BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il B&B dove si paga con il baratto

Nel paesino di Bosa, Ilaria e Alfredohanno aperto la loro casa-torre del 1600 all?accoglienza in cambio di quello che gli ospiti possono offrire.

Più informazioni su

Non servono soldi per soggiornare al VillaVillaColle di Bosa, un piccolo paesino medievale sulla costa occidentale della Sardegna, a sud di Alghero e a due passi da un mare meraviglioso che si è guadagnato le 5 vele di Legambiente. I loro proprietari, Ilaria e Alfredo, scultori-ceramisti, insieme al piccolo Elia, hanno infatti scelto di aprire la loro casa-torre del 1600, costruita ai piedi del Castello dei Malaspina, dando vita al primo B&B d’Italia dove l’accoglienza non si basa sul pagamento in denaro, ma sul baratto. Dove l’ospite può soggiornare, per un week end o una settimana, non semplicemente "pagando", ma dando in cambio qualcosa.
Il qualcosa ovviamente può essere qualsiasi cosa: marmellate Bio, piccoli lavori domestici, favole per il piccolo Elia, come spiega Alfredo stesso sul sito dedicato a questo luogo dove un turismo alternativo, costruttivo, e capace davvero di fare la differenza sembra essere possibile. Un luogo dove non è più il conto in banca a rendere possibile l’incontro e lo scambio, ma la persona.
Ospitalità, quindi, in cambio di creatività. Una soluzione anticrisi, com’è stata definita, il frutto di una scelta creativa, originale e intelligente, preferiamo chiamarla noi, nata dal pensiero di una "decrescita felice , un’ economia del dono, sistemi monetari locali e alternativi". Un’idea che ha riscosso successo e incontrato l’entusiasmo di molti, a giudicare dagli articoli dedicati al
VillaVillaColle e alle lettere di apprezzamento di chi ospite, qui, lo è stato di già! Senza considerare che alla sua seconda stagione (è stato inaugurato nel 2009) il VillaVillaColle è stato sempre al completo.
Colorato, accogliente, naturale, di certo questo B&B con una B in più (Bed, Breakfast e Baratto) è qualcosa di assolutamente in controtendenza nonché il primo del genere in Italia. Primo ma non unico, visto che già qualcun altro ha raccolto l’idea di Ilaria e Alfredo realizzando altri luoghi in cui la vacanza può davvero trasformarsi in occasione d’incontro, di crescita e di arricchimento.
Il baratto, infatti, in questo caso non vuole essere un semplice tornaconto ma il modo di dare il via a un turismo che possa essere davvero sostenibile, a zero euro, per dare a tutti la possibilità di andare in vacanza senza essere costretti a spendere soldi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.