BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Massimo Fini: “Io sto con gli ultr?? anche quelli violenti di Bergamo”

Massimo Fini, giornalista e battitore libero, sul Fatto quotidiano lancia una provocazione e la spiega nei dettagli: gli ultras sono gli ultimi, veri, amanti del calcio.

Più informazioni su

Massimo Fini, giornalista e battitore libero, sul Fatto quotidiano lancia una provocazione e la spiega nei dettagli: gli ultras sono gli ultimi, veri, amanti del calcio.

Siamo stufi, arcistufi, di questo Stato di polizia. Che non è quello delle intercettazioni telefoniche, come pretende Berlusconi che ha la coscienza sporchissima, che sono perfettamente legittime quando autorizzate dalla Magistratura, ma quello dove le libertà più elementari sono osteggiate, conculcate, vietate, proibite, scomunicate, tranne quella economica anche quando passa sul massacro della popolazione (è “la libera intrapresa” a creare la disoccupazione, oh yes, ma questo ve lo spiegherò in un’altra occasione) e, ovviamente, quelle del Cavaliere che può corrompere testimoni in giudizio, pagare mazzette ai finanzieri, consumare colossali evasioni fiscali, avere decine di società “off shore”, precostituirsi “fondi neri” impunemente perché, attraverso i suoi scherani, si fa cucire leggi su misura che lo tengono fuori dai processi.
Non bastassero già le leggi nazionali, dove sono sempre più feroci i limiti imposti al consumo di alcol, al fumo, non solo a tutela dei soggetti passivi ma anche di quelli attivi, alla prostituzione (da strada naturalmente, quella delle escort e soprattutto dei loro importanti clienti è immune), ora, dopo un altro demenziale decreto del ministro Maroni, ci si sono messi anche i sindaci, in particolare leghisti, ma non solo, a imporre i divieti più grotteschi e assurdi.
A Verona è proibito sbocconcellare un panino in strada, consumare alcol fuori dai bar, bagnarsi nelle fontane, girare a torso nudo (il Mullah Omar era più permissivo). A Vicenza ci sono multe salatissime (500 euro) “per camper e roulotte che trasformano la sosta in un bivacco”. A Novara sono vietate le passeggiate notturne nei parchi se si è più di due (durante il fascismo ci volevano almeno cinque persone per considerarle “radunata sediziosa”). A Eraclea (Sicilia) è proibito ai bambini costruire castelli di sabbia in riva al mare. A Firenze, a Venezia, a Trento e in altre città è vietato chiedere l’elemosina, cosa che non si era mai vista prima (nemmeno nei “secoli bui” del Medioevo, anzi, tantomeno nel Medioevo in cui si riteneva che il mendico, come il matto, avesse, per dei suoi misteriosi canali, un rapporto privilegiato con Dio) in nessuna società del mondo, eccezion fatta per l’Unione Sovietica.
Adesso, sempre per iniziativa del solerte Maroni, è arrivata anche la “tessera del tifoso”.
È intollerabile che uno per andare a vedere una partita di calcio debba chiedere la patente alla società. Una schedatura mascherata, socialmente razzista perché imposta solo ai tifosi che vanno nel “settore ospiti”, cioè dietro le porte e nelle curve, mentre chi può pagarsi i “distinti” non subisce questa gogna.
In realtà questa misura illiberale va nel segno di una tendenza in atto da molti anni: eliminare via via il calcio da stadio a favore di quello televisivo e degli affari di Sky, Mediaset e compagnia cantante (con corollario di moviola, labiali, giocatori scoperti in flagranti e sacrosante bestemmie – robb de matt – e, da quest’anno, anche la profanazione del tempio sacro dello spogliatoio). Ma chi conosce anche solo un poco il “frubal”, come lo chiamava Gioann Brera ai tempi belli in cui tutte queste stronzate non esistevano, sa che fra il calcio visto allo stadio e quello visto in casa, in pantofole, fra una telefonata e l’altra e magari sbaciucchiandosi con la fidanzata (orrore degli orrori, il calcio è un rito che vuole una concentrazione esclusiva, non sono mai andato allo stadio con una ragazza e fra Naomi e Ruud Van Nistelrooy – doppietta allo Shalke 04 per inciso – non ho dubbi) non corre alcuna parentela. Per vivere davvero la partita, per capirla, bisogna essere allo stadio, vedere tutto il campo (ci sono centrocampisti che, se guardi la partita in Tv, sembrano aver giocato male perché han toccato pochi palloni e invece hanno giocato benissimo, di posizione) e non solo quello che garba al cameraman.
Dal 1983 – introduzione del terzo straniero – il calcio da stadio ha perso il 40% degli spettatori. Quest’anno gli abbonamenti sono ulteriormente crollati del 20%. Molti tifosi hanno solidarizzato con gli ultras in rivolta e non l’hanno rinnovato. E poi ci sono le ragioni, così efficacemente spiegate da Roberto Stracca in un servizio sul Corriere (26/8) e che hanno tutte la stessa origine: scoraggiare la gente dall’andare allo stadio. “Anche chi non è ultrà – scrive Stracca – e non ha mai pensato di esserlo, dopo biglietti nominali, necessità di un documento per un bambino di 8 anni, odissee fantozziane nella burocrazia più ottusa per una partita di pallone, non ne ha potuto più e ha finito per dire addio allo stadio e aderire alla sempre più ricca offerta televisiva”.
Maroni, contestato violentemente da 500 ultras bergamaschi alla Festa della Lega ad Alzano Lombardo, ha detto: “Dicono di essere dei tifosi, ma non lo sono. Sono dei violenti”. E invece gli ultras sono gli ultimi, veri, amanti del calcio.
Qualche anno fa, in una domenica canicolare e patibolare di giugno, i demonizzatissimi ultras in rappresentanza di 78 società, di A, di B, di C e delle serie minori, diedero vita a Porta Romana, a Milano, davanti alla sede della Figc, a una civilissima manifestazione al grido di “Ridateci il calcio di una volta!” (cioè: numeri dall’uno all’undici, arbitro in giacchetta nera, pochi stranieri, riscoperta dei vivai e, soprattutto, basta con l’enfiagione economica che ha distrutto tutti i valori mitici, rituali, simbolici, identitari, che ne hanno fatto la fortuna per un secolo, a favore del business e che finirà, prima o poi, per farlo scoppiare come la rana di Esopo). La notizia – mi pareva una notizia – passò sotto silenzio. Persino la Gazzetta dello Sport dedicò all’avvenimento un box di poche righe. Non bisognava disturbare il manovratore. Cioè gli affari.
Due parole sulla “violenza” Ad Alzano Maroni ha detto anche: “Io con i violenti non parlo”. E allora il primo cui non dovrebbe rivolgere la parola è Umberto Bossi, il suo Capo. L’ineffabile Maroni si è dimenticato che il leader del Carroccio, agli albori della Lega, dichiarò: “Ho trecentomila leghisti pronti a estrarre la pistola dalla fondina” (in realtà quelli, dalla fondina, possono estrarre al massimo il loro cellulare), e in seguito: “andremo a prendere i fascisti uno a uno, casa per casa”, e ancora, a proposito dei magistrati, “bastano delle pallottole e una pallottola costa solo 300 lire”, e di recente ha anfanato di fucili e altre armi se non gli concedevano non mi ricordo che cosa, parole che dette da un esponente del Governo, sono ben più gravi delle quattro macchine date alle fiamme durante la contestazione di Bergamo.
Io sto con gli ultras. Anche quelli violenti di Bergamo. Perché mi paiono gli unici ad aver voglia ed energia di rivolta in un Paese in cui i cittadini si fan passare sopra ogni sorta di abusi, di soprusi e di autentiche violenze sempre chinando la testa. Sudditi. Nient’altro che sudditi.
Massimo Fini
Fonte: www.ilfattoquotidiano.it
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bergamasco

