BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, l’impegno non basta Il Frosinone strappa un pareggio fotogallery

Doni, Ceravolo, Tiribocchi sfiorano il gol ma Sicignano riesce sempre a salvarsi. Rischio finale per i nerazzurri ma è ancora Consigli a dire di no.

Più informazioni su

Partita dominato sotto il profilo del possesso palla per i nerazzurri che riescono a creare almeno quattro occasioni da gol nitide senza riuscire a sfruttarle. Frosinone arroccato in difesa, con undici uomini dietro la linea della palla, pronti a ripartire. Il risultato è una difficoltà per la manovra offensiva bergamasca di sfondare ma nonostante questo Doni (nel primo tempo su punizione e ad inizio ripresa), Ceravolo (allo scadere del match) e Tiribocchi (palo clamoroso alla fine del primo tempo) mettono i brividi alla retroguardia ciociara. Frosinone che sfiora il colpaccio dopo il novantesimo ed è solo grazie a Consigli che l’Atalanta non subisce la beffa.

ATALANTA-FROSINONE 0-0

Atalanta (4-4-2): Consigli; Raimondi, Capelli (1’st Talamonti), Peluso, Bellini; Pettinari, Carmona, Padoin, Doni; Tiribocchi (13’st Ceravolo), Ruopolo (25’st Ardemagni). All. Colantuono.
Frosinone (4-4-2): Sicignano; Catacchini, Terranova, Guidi, Bocchetti; Grippo, Bottone, Di Tacchio (42’st Biso), Lodi; Santoruvo, Basso (30’st Sansone). All. Carboni.
Note: ammoniti Santoruvo, Grippo, Di Tacchio, Doni, Sicignano, Guidi.

SECONDO TEMPO

50′: è finita, altro 0-0 dopo quello di Varese.
49′: miracolo di Consigli che d’istinto evita la beffa finale.
46′: ultimo cambio per la partita, dentro BenDjemia, fuori Di Tacchio.
44′: saranno cinque i minuti di recupero.
43′: la palla del match è sul sinistro di Ceravolo, botta incredibile con Sicignano che si salva in angolo.
42′: esce Di Tacchio, dentro Biso.
41′: ospiti vicino al gol, diagonale sinistro di Sansone che mette i brividi a Consigli.
38′: a terra un giocatore del Frosinone per crampi. Perdita di tempo paurosa.
35′: ritmi di gioco che si sono abbassati paurosamente. Molti gli appoggi sbagliati in questa fase di gioco.
32′: buona azione sulla sinistra di Ardemagni che tocca in mezzo per Ceravolo. Il tocco dell’ex Reggina impegna Sicignano, poi sul batti e ribatti in area si salva il Frosinone.
30′: primo cambio per Carboni, entra Sansone, esce Basso.
26′: sassata di Pettinari che sibila vicino all’incrocio destro di Sicignano che da qualche minuto è bersagliato dai fischi della Nord.
25′: Ardemagni in campo al posto di Ruopolo.
25′: da cinque minuti l’impressione è che la squadra di Colantuono finalmente stia schiacciando l’acceleratore.
24′: si prepara Ardemagni.
23′: giallo a Sicignano per proteste.
22′: la stanchezza inizia a farsi sentire, squadre lunghissime in campo.
19′: il Frosinone prosegue con la tattica attendista, undici giocatori dietro la linea della palla e sporadici contropiedi in cui vengono al massimo utilizzati quattro calciatori.
15′: giallo a Doni per intervento da dietro.
13′: secondo cambio per Colantuono, dentro Ceravolo per Tiribocchi.
12′: ammonito Di Tacchio.
11′: si prepara ad entrare Ceravolo.
9′: molto possesso per la Dea ma non si riesce a trovare il pertugio giusto per sfondare la difesa dei ciociari.
4′: ammonito Grippo.
3′: Doni pescato in area da Raimondi, ottimo lo stop del capitano che si gira ma spedisce la palla fuori, a pochi centimetri dal palo sinistro di Sicignano.
1′: un cambio per Colantuono, si rivede Talamonti che prende il posto di Capelli in mezzo alla difesa.

