BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

S?? alla caccia in deroga a peppole e fringuelli

Via libera della commissione regionale Agricoltura alla possibilit?? di cacciare alcune specie protette.

Più informazioni su

Via libera all’unanimità in Regione (erano presenti i rappresentanti dei Gruppi di PdL, Lega Nord e UDC e i Consiglieri del PD Girelli e Barboni) in Commissione “Agricoltura” al provvedimento (relatore il presidente della Commissione Carlo Saffioti del PdL) che disciplina le regole per l’esercizio dell’attività venatoria lombarda per la stagione 2010-2011, frutto dell’abbinamento di un progetto di legge presentato e sottoscritto da Gianmarco QuadriniValerio Bettoni (UdC) e di uno presentato dai Consiglieri della Lega Nord.
E’ un provvedimento di buon senso –ha spiegato Saffioti- che tiene conto della relazione della Commissione regionale di esperti in campo guiridico, faunistico e ornitologico appositamente costituita dalla Giunta e che evidenzia l’assoluta costituzionalità della legge lombarda in materia venatoria, conferma la certificazione formale dello stato di conservazione delle specie oggetto di caccia in deroga e che individua la legge regionale n.24/2008 come legge quadro in materia che disciplina le deroghe, così come richiesto dalla Commissione europea. Credo che così come predisposto –ha concluso Saffioti– questo provvedimento non dovrebbe trovare ostacoli in sede europea, e testimonianza ne è anche l’approvazione unanime avvenuta oggi”.
Come avvenuto per l’ultima stagione venatoria, anche quest’anno ci sarà la possibilità di cacciare le specie pispola per un numero complessivo massimo di 45mila esemplari (10 capi giornalieri massimi e 50 stagionali per ciascun cacciatore). Via libera anche all’inserimento del frosone tra le specie cacciabili, per un numero complessivo massimo di 31mila esemplari (5 giornalieri, 25 stagionali).
Il progetto di legge autorizza inoltre per le peppole un prelievo massimo pari a 95mila esemplari e per i fringuelli pari a 510mila capi, effettuabile esclusivamente da parte dei cacciatori autorizzati e in possesso della scheda di monitoraggio. Ciascun cacciatore potrà prelevare un numero massimo di 20 capi al giorno e 100 nell’arco dell’intera stagione per la specie fringuello, 5 capi al giorno e massimo 25 stagionali per la specie peppola. Per gli esemplari appartenenti alla specie storno, si autorizza un prelievo massimo di 160mila esemplari; di questa specie, sarà possibile cacciare 20 capi al giorno e in ogni caso non più di 100 nell’intero arco stagionale. 
Questi ultimi numeri sono il risultato e la conseguenza dell’incontro tecnico con i rappresentanti dell’INFS dove, nel pieno rispetto delle direttive comunitarie vigenti, erano stati elevati i valori medi delle quantità di fringuello e peppola cacciabili, passando dall’1% (valore di riferimento precedente) all’attuale 3% del quantitativo di esemplari viventi della specie, mentre per lo storno si era passati dall’1% al 2%. La Commissione Europea ammette un prelievo compreso tra l’1 e il 5 per cento.
La caccia allo storno sarà consentita dal 1 ottobre al 31 dicembre, la caccia alla pispola, al frosone e al fringuello dal 1 ottobre al 30 novembre, alla peppola dal 10 ottobre al 10 dicembre.
Approvato anche un emendamento congiunto di Alessandro Marelli (Lega Nord) e Mauro Parolini (PdL) che adegua la scheda di monitoraggio dei cacciatori alla normativa vigente, andando nella direzione di una maggiore e migliore semplificazione burocratica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pullu

    @43 : Arda che la machina brusada di guardie, ala fi’, te la paghet amo Te.

  2. Scritto da HA QUALCUNO LE RANE PIACCIONO!

    @ 34 Pollo ops Pullu: Pullu,a chi déla Provincia(Polizzia Provinciale ex Guardia Caccia)sö al Dés,nval de Scalf,i ga brüsat öna Machina(ol Pandì)per quatér Rane:dopo arda po te…!