    se uno minaccia a parole e si ferma li, potrebbe anche passare, ma se un ultras brucia o danneggia cose che appartengono ad altri,che almeno poi ripaghino i danni.se sfasciano la macchina a questo massimo fini,non credo che sarebbe stato cosi tenero…..
    comunque anche io sono contro tutte queste regole assurde…torniamo al calcio anni 80

  2. Scritto da FNBERGAMO

    Interessante e completo l’intervento di Fini.
    Sull’argomento riporto il link ad un video che spiega le ragioni del no alla tessera http://www.youtube.com/watch?v=yd88xAt0tGA

  3. Scritto da Diego

    Finalmente una persona che esce dal coro di gente coi pensieri telecomandati dai tg e dai giornali!
    Un paese di moralisti e di bigotti..un paese di gente senza carattere che subisce sempre senza mai un cenno di reazione,meglio sudditi che delinquenti?Io dico meglio uomini che capre!
    Chi pagherà le macchine bruciate?Continuate a pagare invece le mignotte e la coca dei politici e gli interessi sui mutui,a donare l’8 per mille alla chiesa,il canone rai..
    Ci vorrebbero ultras in ogni ambito sociale

  4. Scritto da basito4000

    @basito3000-
    Massimo Fini e Travaglio , dicono delle sacrosante verità.Scomode,ma,verità .!.I basiti come te fan basire ………..!!!!!!

