BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“La Provincia dica no all’inceneritore a Tavernola”

"Inaccettabile" per il consigliere provinciale Paolo d'Amico la richiesta della cementifera Sacci di sperimentare i rifiuti come combustibile

La cementifera Sacci spa di Tavernola Bergamasca ha chiesto in data 15-2-2010 alla Provincia di Bergamo il rinnovo dell’A.I.A. (Autorizzazione integrata ambientale) che include anche la richiesta di autorizzazione alla sperimentazione dell’uso dei rifiuti (tra cui pneumatici esausti) come combustibile per l’attività ordinaria del cementificio.
Sinistra per Bergamo (Prc, Pdci, Sd) ritiene tale richiesta inaccettabile.
Per l’ambiente: con la combustione dei rifiuti i fattori di inquinamento aumentano o comunque si ripropongono sotto forme diverse, ma egualmente pericolose.
Per la salute dei cittadini: la mortalità provocata da tumori è molto sopra la media della Lombardia nell’area di Tavernola B.; con lo sviluppo della attività di incenerimento dei rifiuti per alimentare i forni della cementifera tale situazione si aggraverebbe.
Per il turismo: la zona è di particolare rilevanza ambientale e turistica e deve già sopportare la presenza dell’ordinaria attività industriale del cementificio; risulta quindi quanto mai inopportuno aggiungere a tale pesante impatto ambientale anche quello indotto da un vero e proprio inceneritore.
Per la viabilità: lo sviluppo industriale dell’area ha già raggiunto il suo limite a causa del traffico pesante presente sull’unica strada provinciale di accesso all’impianto.
Per la democrazia: nel giugno 2007 si è svolta a Tavernola B. una consultazione popolare nella quale l’83% dei tavernolesi ha espresso la propria netta contrarietà all’’utilizzo dei rifiuti nel cementificio.
Nelle prossime settimane l’Amministrazione Provinciale di Bergamo dovrà esprimere il proprio parere: "Vogliamo sperare – dichiara il consigliere provinciale Paolo d’Amico – che le forze politiche che esprimono il governo della Provincia (a parole così attente ai problemi locali dei bergamaschi), vogliano essere realmente dalla parte dei cittadini e del territorio di Tavernola Bergamasca dicendo forte e chiaro no all’inceneritore".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fenaroli Mery

    La nostra Cementifer ormai non ci dà più il PANE Quotidiano…..ci fa solo morire di CANCRO con percentuali più alte di altre zone.
    E ORA CHE VENGA DEFINITIVAMENTE CHIUSA……..BASTA INQUINAMENTO

  2. Scritto da Bianica unita

    Bravo Foresti questo e parlar chiaro…sono curioso di conoscere la posizione del Sindaco di Tavernola che mi pare sia leghista….chissa se considera di più la salute della sua gente o i potentati economici….staremo a vedere.

  3. Scritto da Sorosina Anna - Tavernola Democratica

    L’Amm.ne di Tavernola ha approvato con il voto favorevole della maggioranza e quello della minoranza “Tavernola Democratica” una delibera di Consiglio lo scorso 18 febb., di contrarietà ai rifiuti nel cementificio che è stata inviata in Provincia. Il Gruppo Tavernola Democratica ha ottenuto dalla Provincia di partecipare alla Conferenza dei Servizi e ha presentato osservazioni tra cui la necessità di provvedere alla VIA (Valut. Impatto Ambient.) ma la preoccupazione sale per la decisione finale.

  4. Scritto da Un ex

    A Tavernola c’è uno che andrebbe incenerito!!!!!

  5. Scritto da colosio giul

    La cementifera ha cambiato troppo PADRONI..ormai e solo finanza il Business e nell’incenerire i rifiuti….la POLITICa non c’è più sono tutti li alla grande abbuffata….sono tutti nani ballerine e PUPE con qualche figlioo bamboccio come il Bj TROTA questa gente sono Anime Morte viziate e marcie senza alcun progetto che non sia il loro interesse la loro GRANDE ABBUFFATA….bisogna vigilare APRIRE LI OCCHI non lasciarsi intontire dalle parole VUOTE di questa NON CLASSE POLITICA che oggi ci tocca

  6. Scritto da ex pd deluso e incazzato

    Speriamo che il PD locale… se ancora c’è batta qualche colpo …o forse e ancora in mezzo al guado vuoto di idee,progetti e sperenze e preso a garantire lo stipendio ad un inutile e stantio apparato

  7. Scritto da berghem

    Mi sembra giunta l’ora di chiudere definitivamente la cementiera e farci un mega CASINO’ con annesso Night Club per specchiarsi nel lago,il futuro di Tavernola e del sebino va giocato nel comparto del turismo sessuale

  8. Scritto da Giacomo foresti

    Sarà difficile che la provincia di PIROVANO dica no all’inceneritore a Tavernola…ormai la LEGA PADRONA e sempre più interessata al potere..agli affari e sempre meno alla salute dei padani…questi politici legisti sono tutti pifferai e ora di dire BASTA……. TAVERNOLESI VIGILATE….