  3. Scritto da Pullu

    @40. tranquillo sig. giudice, la redazione di bg news ha poco da lavorare sui miei post. Non ricordo di essere mai stato bannato …. Sa, sono un cacciatore e se faccio l’asino una delle prime cose è che mi ritirano è la licenza di caccia. Qundi niente risse, sia in rete che al bar. Niente ciucche, niente droghe, pagare tutto e subito perchè, lo ripeto anche pergli altri, se non rigo dritto la prima cosa che mi succede è che il questore mi ritira la licenza di caccia…

  4. Scritto da Pullu

    @33 e @35
    appena pesco in rete qualche documento te lo indico
    La crisi degli anatidi (mestolone) non è dovuuta alla caccia ma alla sparizione delle zone umide
    La tipica alpina è in sofferenza per i cambiamenti climatici e la modifica dell’ambiente in cui vivono (antropizzazione montagna, sci fuori pista, avanzata del bosco con perdita delel essenze vegetali alla base delal loro alimentazione. Comunque Gallo Forcello e Coturnice in bergamasca non sono cacciabili con i cacciaotori concordi

  5. Scritto da Pullu

    Eccovi serviti. Andate tranquillamente al link sotto riportato
    http://osservatoriofaunisticomarche.uniurb.it/Documenti/Documenti%20utili%20censimenti/Venerd%C3%AC%2017%20aprile%202009/Censimento%20passeriformi%20e%20deroghe%20UE%20Toso.pdf

    Dal documento ISPRA c’è bella bella l’indicazione della piccola quantità (Pag da 21 in avanti ..)

  6. Scritto da bruce

    conosco almeno una ventina di cacciatori e TUTTI mi hanno detto che almeno una volta (si solo una…) sono stati bracconieri perchè non hanno osservato le regole, uno addiritura non ci vede e spara(pericolo pubblico visto che è sempre alticcio)… visto che sai i numeri potresti inziare tu… solo una cosa: occhio che sono armati….Ripeto la caccia nel 2010 è una cosa ridicola e non più accettabile, sparatevi fra di voi nei vostri prati e lasciateli volare: siete tristi e inutili.

  7. Scritto da paolo

    VOi cacciatori siete ridicoli !!!! vi nascondete dietro il io pago le tasse e quindi pretendo !!!!! bravi bravi !!! poi vi porgo una domanda: ma sbaglio o una parte della tassa del lusso che pagate per cacciare (lusso perchè siete poche migliaia e vi permettete di ammazzare la fauna che è di tutti !) la usate per allevare selvaggina che poi liberate perchè altrinementi non avete nulla da cacciare ???? e allora che neccessità è questa se veramente la fauna grazie alla caccia gode di ottima salute

  8. Scritto da il giudice

    Ma quanto scrive il signor Pullu, ci sono tanti altri articoli interessanti da commentere su bgnews, lasci un pò di spazio anche agli altri lettori ed anche alla esausta redazione che si deve fare in quattro per starle appresso.

  9. Scritto da Le strane teorie di pullu

    Lo sanno anche i bambini che la crisi di dette specie e’ principalmente causa da degrado habitat per cause antropiche. Ora abbi il coraggio di affermare se la caccia va in senso opposto a questo, oppure se essa si sovrappone come ulteriore fattore di pressione su queste specie. Di cui potremmo fare a meno.

  10. Scritto da dalla parte del fringuello

    basta portare pazienza e i cacciatori si estingueranno, vista l’età media e l’emorragia ormai inarrestabile di possessori di licenza; i nuovi iscritti ogni anno non riesco neanche lontanamente a compensare coloro che hanno abbandonato la licenza o che più semplicemente sono deceduti per anzianità.

  11. Scritto da genu

    Non sono mai stato a favore della caccia, ma se guardiamo i numeri sta diventando ormai uno sport per pochi: negli anni 90 i cacciatori in bergamasca erano piu’ di 20mila adesso se raggiungono i 12/13mila sono tanti, nel giro di qualche anno si dimezzeranno ancora…

  12. Scritto da Mirko

    Al di la di ragionamenti pro – contro la caccia. Io non ho mai capito una cosa, il numero massimo di capi prelevati come viene controllato? Si basa solo sulla buona fede del cacciatore che compili senza barare la scheda?

  13. Scritto da Pullu

    Commento da parte di un cacciatore :
    In Italia ogni gruppo di persone è libero di aggregarsi e fare lobby per la difesa dei propri interessi: cacciatori compresi !
    Le specie di cui si consente la caccia in deroga godono di ottima salute in termini di quantità di individui costituentila popolazione Europea della specie.
    Le deroghe sono ammesse anche dall’orinamento giuridico europeo
    la caccia non è nè uno sport nè un hobby: è una passione scritta nel DNA di ogni uomo.