  5. Scritto da X 74

    Più sudditi di voi che alla festa della dea invitate il sindaco chi c’è? Nemmeno le pecore!

  6. Scritto da GRANDE FINI

    @80 sei un suddito……..

  7. Scritto da 78/79

    Cimmino, ciao.
    Ho provato a contattarti via web, ma non trovo il tuo indirizzo.
    Sei sei tu, se Grigio e Panzone ti dicono qualche cosa,
    se una stanza dietro le piscine dove far musica ti ricorda qualche cosa, vorrei contattarti anche se ormai vivo fuori dall’Italia.
    Se non sei tu pazienza.
    Uno che non usa Massimo Fini per le sue opinioni mi piace…
    E comunque Fini è capito da pochi, usato da molti.
    Un saluto.

  8. Scritto da Marco Cimmino

    Chiedo scusa al Direttore se uso Bgnews per scopi privati: mi ha sopportato tante di quelle volte che, credo, chiuderà un occhio. Mio caro, mi ricordo benissimo: erano gli anni ruggenti di TG! Quella sì che era musica…Contattami senz’altro via facebook. Oppure fatti dare i miei contatti da Bgnews: li autorizzo senz’altro. Non ti do indicazioni più dirette, perchè, con i simpaticoni che girano nei forum, poi verrei subissato di stupidaggini. Gran chitarra la Rickenbaker! A presto

  9. Scritto da ginos

    tifiamo rivolta

  10. Scritto da Baraonda

    Estremo, provocatorio e , senza alcuna incertezza, non condivisibile . Un pò di verità però le dice…….

  11. Scritto da bellissimo articolo!

    nemmeno una virgola nemmeno un concetto fuoriposto!!!
    completamente d’accordo con tutte le verità citate nell’articolo.

  12. Scritto da omar

    da un fascista come Fini c’ era da aspettarselo…

  13. Scritto da Beppe

    GRANDE FINIIIIIIIIIIIIIIII

    SEI UN MITO…….Molte ordinanze di divieto dei sindaci sono ridicole

  14. Scritto da piero

    il calcio di una volta invocato dagli ultras aveva un altra caratteristica : era senza ultras

  15. Scritto da digeo

    Discorso teorico che si sgancia volutamente dai fatti concreti; se fosse stata la sua la macchina incendiata ad Alzano? se abitasse in viale giulio cesare e si fosse trovato in alcuni pomeriggi lacrimogeni in casa o vetri e la macchina distrutti? E il tombino di atalanta-milan? Ha messo per caso lui mano al portafoglio per pagare questi danni? Troppo facile pontificare nel ruolo di giornalista alternativo.

  16. Scritto da Will

    questi ministri Brancaleonici stanno distruggendo lo spirito calcistico e le libertà individuali con limitazioni, schedature e infine con soprusi. Incapaci di educare e condurre sanno solo usare l’autorità più limitante, senza la consapevolezza di cosa voglia dire autorevole ed umano.Gli stessi rappresentanti che tuonano l’uso dei fucili e dei rastrellamenti.Quella di alzano è stata una RE-azione, anche esagerata, ma sinonima dello stato di polizia che ora vige.Bisogna cambiare i rappresentanti

  17. Scritto da E' andato di testa

    Concetti molto confusi segno di una vita che sta per finire, e ci si ribella con tutto l’astio che ha nel cuore.
    Non è più il Fini raziocinante del passato che io conoscevo (ho tutti i suoi testi) con le sue analisi forti ma serene e non dettate da malanimo vrso il male assoluto (Berlusconi) ma dettate da constatazioni serena dei fatti, serene e perciò razionali.
    Peccato, una buona mente ormai ridotta ai Travaglio e Santoro di turno.

  18. Scritto da a.p.

    condivido pienamente fino alle ultime 2 frasi, contrario alla tessera del tifoso, giusto protestare, sbagliato lanciare sassi e/o bottiglie..
    p.s.john locke cambia firma che è meglio

  19. Scritto da Comunista

    un paio di domeniche senza forze dell’ ordine allo stadio e si risolve il problema !!

