa dei nuovi dati statistici non possiamo lasciarci andare a commenti euforici – precisa Olivati – ma di certo possiamo dire che l’immobiliare sta ricominciando a muoversi perché i prezzi sono calati mediamente di un 20 per cento rispetto ai picchi del 2007: infatti i proprietari che non si adeguano al mercato restano al palo, ingolfando la piazza di immobili invenduti. Altra falsa percezione da sfatare – prosegue Olivati – è quella di molti proprietari che temono di perderci vendendo il loro immobile in questa fase di mercato. E’ un’illusione ottica, le case si sono rivalutate di un 120-130 per cento in 10 anni, se negli ultimi tre anni il mercato si è ridimensionato di un 20% gli immobili hanno comunque raddoppiato il loro valore dall’introduzione dell’euro ad oggi, altro che perderci. Ma in questa fase di mercato abbiamo una domanda vivace pronta ad acquistare case al valore di mercato attuale, i venditori motivati hanno tutto l’interesse a cogliere quest’occasione. Il problema non è la trattativa – conclude il presidente Fiaip Bergamo – e la maggior elasticità richiesta ai venditori, il problema vero si avrebbe se venisse meno la domanda, allora sì che la macchina si fermerebbe".

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GI61

    scusate ma le migliaia di appartamenti vuoti sfitti ancora in vendita che nessuno compera dove li mettono?

    ma tutti gli appartamenti che ho visto un anno fà con scrittovendesi idem6 mesi fà idem 15 fà idem oggi.

    QUALE RIPRESA???’

  2. Scritto da greatguy

    gli sta bene a sta gentaglia (gli impresari, non tutti ma quasi) hanno sperperato per anni prendendo per il collo i cittadini chiedendogli cifre assurde per un bilocale ( e che c…o sono di oro ste case???!!!) per poi sputtanre tutto a zoc… e champagne…. vi sta bene sta crisi a voi!!!!!! dimezzate i prezzi

  3. Scritto da BRUNO S.

    tassare tassare e ancora tassare gli appartamenti sfitti dopo un anno dalla conclusione dei lavori..una casa se è sfitta o non venduta badabam una bella tassata cosi scendono sti benedetti prezzi..140000 euro per un bilocale?ma andate …

  4. Scritto da Andrea

    mha…. eppure si continua a costruire….. magari il mercato è in ripresa perche’ le banche hanno riaperto i rubinetti dei mutui…tanto a loro che gliene frega al massimo ti portano via la casa se non paghi….

  5. Scritto da Luca

    è la classica notizia bufala buttata lì ad arte dalla lobby degli agenti immobiliari per giustificare i prezzi alle stelle che, nonostante la crisi, continuano a proporre. La gente non è stupida… qualche agente immobiliare invece sì visto che non capisce nulla delle leggi del mercato (appartamenti invenduti da almeno 3 anni con prezzo inchiodato sono lì a dimostrarlo)

  6. Scritto da GRATTA...CIELO

    Gente! Correte a comprare, tra poco le case in vendita saranno merce rara…….hi..hi..hi….