BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tariffe dell’acqua esplose: ma è legale?

Un cittadino di Calvenzano segnala l' "espolosione" delle tariffe dell'acqua nel proprio Comune, addirittura decuplicate in tre anni, e si chiede se tale aumento sia legale.

Più informazioni su

Un cittadino di Calvenzano segnala l’ "espolosione" delle tariffe dell’acqua nel proprio Comune, addirittura decuplicate in tre anni e si chiede se tale aumento sia legale.

Con riferimento a un vostro articolo sull’aumento delle tariffe dei servizi pubblici , volevo con la presente precisare e segnalarvi che almeno nel mio comune di residenza Calvenzano le tariffe dell’acqua potabile sono letteralmente esplose.
Qui di seguito le tariffe applicate da Cogeide SpA negli ultimi anni e come può notare i prezzi in tre anni sono più che decuplicati mentre l’inflazione nello stesso periodo non ha superato il 5%: solo nel 2010 rispetto al 2009 l’aumento della tariffa della prima fascia di consumo (quella che dovrebbe proteggere e garantire i ceti più deboli) è stata quasi del + 100%!!!!
Ma come sono possibili aumenti simili su un bene primario? Sono legali? E’ possibile fare aumenti di questo tipo senza alcuna comunicazione preventiva? E l’antitrust cosa dice?

TARIFFE COMUNE DI CALVENZANO
Anno 2007
0,07924 €/mc Prima fascia di consumo
0,22127 €/mc Seconda fascia di consumo
0,43805 €/mc terza fascia di consumo

Anno 2008
0,10548 €/mc Prima fascia di consumo
0,29453 €/mc Seconda fascia di consumo
0,5831 €/mc terza fascia di consumo

Anno 2009
0,13171 €/mc Prima fascia di consumo
0,3678 €/mc Seconda fascia di consumo
0,72815 €/mc terza fascia di consumo

Anno 2010
0,26 €/mc Prima fascia di consumo
0,51 €/mc Seconda fascia di consumo
0,91 €/mc Terza fascia di consumo

Incremento % 2010 vs 2007:
Prima fascia di consumo €/mc: +228,1 %
Seconda fascia di consumo €/mc: +130,5 %
Terza fascia di consumo €/mc: +107,7 %
Cordialmente
Sabino Gravina

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da skywalker

    ho ricevuto oggi la bolletta relativa ad una seconda casa a GORNOche era dei miei genitori , la tariffa era di euro 12,40 +iva = 13,64 compreso un consumo di 80 mc. ora la nuova tariffa prevede per i non residenti una tassa di 48 euro più il consumo a 0,42 euro mc. ora anche consumando pochi mc. la tariffa è aumentata del 500%. tra acqua corrente immondizia le spese sono aumentate in modo esponenziale e molti hanno messo in vendita la casa come ho fatto anch’io, siamo in mano ai ladri.

  2. Scritto da il giudice

    Tariffe esplose a Calvenzano, al mio paesello paghiamo la fognatura con relativo canone di depurazione anche se la fogna non c’è !!!
    Ad ogni paese il suo.

  3. Scritto da joyce

    @16@13
    Karajan, se si cadesse sempre in basso così, saremmo molto più felici che nella repubblica delle banane che è oggil’Italia. Qui (a Calvenzano) c’è una giunta con età media 30 anni che ha già fatto molte cose , Corrado lo sa che i momenti di festa sono solo a corollario del resto(es. rifacimento del tetto delle scuole con fotovoltatico per 48kW), solo che gli piace fare il bastian contrario individualista. Per l’acqua i Comuni singoli possono ormai fare poco, però è giusto parlarne.

  4. Scritto da Busines is business

    @ 24 – Ah , meno male . Si figuri che costa anche meno dello champagne.
    Per il fatto che il prezzo aiuta a non sprecare si faccia venire qualche idea anche per l’aria .