  20. Scritto da jack

    Le scazzottate allo stadio tra tifoserie,sono sempre esistite,ricordo un atalanta-spal dicembre 1978,dico spal,non inter,milan,oppure quando i tifosi della nord durante la partita presero lo striscione dei boys interisti,sono gesti, episodi che facevano parte del mondo del calcio,che aveva un suo fascino ruspante, romantico per dirla alla brera,cosi’ era per tutta l’italia.Poi qualcosa è cambiato,piu’ polizia,piu’ visibilità mediatica,e tutto finisce con stadi vuoti,ma con piu morti.

  21. Scritto da Comunista

    Dimenticavo… sposo in toto il commento sul Berlusca !!
    Ma siamo sicuri che Fini non sia un compagno ?

  22. Scritto da John Locke

    A.P.: Fantastico!
    La prima volta che qualcuno mi cita in un suo post e il senso è “cambia firma”….
    Ma l’hai capito vero che non sono quello della tv?

  23. Scritto da tessera del tifoso

    mi sa che massimo fini non si è informato bene…. quando la trasferta è vietata nemmeno nei distinti puoi andare se non sei della città (o regione, dipende dal limite messo) della squadra di casa… quindi non ne faccia un discorso economico… la tessera regolamenta le trasferte dei barbari, non quelle delle persone civili che possono andarci comunque.

  24. Scritto da tino

    Fini, siamo autorizzati a darti un calcio nel… bip visto che approvi la violenza ?

  25. Scritto da LDN

    @8 – omar. guarda che massimo fini è notoriamente schierato a sinistra e scrive sul fatto quotidiano di travaglio&company

  26. Scritto da Riccardo

    solito articolo di chi scrive sul fatto quotidiano: tesi shock accompagnata da polemiche ma senza alcuna soluzione per il problema di cui si parla…
    l’autore dovrebbe riflettere sul fatto che la libertà di cui parla, dicendo che in Italia siamo tutti sudditi, non si costruisce con la violenza ma con il rispetto per il prossimo…
    nota polemica: mi piacerebe che ci fosse stato lui ad Alzano a rischiare di prendere le molotov in testa e a vedere la propria auto bruciata!

  27. Scritto da barba

    Solo una domanda: che bisogno hanno gli ultras di mettere a ferro e fuoco ogni Domenica la zona circostante lo stadio, sfasciare tutto, andare allo stadio con mazze, bombe carta, lacrimogeni, ammazzarsi di botte con gli altri ultras, costringere la polizia a caricare in assetto anti sommossa se sono amanti del calcio, quello vero?
    Non sarebbe più semplice andare allo stadio per guardare la partita e divertirsi senza creare tutti questi problemi?

  28. Scritto da treehugger

    Ma questo Fini non è lo stesso della legge “Fini-Giovanardi” ?
    E adesso si lamente dei limiti feroci al consumo di alcool e fumo?
    T_T

  29. Scritto da Tanto non lo pubblicate

    Non sa nemmeno distinguere tra la violenza verbale di Bossi (spacco tutto, a parole !) da quella fisica delle bestie degli ultra’, che non parlano (anche perche’ non sanno spesso mettere insieme un discorso compiuto), ma disfano tutto quello che si trovano davanti, basta che non sia di loro proprieta’.

  30. Scritto da soloatalanta

    Forse a Fini sfugge il concetto che è proprio con una violenza fine a se stessa che non si fa alcuna rivolta. Le quattro macchine bruciate ad Alzano non penso che abbiano fatto aprire gli occhi alla gente, anzi… Al potere fa sempre comodo che una società abbia delle valvole di sfogo innocue al sistema (religione, sport, droga), tantomeglio se queste hanno degli eccessi da lodare o condannare.

  31. Scritto da attila

    Massimo, uno degli ultimi grandi pensatori del nostro tempo. Vivo ed insensibile alle sirene che tutto avviluppanno. Resisti, sempre, ti prego.