  14. Scritto da bruce

    rispondo a n 23 : devi tenere conto di tutti quelli che cacciano senza licenza e sono molti…
    e il sign. pullu cacciatore n 22: non è che se una specie è in salute l’uomo deve intervenire per limitarne il numero: chi sei ?? Dio per caso??? Lasciali in cielo gli uccelli che c’è madre natura che ne limita il numero ( o la catena alimentare se preferisci…) poi come tu stesso scrivi ” le deroghe sono ammesse anche dall’ORINAMENTO giuridico europeo” penso tu abbia scritto proprio giusto…

  15. Scritto da Peeeeem!

    Dopo l’approvazione della UE alla sperimentazione sui randagi, oggi arriva anche questa batosta. Abbiamo fatto un consistente passo indietro a livello di civiltà e dovremmo vergognarcene. La caccia è uno sport da persone con complessi e i politici furbetti lo sanno e raccattano voti sulla pelle e le piume di innocenti animali. Società volgare, violenta e tristissima, ecco cosa abbiamo costruito.

  16. Scritto da Pullu

    @bruce. Di gente senza licenza di caccia che va in giro a sparare ce n’è molta meno di quello che pensi. Per l’uso di armi senza avere il porto d’armi c’è il penale.. E poi i cacciatori corretti vigilano … Non vi sono uccelli in cielo che sono in sovrannumero. La caccia preleva una piccola percentuale di popolazione che andrebbe comunque persa a causa della mortalità naturale che si verifica durante la migrazione. Ci sono fior di studi che certificano questo.

  17. Scritto da Pullu

    @bruce. Ti sei mai chiesto come mai, nonostante le immani stragi denunciate dai detrattori della caccia, le popolazioni di uccelli cacciabili godono comunque di ottima salute? Le risposte sono due : 1)ti hanno riempito la testa di panzanate 2) la caccia non è distruttiva per nulla (quella condotta correttamente e seriamente , s’intende…)

  18. Scritto da Pullu

    @Per tutti ..
    Guardate pure questo video ….
    http://www.youtube.com/watch?v=HXhkSTLubPg
    Un cacciatore che si diverte tutto il giorno con i suoi cani .. senza sparare un colpo ….
    W LA CACCIA !!!

  19. Scritto da marilena

    per pullu. Solo lei dice che gli uccelli cacciabili godono ottima salute e sono tanti, poi affermare che la libertà di cacciare sia un diritto inviolabile è proprio una prepotenza. La natura è un patrimonio di tutti e non è giusto che qualcuno la offenda in questo modo negando agli altri uomini la possibilità sacrosanta di amarla e rispettarla. E’ solo questione di voti, è una lobby e basta…

  20. Scritto da bruce

    x pullu: come fai a dire che la caccia non è distruttiva??? Gli studi che tu dici chi li fà??? di cacciatori abusivi quì nella mia zona ce ne sono e molti… chi li controlla…voi cacciatori buoni??? Valle a raccontare ai bambini dai…. è vergognoso che nel 2010 ancora esistiate e non riuscirò mai a capire l’esaltazione di uccidere un povero fringuello che vola..siete tristi e non vi voglio nei miei prati.

  21. Scritto da Pullu

    @marilena. Io non ho detto che la libertà di cacciare è un diritto inviolabile. Si rilegga i miei post. Che le specie di uccelli cacciabili non siano in pericolo di estinzione lo dicono tanti studi fatti sia dai cacciatori che dagli ambientalisti seri…. come ad esempio l’ISPRA (Istituto Superiore per la ricerca ambientale) che agisce sotto l’egida del ministro dell’Ambiente signora Prestigiacomo che non mi pare sia una sparafringuelli.

  22. Scritto da Interessanti teorie, quelle di Pullu

    “La caccia preleva piccola parte comunque destinata a perdersi causa natuale moratalita’ migratoria”. Ci puo’ citare tre di questi studi che affermerebbero cio’. Vale anche per le molte specie stanziali? Se e’ nota la funzione selettiva del ghepardo che acchiappa la gazzella piu’ lenta perche’ malata, e’ ignota quella del cacciatore che spara una rosata al volatile x: se x e’ sano arriverebbe nel suo areale di nidificazione. Infine, appunto, perche’ non limitarsi a fare i cinofili?

  23. Scritto da Pullu

    @bruce. Che la caccia non sia distruttiva lo capiscono anche i bambini … basta guardarsi intorno e saper osservare … Se fosse vero che la caccia è distruttiva non esisterebbero piu gli animali selvatici da un bel po’ di anni ….
    Se nelle Tue parti ci sono un sacco di cacciatori abusivi ?
    Ti passo 3 numeri di telefono
    Carbinieri 113
    Forestale 1515
    Polizia provinciale 800 350035
    ecco, qunado ne vedi uno dei tanti chiama loro …. diversamente astieni da commenti insensati …

  24. Scritto da Interessanti teorie quelle di Pullu

    Quelle sviluppate in base alla scienza del “e’ sotto gli occhi di tutti”. Non lo sfiora il sospetto che tra uno stato di salute ottimo delle “specie selvatiche” e la loro sparizione totale, esistano anche dei gradi interme di coservazione, e che alla loro discesa contribuisca anche la caccia. Ti sfidiamo poi ad affermare di nuovo che le specie cacciabili godano di ottima salute, parliamo per dirne due di mestoloni e specie di avifauna alpina.