  5. Scritto da il gipeto

    non può essere che cogeide applichi nuove tariffe e continui a gestire i servizi nel tuo paese. L’ Autorità d’ambito di Bergamo ha affidato il servizio dal 2007 alla società pubblica uniacque costituita da tutti i comuni della provincia, in realtà continuano ad esistere altre società pubbliche e private sul territorio provinciale che fanno lo stesso mestiere. C’è materiale per la procura e la corte dei conti. Ma tutto tace in questa provincia. A proposito ma Pirovano e la Lega dove stanno ?

  6. Scritto da Narno Pinotti

    La solita logica del commentatore medio di Bergamonews, che si crede pure ironico. L’aria non c’è bisogno di estrarla né di pomparla nei rubinetti, caro il mio maestro di paragoni. Contesti i fatti 1, 2 e 3, se ha altrettali fatti pertinenti, magari firmandosi con nome e cognome, altrimenti taccia. Grazie.

  7. Scritto da geniale presidente

    xPinotti, condivido il concetto che l’acqua non deve essere sprecata, ma per realizzare il risparmio non si deve tenere alte le tariffe. Spiego: la perdita media della rete, gestita da Cogeide, è pari al 35%, ogni 100 mc d’acqua, emunti dalla falda, 35 mc si perdono. Assieme ai 35 mc d’acqua dissolti, è persa anche l’energia elettrica utilizzata dalle pompe.Più dell’utente spreca Cogeide, che lo addebita all’utente. Questa è la politica gestionale di quel genio di Luigi Minuti Presidente Cogeide

  8. Scritto da Commentatore Medio di BGnews

    @27
    1-Che l’acqua non vada sprecata è un’ovvietà . Che il prezzo aiuti , trattandosi di bene che più primario non si può , parliamone, ma parliamone molto. Se è vero ciò che dice il 28 straparliamone.
    2-il tema dell’acqua minerale è fuori contesto , lo tratti con chi ne fa uso
    3-Non decuplicato? prendo nota , con un altro termine come lo giudica ? Moderato aumento ? Suvvia !!
    4-la privatizzazione per natura priva di competizione (puro ricarico di utili) su un bene primario è una barbarie

  9. Scritto da Bassaiolo

    @21 Boss – Non capisco , l’appalto cogeide per la gronda est (dal web-comunicazione di contratto stipulato) parla di ” lavori per la realizzazione di fognatura comunale, acquedotto, metanodotto e vasca di polmonazione in comune di caravaggio” .Questi costi sono a carico dei futuri lottizzanti o della cogeide (cioè tutti) ?

  10. Scritto da boss

    @14. la tariffa rifiuti DOVREBBE essere usata per legge solo per corpire i costi del servizio di raccolta e smaltimento. Lavoro per i comuni e ti assicuro che SPESSO così non è: si copre anche parte della manutenzione delle strade, degli stipendi degli operai che di occupano d’altro…
    Le tariffe sono state votate favorevolmente da 243 sindaci su 244. Vedi tu. Recupera i verbali dell’assemblea di Uniacque…
    Se poi i sindaci allargano le braccia dicendo che non potevano far nulla…

  11. Scritto da boss

    @15 Non parlo delle nuove urbanizzazioni che come dici tu realizzate con gli oneri di urbanizzazione ma delle migliorie alla rete, dell’ammodernamento di tratti fognari,della realizzazione di nuovi pozzi, ecc ecc,
    E’ ovvio che il cda delle io idrico integrato accontenti i sindaci che lo ha eletto. Ma con questo sistema i beneficiari sono sempre i comuni di maggiori dimensioni, avendo più quote.

  12. Scritto da LDN

    @19 a2a una multinazionale? ah sì? vuoi spiegarci per favore, io pensavo fosse in mani pubbliche (comuni di milano, brescia e un cincinin anche a bergamo, solo il 2%…).