  32. Scritto da ultrasultimodeiproblemi

    Condivido quasi tutto quello scritto da Fini… piu’ semplicemente scriverei che l’esempio dato dai politici (nessuno escluso) italiani ormai ridotti a lobby affaristico-criminali che lottano per spartirsi potere e bene comune davvero questa “montatura” sugli ultra’ cade a fagiolo (come in passato) per coprire mediaticamente lo scempio che stanno compiendo. Purtroppo culturalmente parlando siamo 30 anni indietro delle altre nazioni europee (e non parlo solo di germania francia o gran bretagna…

  33. Scritto da j

    Ovvio che chi canta fuori dal coro,provocando, con argomenti che sono sotto gli occhi di tutti,viene definito pazzo,confuso ecc..La tessera del tifoso,è l’ennesima trovata che dimostra che brancolano nel buio più totale.Perchè chi entra è già registrato,dunque con la tecnologia si può sapere nome e cognome,di tutti i tifosi entrati allo stadio.Il problema è se poi uno esce e compie un rapina o qualsiasi altro reato,è un problema del calcio,vi chiedo si risolve con la tessera del tifoso continua

  34. Scritto da M.M.

    HEI RIBELLE!, ATENT A ‘NDA’ FO’ DAL SEMINATO!

  35. Scritto da dave AG

    Ottimo articolo MASSIMO…da sempre Uomo libero!!!

  36. Scritto da carlo

    cosa centro un bimbo che perde un occhio allo stadio con il concetto di libertà di Fini? … o il famoso motorino sugli spalti? Anch’io che sono di sinistra sono stufo di tutto stò bla bla bla su Berlusconi …
    Se uno di spessore come Fini cerca consenti tra certa gente è un brutto segno …

  37. Scritto da polpopaul

    La posizione di Fini è molto populista e di comodo. Non conosce affatto il mondo-ultrà e ne dipinge un quadro bohemièn che apparteneva forse agli albori delle curve, trentacinque anni fa. Oggi le curve sono pericolosamente in mano a criminali con interessi politico-economici.

  38. Scritto da omar

    per LDN N. 20 : allora e’ un fascista rosso (ossimoro)

  39. Scritto da grandissimo Fini!

    grande Fini tutto esatto…a partire dalla prostituzione, che verra vietata nelle strade…ma è consentita nelle ville in costa smeralda…ah ah ah…incredibile ma veroo.
    e cosi pure per gli ultras…dipinti come il male assoluto quando il male assoluto nel calcio è ben altro, partite vendute, truccate, doping, stile di vita di campioni di 20 anni che tirano cocaina con i milioni di euro in tasca…altro che gli ultras…pero a Sky e Mediaset fa comodo cosi…e tutti i polli ci cascano.

  40. Scritto da angelo

    Ma il nostro Fini sta anche con gli ultras del milan che domenica hanno esposto lo striscione “Grazie Presidente per l’acquisto di Ibra!”. Se non è questo essere sudditi… Semplicemente disinformato.

  41. Scritto da L. R.

    com’è caduto in basso Massimo Fini, gli rode essere stato scaraventato fuori dal sistema e ora per farsi pubblicità si schiera con i ribelli. Massimo Fini è un ex leghista della prima ora, ora sputa nel piatto dove ha mangiato scrivendo libri!! Fini fai il paio con Gianfranco, due voltagabbana

  42. Scritto da questa e la piu bella di tutte

    “…… Oggi le curve sono pericolosamente in mano a criminali con interessi politico-economici…..”
    ahahahahaahahhahahahahahahahahahhahahahahahahahahhaahahahahahahaahahahahahahahahhahahahahahhahahahahhahahahhahahahhahahahahaaahahahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahhahahahahahhahahahahahhahahahahhahahahahahhahhahahahahhahahahahahahhahaahhahahahahhahahahhahaahh

    ma dove le tirate fuori? le pensate di notte? o vi vengono cosi?ma per favore…

  43. Scritto da cristiano

    per il sig. m.fini un appartamento zona stadio con finestre sul viale….e poi ne riparliamo!!

  44. Scritto da no ultras

    ha ragione il n. 35 , la tesi piu’ veritiera e’ questa :
    ” oggi le curve sono pericolosamente in mano a dei criminali.stop”

  45. Scritto da ex padano ora solo nerazzurro

    BRAVO FINI questo e parlar chiaro…..altro fa il BELOTTI uomo di CURVA e di GOVERNO… o forse solo del suo bello stipendio alla faccia nostra solo tifosi .
    BELOTTI VERGOGNATI …..in CURVA NORD non farti più vedere

  46. Scritto da basito3000

    Io il calcio lo sogno di notte. Sogno quando da piccolo o giovane mi sfogavo sui campi .Per alcuni anni sono andato allo stadio poi ho dovuto smettere, ma continuo a sognare. Non sono stati certo le tv ( di qualunque padrone) che mi hanno fatto scappare. Sono stati invece proprio quelli che Fini chiama gli ultimi amanti del calcio. Io li ho visti questi amici di Fini. In curva nord. Non guardavano il centrocampista bravo, Non guardavano neanche la partita; Menti cofuse, come Fini.