  25. Scritto da il giudice

    Bene bravi, i Signori Beretta & C. saranno contenti.

  26. Scritto da marilena

    basta basta basta! Leggere queste notizie mi fa star male, cacciatori andate tutti a impallinarvi far di voi! Poi contateli quanti sono….

  27. Scritto da Bertana da Barbariga

    Urge scrivere nuova e più incisiva lettera sulla triste vicenda, ma temo che il massacro continui.

  28. Scritto da bruce

    andate a lavorare, sono stufo di gente che entra nei miei prati e spara a 50 m da casa mia… lasciateli stare quei quattro uccellini che ancora non sono scappati… oltre che uno sport per sfigati è anche poco controllato: fanno quello che vogliono e alcuni sono da neuro ed hanno un fucile in mano!!!!

  29. Scritto da giobatta

    siamo per ora salvi, le doppiette di bossi per ora sanno cosa fare…

  30. Scritto da marilena

    per 4 bruce. E pensa che l’italia è l’unico paese dove si può entrare nelle proprietà private a cacciare! Ho seguito una trasmissione in tv dove si parlava di questi problemi e ne ho sentito di tutti i colori!

  31. Scritto da la redazione

    Argomenti pro o contro la caccia non mancano. Gli insulti tra i due schieramenti, invece, non interessano a nessuno. Chi vuole intervenire porti idee. Il resto non verrà pubblicato. Grazie

  32. Scritto da Giorgio Comi orobievive

    Il solito scandaloso regalino alla lobby venatoria in barba alle direttive comunitarie da parte della Regione. Anche gli ambientalisti votano viene da dire ma ovviamente nn hanno i mezzi di persuasione, la tracotanza e gli appoggi dei cacciatori… Questa si è democraZZia! Mi permetto di aggiungere il cordoglio per la barbara uccisione del sindaco di Pollica un ambientalista che dava fastidio come tanti.

  33. Scritto da ac

    mi unisco a coloro che ritengono la caccia un esercizio anacronistico di prevaricazione dell’uomo sull’animale.
    Non ha senso più nel mondo contemporaneo.
    Non parliamo di sport, perché per sarebbe una negazione di principio: non si uccide per sport, o per divertimento, o per passatempo.

  34. Scritto da no caccia

    Ha ragione chi parla di lobby.
    I potenti sovrastano anche le regole di civiltà.
    Abolire la caccia, altro che derogare!

  35. Scritto da caccia libera

    Aboliamo invece BERTANA e ACCOLITI vari.

  36. Scritto da ALF

    La caccia è una forma collaterale della pazzia umana.
    Quando un uomo vuole uccidere una tigre, lo chiama sport; quando una tigre vuole uccidere lui, la chiama ferocia…

    “La caccia non è altro che un atto inumano e sanguinario, degno solamente di selvaggi e di uomini che conducono una vita senza coscienza, che non si armonizza con la civiltà e col grado di sviluppo a cui noi ci crediamo arrivati.” (Tolstoj)

  37. Scritto da vittorio

    Ovviamente queste leggi sono fatte per racimolare voti. Fa tristezza pensare che non ne perdano altrettanti ! Dovrebbe essere cosi’, nell’Europa di oggi chi fa l’antiambientalista viene punito, in Italia no.
    Anzi vengono ammazzati gli ambientalisti. Su la testa ragazzi! Il torto ce l’ha chi spara agli animali!

  38. Scritto da paul

    mi piacerebbe che in bergamasca venisse da qualche inaugurato un parco pubblico denominato ” parco della peppola”!!!

  39. Scritto da karajan

    O la smettiamo di scrivere commenti e facciamo qualcosa di concreto, o lasciamo fare a mamma natura: questi, col cervello perennemente disoccupato, sono sempre di meno, quindi, aspettiamo! C’è chi propone una multa per quelli che infastidiscono questi loschi individui, vogliamo dire a costui che non abbiamo paura?!

  40. Scritto da Mauro

    l’unico commento possibile è enigmistic: parola di dieci lettere, inizia per V e finisce per O.

  41. Scritto da @9

    @9: il tuo commento mi sta bene, ma, ti prego, ristudiati la grammatica italiana prima di commentare nuovamente!!

  42. Scritto da Padan

    Una proposta SI ALLA CACCIA IN DEROGA per :
    – Politici (nani e ballerine)
    -BjTROTA e PUPA

  43. Scritto da azzone

    Polenta e osei…(meglio se piccoli) sono una bontà!