  13. Scritto da Marta

    Chiediamoci perchè Cogeide applica una tariffa 2010 che non potrebbe applicare in quanto solo la Uniacque può farlo perchè l’ATO ha deciso così e soprattutto come fa ad applicare aumenti all’acqua se dal 2000 le tariffe dovrebbero essere bloccate in attesa che arrivasse il gestore dell’ambito che è sempre la uniacque . forse chi deve vigilare dorme (ato ?)

  14. Scritto da Boss

    Si è passati dalla gestione pubblica dell’acquedotto a quella pubbblica/privata (ATO provinciale che affida il servizio, nella bassa alla COGEIDE). In teoria la tariffa (unica per tutta la provincia) dovrebbe contemplare investimenti sulla rete idrica dei vari comuni. Nei fatti, gli investimenti vengono fatti nei maggiori comuni soci della Cogeide, cioè Treviglio e Caravaggio, a scapito dei comuni piccoli.
    Gli amministratori tacciono (o per ignoranza o perchè il partito impone il silenzio).

  15. Scritto da Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani

    Federconsumatori per il 2010 ha stimato un aumento delle tariffe di circa 1200 euro/anno
    Mentre per quanto riguarda il potere di acquisto delle famiglie dal 2007 al 2010 la caduta è stata del 9,6%.

    http://www.federconsumatori.it/ShowDoc.asp?nid=20100831123603&t=news

  16. Scritto da karajan

    Gli amministratori tacciono, non per ignoranza o per ordini di partito, ma perchè li avete votati voi!!!! E questo vale per tutti gli aumenti che abbiamo avuto sui servizi essenziali anche se il governo dice che invece hanno ridotto questi aumenti – vedi luce, gas. Li avete votati? allora non lamentatevi

  17. Scritto da Straccioni

    Se non volete l’acqua dell’acquedotto bevete champagne !

  18. Scritto da gigi

    è dimostrato che sono le spese “fisse” che sono aumentate in modo vergognoso e pjurtroppo sono servizi di prima necessità, ma il mondo politico NON VEDE, NON SENTE NON PARLA !!!

  19. Scritto da avatar

    E’ vero quanto dice karajan…..
    SVEGLIA ITALIANI !!!!!!

    NON PADANI perchè i SOCI delle società dell’acqua bergamasca sono I SINDACI, LA PROVINCIA E ….per ora … già dei privati..

    Quindi sta gestendo la cosa pubblica …….

    I PADANI……

  20. Scritto da Boss

    Aggiungo che le amministrazioni comunali che si sono succedute hanno avvallato supinamente una decisione calata dall’alto.La precedente perchè non voleva scontrarsi con il Presidente della Cogeide,di fatto vicino politicamente.L’attuale perchè nel CDA della Cogeide ha diversi consiglieri dello stesso colore politico, così come lo è il Presidente della Provincia che controlla l’Ato (l’organismo che determina le tariffa).Di fatto nessuno ha voluto pestare i piedi a nessuno. E i cittadini pagano…

  21. Scritto da Da Casirate

    Sono consigliere di minoranza a Casirate ed abbiamo lo stesso problema. Domani protocolliamo un’interrogazione sugli aumenti. Quando è stato affidato il servizio a Cogeide (12/2005), abbiamo votato contro perché ciò avrebbe fatto scattare in alto il prezzo dell’acqua al metrocubo. Proponevamo una Commissione per valutare i termini della convenzione. Il sindaco allora chiudeva il dibattito diccendo che dopo la loro attenta valutazione la convenzione andava bene così. Complimentoni… lungimiranti

  22. Scritto da Azz

    Presidente di Cogeide è Luigi Minuti, che la trasforma da Consorzio a Società mista, il privato è Rota Nodari, 20% di Cogeide. I cittadini pagano bollette salate, bevono cromo VI e l’UE minaccia 20 milioni di multa ai comuni, serviti dal depuratore di cogeide, che è inadempiente alle norme comunitarie. Chi pagherà? Gli utenti. Minuti, ex sindaco socialista di Treviglio ex uomo di Bettoni, ora vuole diventare sindaco di Treviglio con fazzoletto verde e l’aiuto di Pirovano.