  47. Scritto da Zorro

    se amore per il calcio è passare 90 minuti con le spalle al campo saltando o bestemmiando in preda ai fumi dell’alcol e della marjuana…..credo che molti di loro alla fine di una partita non ricordino o sappiano descrivere una sola azione di gioco!!!….Amore per il calcio????

  48. Scritto da rf

    sarebbe bello riuscire a valutare in modo più selettivo gli argomenti di Fini, che peraltro scrive molte cose sacrosante, senza la solita visione, o di qua o di là, ma vedo che è impresa impossibile in questo paese e ricordo a qualcuno il proverbio che recita: “ne uccide più la lingua che la spada”, altro che fare ipocrite distinzioni di comodo

  49. Scritto da basito3000

    E’ evidente che questo sig. Fini non ha la più pallida idea di cosa sta parlando. Certa gente prende i soldi, tanti soldi, solo per scrivere cose originali, non importa quato siano fanfaronate.. Forse il problema non sono gli Ultras o Fini ma solo chi paga questo Fini per blaterare. Ma siamo in una democrazia e anche se questo signore dimostra nessun sintomo di essere o esistere può anche esporre i suoi concetti. Tanto io dormo lo stesso sognando il calcio.

  50. Scritto da pacio

    adesso che qualcuno ha avuto la forza di dire quello che milioni di sudditi osano solo pensare speriamo che non venga LAPIDATO avanti di questo passo , con i leghisti al potere, assisteremo di sicuro anche a questo.(le cartucce costano comunque più di una pietra)

  51. Scritto da barbù

    paga i danni, vorrei vedere cosa direbbe questo fini se gli incendiassero la sua macchina

  52. Scritto da basito3000

    Prima pensavo che il sig. Fini fosse solo una mente confusa. Citare Oforse un furbo che cita cose vere per dare credibilità amnche alle imbecillità. Poi mi hanno detto che chi lo paga per questi articoli è lo stesso che paga anche Travaglio. Ora capisco. altro che Mondadori e compagnia.

  53. Scritto da lu69

    spiegatemi voi menti elette,voi santi, voi persone che vi ritenete al di sopra di tutto e tutti ,voi che vi permettete di giudicare….. per voi ultras è sinonimo solo di ubriaconi , nullafacenti, drogati, persone senza intelletto?
    Io ho 41 anni, non mi drogo, non bevo, sono e lavoro come geometra, (ma ci sono anche banchieri, dentisti, imprenditori, commercialisti, impiegati, operai, avvocati )ho 2 figlie con la media del 10 a scuola,(comportamento compreso) e sono ultras..
    non mi sottometto

  54. Scritto da dolcezza

    finalmente. parole sacrosante senza ipocrisie. anche io sto con gli ultrà.

  55. Scritto da sem

    Atircolo duro ma veritiero…in pochi dicono no alle imposizioni calate dall’alto !!!!

  56. Scritto da wka-isola

    io stò con gli ultras ultimi baluardi contro un sistema corrotto ed un popolo bue!(e gnoranc)
    AVANTI ULTRAS

  57. Scritto da lele

    Massimo Fini : “io sto con gli ultrà”
    .. in carcere?

  58. Scritto da lele

    Massimo Fini : “Io sto con gli ultrà”

    Fa l’assessore in Regione?

  59. Scritto da Erardo

    Sono un lettore del “FATTO QUOTIDIANO” e concordo su molte riflessioni dell’articolo, ma sono nauseato dal mondo del calcio, e come non accetto la disparità tra le regole dei nostri politici e quelle che dobbiamo subire noi comuni cittadini, non tollero di pagare un esercito ogni domenica. Se il vecchio calcio è morto seppelliamo quello moderno, basta con i teppisti, anche se sono i veri amanti del calcio!

  60. Scritto da basito3000

    per lu69
    forse sei un ULTRAS, forse sei un bravo padre, forse educhi perfettamente le tue figlie: Questo significa che probabilmente non sradichi lavandini dallo stadio, non tiri tombini in campo, non incendi le macchine degli altri. Forse ci sono ULTRAS e ULTRAS imbecilli. Forse ci sono dentisti e dentisti imbecilli. Forse ci sono giornalisti e giornalisti “imbecilli”. Ma quelli imbecilli non sono ne ULTRAS, ne dentisti ne giornalisti, sono solo imbecilli, e stanno tutti con Fini.