PRIMO TEMPO
46′: finisce la prima frazione di gioco.
45′: uno il minuto di recupero.
43′: occasionissima per l’Atalanta, palla filtrante di Ruopolo per Tiribocchi, tocco di esterno in uscita e palla che colpisce il palo sinistro di Sicignano.
38′: partita complessivamente brutta, le uniche giocate ad effetto sono quelle di Doni che tra tacchi ed esterni sta deliziando la platea.
33′: bella combinazione Tiribocchi-Raimondi, l’esterno entra in area da destra e crossa rasoterra in mezzo una palla velenosa rinviata dalla retroguardia avversaria.
31′: Santoruvo arriva in ritardo di un nulla su una palla invitante dalla sinistra.
27′: Tiribocchi beffa il marcatore, venti metri di corsa quindi il diagonale da sinistra rimpallato dalla retroguardia ospite.
25′: primo ammonito del match, giallo a Santoruvo.
24′: tiro cross truffaldino di Tiribocchi che quasi beffa Sicignano.
21′. punizione magistrale del capitano che fa passare la palla sopra la barriera ma Sicignano la va togliere dalle ragnatele nell’angolo sinistro. Atalanta vicino al gol
20′: Padoin atterrato ai 22 metri. Posizione invitante per il destro di Doni.
19′: bene Consigli in uscita sui piedi di Basso.
16′: gli ospiti sembrano crederci, dopo la sfuriata iniziale dei nerazzurri.
13′: Lodi quasi beffa Consigli direttamente dal calcio d’angolo.
12′: Doni agisce sulla sinistra, molto bene anche in fase di ripiego.
8′: si vede per la prima volta il Frosinone. Angolo per i ciociari.
7′: il terreno del Comunale è in pessimo stato ed il pallone quando viaggia rasoterra saltella pericolosamente.
6′: Frosinone in affanno, manovra saldamente nei piedi dei bergamaschi.
5′: Doni spettacolo, tunnel all’avversario che è costretto ad atterrarlo. Punizione dalla tre quarti per la Dea.
3′: numero di Ruopolo che di tacco serve Tiribocchi in area. Il tir cade dopo un contatto da dietro ma per il signor Pinzani è tutto regolare.
1′: partiti!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pintogroup

    Leggo veramente dei commenti assurdi.
    Ragazzi calma!! Siamo alla 3a giornata, ci sono giocatori arrivati settimana scorsa, il campionato di b è lungo e duro.
    Partire a razzo era impensabile, la squadra deve amalgamare ancora gli schemi e la serie b ma cerchiamo di avere un attimo di pazienza che sono certo che col tempo arriveranno anche i gol e le vittorie.
    Per ora godiamoci gli zero gol subiti e lasciamoli lavorare in pace ancora qualche settimana poi potremo giudicare!!

  2. Scritto da carlo

    l allenatore non è all altezza doni è vecchio e inutile fare la squadra su di lui tanto non si segna ugualmente

  3. Scritto da Francesco

    Quoto Pintogroup. Ci vuole pazienza, c’e’ un sacco di gente nuova e la B e’ un campionato infinito. Colantuono e’ il Mourinho della B, discuterlo dopo tre giornate e zero gol subiti e’ illogico. Quella del campo non e’ una scusa, e’ indegno ed e’ un vantaggio per chi, come il Frosinone, punta a spezzettare continuamente il gioco. Piuttosto mi sembra che la generosa campagna abbonamenti abbia portato allo stadio un sacco di gente che crede di andare al cinema. Tifare Atalanta e’ sofferenza.

  4. Scritto da l'inter della b

    e andare a lourdes ?

  5. Scritto da W la gnocca!!!!!

    Ah ah ah ah ah quanta enfasi al cambio del presidente e poi manco il frosinone son capaci di battere!!!!!

  6. Scritto da ise

    ma proprio colantuono dovevamo prendere?ceravolo al posto di tiribocchi cose da pazzi squadra abulica e priva di idee .

  7. Scritto da 1907/b

    dai forza ragazzi che forse non retrocediamo !!

  8. Scritto da sergio c.

    Oggi non c’era il vento, Colantuono. E’ cola dell’erba troppo alta o del sole troppo forte? Dai, raccontacene un’altra. Facce ride’ (a Torino si ricordano bene di te).

  9. Scritto da Forsa ragassi....

    Ma avete visto in che stato pietoso è ridotto il campo? Ma gli fanno la manutenzione? Se dopo tre partite è gia un campo di patate figuriamoci quando arriva l’inverno.
    Parere personale, Colantuono non l’avrei riportato a Bergamo.

  10. Scritto da Narno Pinotti

    E la cosa più divertente è rileggere gli stessi titoli e commenti dello stesso periodo dell’anno scorso: conta il risultato (pareggio)! Stavolta si vince (sconfitta)! Dobbiamo portare a casa i tre punti (tre pappine)! Serve grinta (partita penosa)! Una cosa però rispetto all’anno scorso è cambiata: la serie.

  11. Scritto da luis

    colantuno deve cambiare o andarsene ma che sta a fare ?

  12. Scritto da dolly

    …eh dai. Ragazzi, abbiamo la difesa inviolata!!!
    Siamo vergini….

  13. Scritto da GER

    Per fare posto a Doni squadra stravolta. Con questo allenatore non saliamo in A. Doni è come Del Piero: finchè non saranno estromessi definitivamente le due squadre non andranno lontano

  14. Scritto da ezio-gol

    Su questo giornale avevo letto un accostamento di Ardemagni ad Acquafresca che aveva scatenato reazioni scomposte. Oggi il mister non ha fatto giocare dall’inizio il neoacquisto. Vi sembra una scelta azzeccata, anche solo sotto il profilo morale? Con questo allenatore tutta forza e niente schemi non si va lontano, anche se i pifferai di regime lo definiscono il bergamasco di Anzio. Ma per favore….

  15. Scritto da sandrino

    Pettinari a destra? Ma avete visto? Dopo aver fatto collezionare brutte figure a Bellini adesso Colantuono ha deciso di far fare la stessa fine a Pettinari cambiandogli fascia. Percassi, se ci sei batti un colpo.