  23. Scritto da Boss

    @10. L’Ato organismo della Provincia determina le tariffe che dovrebbero tener conto degli investimenti da effettuare sul territorio. Poi affida la gestione del ciclo idrico integrato (acquedotto e fognatura) alle società partecipate da comuni/privati che già operano sul terrirorio (Cogeide di Mozzanica, Cosidra di Cologno, ecc) il cui Cda, composto sostanzialmente da uomini indicati dai soci (i Comuni) decidono le priorità degli investimenti. Nei fatti Caravaggio e Treviglio decidono…

  24. Scritto da karajan

    Tanto per chiarire a quanti si sentissero caduti dalle nuvole, per dirvi che è tutto condito con accordi fra gestori e politica, anche la “UNIACQUE” ha usato la stessa procedura. Gli aumenti degli ultimi anni ricalcano quelli della Cogeide. Sarebbe bello fare una bella sganasciata, sapendo come sono le tariffe di altri gestori.

  25. Scritto da Corrado

    Appena insediata, lo scorso anno, l’amministrazione comunale Lega-UDC (si sono fatti chiamare Lega-Amiamo Calvenzano) (Sigh!!!) ha installato i cartelli in dialetto. Una priorità. Poi si è accorta che i soldi scarseggiavano ed allora ha aumentato la tariffa rifiuti del 10%. Ora le bollette dell’acqua sono lievitate ma i Calvenzanesi sono felici perchè ogni 2 mesi gli amministratori chiudono il centro paese e offrono pane, salame e vinello a tutti. E chi si lamenta…è un servo di Roma Ladrona.

  26. Scritto da Io

    Caro Corrado solo per chiarirti che:
    1) la tariffa rifiuti può essere usata per legge solo per corpire i costi del servizio di raccolta e smaltimento e non per altre spese di bilancio. 2) le tariffe dell’acqua sono determinate dalla società Uniacque di cui fanno parte i 244 sindaci della provincia bergamasca. Ciò indipendentemente dai giudizi che Tu hai sulla Tua amministrazione.

  27. Scritto da @12Boss

    Grazie, ma allora :
    1- Se treviglio e Caravaggio fanno grandi urbanizzazioni pagano tutti ?
    2- Gli oneri di urbanizzazione a cosa servono ?

  28. Scritto da karajan

    Quindi caro Corrado, siamo al medio evo, quando il principotto,dava come elemosina ai suoi sudditi affamati, qualche avanzo del suo lauto pasto. Però se i calvenzanesi sono contenti…… Certo che è mortificante sapere quanto siamo caduti in basso!!!

  29. Scritto da nino

    ATO non ha affidato nulla a Cogeide, anzi …
    L’unico soggetto legittimato ad aumentare le tariffe sarebbe Uniacque a cui ATO ha dato l’incarico di gestore per l’intero territorio di Bergamo, caricandogli anche oltre 600 milioni di investimenti per tutti i Comuni.
    Non può però subentrare perchè Cogeide e gli altri gestori non mollano l’osso…

  30. Scritto da roberto fugazzi

    Ragazzi! calma e gesso! abbiamo raccolto questa primavera 1.400.000 firme per i 3 referendum sull’acqua,uno dei tre toglie il profitto sulle bollette! Quindi tutti a votare questa volta DOBBIAMO RAGGIUNGERE IL QUORUM!…la battaglia per l’ACQUA BENE COMUNE è solo all’inizio,ci vuole la partecipazione dei cittadini,solo così si riesce a controllare prezzi e qualità! PRIMA COSA,togliere gli appetiti delle multinazionali(A2A) poi controllo popolare su questo servizio e mai mollare la presa!