  61. Scritto da Era ora

    Finalmente una voce dissonante, qualcuno che “osi “distaccarsi dal coro unanime di pie donne e uomini probi timorati di Dio. Era ora!!

  62. Scritto da Marco Cimmino

    Povero Fini, da più di trent’anni il suo destino è essere incompreso: qui gli danno, indifferentemente, del fascista, del comunista, del leghista della prima ora, del travagliano e addirittura c’è un furbo che lo confonde con quello della legge Fini-Giovanardi. Mi pare la prova più evidente del fatto che Fini sia del tutto fuori dal coro degli ovviologi e di chi vive di tristi targhette: lo è sempre stato e, infatti, lo hanno sempre emarginato. Io ci ho lavorato assieme e, per me, è un genio.

  63. Scritto da eagles 1

    se si vuol far capire che la violenza non è accettabile (qualsiasi non solo quella degli ultras spero) per favore vorrrei che almeno si usasse un linguaggio più consono. oppure tutto è permesso solo a chi le spara più grosse sugli ultras? su personaggi che invitano a prendere i fucili e a reagire a leggi dello stato (e sono loro che ci governano) niente. la politica non centra ma io dubito che qui non sia un discorso apolitico. comunque forza atalanta e ognuno è libero (continua)

  64. Scritto da eagles 1

    (continua) è libero di vedere la partita come vuole, il biglietto l’ha pagato lui. e poi non tiriamo in ballo il fatto che “sono in preda ai fumi dell’alcol e della marjuama” quando nel parlamento della repubblica Italiana c’è gente che non si sottopone ad un test (volontario) sull’uso di droghe. se non hanno niente da nascondere perchè non lo fanno? oppure i discorsi sulla tessera dei tifosi “non la fa chi ha da nascondere qualcosa” vale solo per gli ultras? vero Zorro?

  65. Scritto da Mauro

    PREFERISCO ESSERE SUDDITO CHE DELINQUENTE!!!!

  66. Scritto da Marco Cimmino

    Nello specifico, qui lancia una provocazione basata sul paradosso. Se leggesse i commenti qui sotto, probabilmente, si farebbe una risata. Anzi, mezza, perchè alla mancanza di senso dell’umorismo e di fantasia è maledettamente abituato e nemmeno ci si diverte più tanto. Immaginarselo con striscioni e chiavi inglesi allo stadio, quello sì è esilarante, almeno per chi lo conosca. Quanto, poi, agli slogan sul vivere da ultra o sul non omologarsi, denunciano esattamente il declino dei tempi. Oter.

  67. Scritto da r5

    SI’ MASSIMO, ANCHE BERGAMONEWS STA DALLA PARTE DEI DELINQUENTI. SIA DA STADIO CHE DA COMITATO.

  68. Scritto da timeout

    Ormai ‘sto giornale è diretto a vele spiegate verso l’indecenza più becera. Non c’è più nemmeno il pudore di coprire l’indecenza. E il bello è che fino a qualche giorno fa osava pure crticare “quando il Corriere fa pubblicità alla violenza”

  69. Scritto da boh

    Ma un giornalista non dovrebbe essere imparziale e difendere i valori etici????

  70. Scritto da basito3000

    e bravo il nostro Cimmino; o bravo il nostro Fini che evidentemente ha bisogno degli amici. O degli amici dei suoi amici.
    A me non interessa se uno lo fa per provocare, perchè ne è convinto o perchè delira. E’ stato pagato per questo articolo e per il messaggio che ne consegue. Se poi Fini e Cimmino sono due filosofi incompresi e ai margini e si sentono superiori ai comuni mortali, e si fanno una risata ai commenti che leggiamo … beh….Contento loro, contenti tutti

  71. Scritto da B.d.B.

    Esilarante il buon Massimo Fini, di questo periodo il cognome Fini è sinonimo di “estrema thule”, forse rinchiudendoli assieme in questo meraviglioso luogo l’umanità proseguirà nella sua goffa evoluzione.

  72. Scritto da polpopaul

    Attendiamo allora anche una “provocazione basata sul paradosso” che sposi la causa di quei non-sudditi dei mafiosi. Che gregnà.

