BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ponteranica, il vicesindaco non si sente italiano: e come fa?

L'ex sindaco Pagano chiede a Santo Minetti di risolvere la contraddizione in cui è caduto dichiarando di non sentirsi italiano ma presenziando alle celebrazioni civili e religiose con la fascia tricolore.

Più informazioni su

Alessandro Pagano, ex sindaco di Ponteranica, oggi esponente dell’opposizione "Orizzonti Nuovi", chiede al vicesindaco Santo Minetti come intenda risolvere la contraddizione in cui è caduto dichiarando di non sentirsi italiano ma presenziando alle celebrazioni civili e religiose sempre con a tracolla la fascia tricolore, munita dello stemma della Repubblica Italiana, simbolo dell’unità della nazione.

Gentile direttore,
in qualità di rappresentante del gruppo consiliare "Per Ponteranica Orizzonti Nuovi", ritengo doveroso intervenire sulla vicenda che ha caratterizzato la seduta del Consiglio Comunale del 31 Agosto u.s., dove il vice sindaco di Ponteranica, sig. Santo Minetti ( che nell’occasione presiedeva l’assemblea), intervenendo sulla proposta del consigliere Oriani volta a sollecitare al Parlamento l’approvazione della legge sull’affissione dell’ "Inno di Mameli" nelle scuole, ha dichiarato e più volte ribadito di non sentirsi italiano.
Le assicuro che il sig. Minetti ha espresso nei predetti termini e molto chiaramente il suo pensiero così che le successive smentite e precisazioni appaiono sorprendenti e puerili.
Voglio preliminarmente precisare che il mio gruppo si è astenuto sulla proposta di delibera non per partito preso, come sostiene Oriani, ma semplicemente perchè la mancata conoscenza del testo di legge che si intendeva sollecitare (ed il cui articolato non risultava allegato alla proposta di delibera) non ci consentiva di esprimere sullo stesso un giudizio compiuto. Quindi nessun ostracismo preconcetto nei confronti delle iniziative del P.d.L., tanto è vero che, nel corso della stessa seduta, abbiamo approvato un altro ordine del giorno presentato da Oriani volto ad istituire un test anti droga per sindaco, assessori, consiglieri ed insegnanti.
Venendo ora al punto, ritengo che vada riconosciuto al sig. Minetti il diritto di manifestare i suoi sentimenti anti italiani.
Deve però spiegarci come intende risolvere la contraddizione in cui è caduto dichiarando di non sentirsi italiano ma presenziando alle celebrazioni civili e religiose sempre con a tracolla la fascia tricolore, munita dello stemma della Repubblica Italiana, simbolo dell’unità della nazione.
Attendiamo fiduciosi una risposta, possibilmente seria, perchè qui c’è di mezzo non tanto la coerenza e la credibilità del personaggio (che poco interessa) ma la permanente offesa che tali comportamenti , di stampo leghista, arrecano sistematicamente alle istituzioni repubblicane e che francamente non possono più essere tollerati come semplici innocue manifestazioni folcloristiche.
La ringrazio per l’ospitalità
Alessandro Pagano

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Qualora la Padania fosse nazione e ci sia una guerra,sarei curioso di vedere se il personaggio in questione andrebbe al fronte per combattere in difesa dell’indipendenza

  2. Scritto da Andrea

    Targa di Impastato, beghe col dirigente scolastico, non sentirsi italiani….wow che programmone! intanto ponteranica soffoca nel cemento e nel traffico!

  3. Scritto da Euro

    Beh trovo interessante che un Vicesindaco non si senta italiano per quasi tutto tranne la sua indennità di carica che proviene da un comune italiano. La coerenza chiederebbe che accettasse i danari solo se padani….. mah….potere degli Euro!

  4. Scritto da giacomo

    Quanto scommettiamo che la Lega non verrà rieletta a Ponteranica fra tre anni?

  5. Scritto da Ponteranica Informata

    Ci chiediamo : “chi è che ha fatto scempio del territorio in questi anni???” Chi ha costruito in collina?? Di certo non la Lega!!!

  6. Scritto da Verde

    Si omette che oltre a ricevere uno stipendio ITALIANO (ridicolo) il Vicesindaco pagherà come tutti le tasse ITALIANE!!!!! Di fatto è un operaio, e come ben sappiamo, le tasse gli verranno prelevate alla fonte!!!! Nessuna contraddizione quindi! Minetti cerca di cambiare il sistema da dentro rispettando però le leggi del sistema stesso!

  7. Scritto da dino

    L’ITALIA non si merita simili personaggi

  8. Scritto da Beppe

    L’Italia se li merita questi individui perchè il suo popolo li ha votati

  9. Scritto da Tuditanus

    Cerchiamo di vedere il lato positivo di certi comportamenti.
    Se certa gente non si sente Italiana noi abbiamo un motivo in più per essere fieri di esserlo.