  73. Scritto da Marco Cimmino

    Caro basito, basisca un po’ meno e colleghi le sinapsi: io ho sempre odiato il calcio, ne detesto i tifosi, così come detesto il ribellismo , che non ho mai mancato di stigmatizzare, ovunque e quantunque ho potuto. Non faccio il filosofo, anzi, la filosofia mi annoia e non mi sento affatto incompreso. Nè mi ritengo superiore ai mortali comuni : solo a quelli un po’ sotto la media. Dico che tra un paradosso ed un trafiletto di cronaca corre una bella differenza. Come tra un genio e un tonto…

  74. Scritto da Casual1907

    Onore ad una voce fuori dal coro di pecoroni che si scandalizzano per 4 auto bruciate e si preoccupano di chi le paga! Ma se ci fregano soldi tutti i giorni! Prezzi auto, assicurazioni, cellulari, banche più cari d’Europa, il furto legalizzato canone RAI ecc. Scandalizzatevi per la lobotomia televisia di mediaset , per le violenze mute che avvengono nelle famiglie, per i diritti calpestati dei lavoratori…e poi “Oddio gli ultras il male della società?? “

  75. Scritto da pio

    Si dice che più s’invecchia si diventa “SAGGI”, penso che non sia il gaso di FINI, perchè in questo scritto c’e una ribellione a tutto ilsistema in modo VIOLENTO

  76. Scritto da pm

    @66 : e questi gravi e inngabili problemi voi li risolvete andando a picchiarvi allo stadio? Mi sfugge il nesso, sinceramente…

  77. Scritto da luca curva nord

    non li risolviamo facendo casino allo stadio, ovviamente, ma rivendichiamo il diritto di mettere una graduatoria nei problemi della societò, e quello della violenza ultras sta minimo al 100 esimo posto, prima di quello ci sono cose e fatti molto ma molto piu gravi….tipo un maroccchino che accoltella la fidanzata alla pancia e le fa perdere il bambino, pero che strano non ho visto i titoli in prima pagina a 9 colonne per una settimana su questo fatto o tanti altri simili…

  78. Scritto da basito3000

    Caro Cimmini, la discussione diventa simpatica, Peccato che io non colleghi le sinapsi, maestro. In ogni caso parlavo di persone che detestano qualcun altro senza riuscire a darne una spiegazione e si comportano di conseguenza ( ognuno con i mezzi che la natura gli ha dato). Sono tonto perchè non colgo il sublieme messaggio dei voi geni? bene, so prope contet.

  79. Scritto da Alessandro

    Ma i commenti e la sparata di Galizzi dove sono finiti?Il giudice ve li ha sequestrati?

  80. Scritto da concordo con Luca curva nord

    Articoli inerenti alla Curva Nord di Bergamo per 9 giorni e dico 9 come prima notizia in home page a caratteri CUBITALI con possibilita di commenti aperti x tutte le notizie (era gia successo in passato ma come ho gia scritto nei gg scorsi “tira piu una notizia che concerne la curva nord che un carro di buoi…. Altre notizie di cronaca ben piu serie e gravi a malapena un trafiletto in decima posizione senza la possibilita di postare commenti. O ove c’e nessuno scrive nulla. SCANDALOSO!

  81. Scritto da francesco

    Caro Fini, ricordati che all’Heysel la tragedia è stata innescata da ultras incontrollati….. Un conto è il ragionamento dal punto di vista sociologico, che ci può state, altro è elogiare ul mondo che ha fatto della violenza il suo motto (…”gli scontri sono la mia droga”…). E la partita allo stadio te la godi se non ci sono risse, lacrimogeni e quant’altro. Se no passi più tempo a gurdare gli spalti che il campo. Infine, gurda che la tessera del tifoso la fanno tutti, indistintamente..

  82. Scritto da ff

    Da uno che flirta con il mondo dei naziskin cosa ci si può aspettare?

  83. Scritto da Juon

    Ridicolo!

  84. Scritto da pm

    @72: probabilmente questa è la dimostrazione che molta gente ne ha piene le … scatole delle vostre “intemperanze”

  85. Scritto da Il Naggio

    Complimenti, non ho mai letto cosi tante m…e messe insieme.

  86. Scritto da John Locke

    Estremo,ma non dice c….
    Non mi piace alcun tipo di violenza, ma non mi piace nemmeno constatare che andando avanti così finiamo dritti negli scenari ipotizzati da Orwell. E da John Locke finirò per trovarmi ad essere Winston Smith.