BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il futuro dell’ex cementificio: incontro con Daverio

Domenica 5 settembre esponenti del mondo istituzionale e industriale si daranno appuntamento per parlare di un possibile futuro per l'ex cementificio Italcementi.

Più informazioni su

Domenica 5 settembre, alle 18, esponenti del mondo istituzionale e industriale si daranno appuntamento per parlare di un possibile futuro per l’ex cementificio Italcementi di Alzano Lombardo.
Le prospettive per una rinascita della struttura – bell’esempio di archeologia industriale che avrebbe le carte in regola per candidarsi a beneficiare di un progetto di recupero in vista dell’Expo 2015 – sono legate alle concrete ricadute in termini di sviluppo per l’intera valle, ma dipendono prima di tutto dall’attenzione e sensibilità del mondo imprenditoriale e dell’opinione pubblica.
Protagonisti dell’incontro saranno Marco Dezzi Bardeschi, ordinario di restauro del Politecnico di Milano, che introdurrà i lavori, e lo storico dell’arte Philippe Daverio, che guiderà i presenti in un viaggio alla scoperta dell’ex-cementificio.
Oltre al presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano e all’assessore allo Expo Silvia Lanzani, saranno presenti Fabio Marazzi, membro del Cda della Società Expo spa, Alberto Bombassei della Freni Brembo, il consigliere regionale Daniele Belotti, il presidente dell’Ordine degli architetti Paolo Belloni, il presidente dell’Aler Narno Poli, Ettore Adalberto Albertoni, docente dell’Università dell’Insubria, lo scultore Silvano Bulgari e numerose personalità del mondo culturale ed economico.
Promotrice e regista dell’iniziativa è l’assessore provinciale alle Grandi infrastrutture, pianificazione territoriale ed Expo Silvia Lanzani, che ha fatto proprio, rilanciandolo, l’appello del proprietario Agostino Tironi (presidente della Tironi Spa) e del sindaco del Comune di Alzano Lombardo, Roberto Anelli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da niente altro che Fatti!

    La Pigna è stata uno”Sponsor”della Lega.

  2. Scritto da Bergamì söl Sére

    ho ho,Redazione mi avete modificato @:va be non fa nulla dai… colgo l’occ per segnalare che ha suo Tempo,i Signorotti Leghisti di Alzano per ingraziarsi Pigna ecc lasciarono costruire famosa Centrale di produzione Eletrica a Gas e Oli Combustibili(speriamo mai esploda Incendio li,seno sono Gatte da pelare!)con la promessa che gli Alzanesi,ne avrebbero osufruito:ad Alzano ne hanno osufruito? Amico di Rif C Alzano,racconta tu un po meglio la vicenda ,se ti va.

  3. Scritto da Bergamì söl Sére.

    Il Caro Daverio… pero non portatelo lungo il Serio ad Alzano,li ormai dove non cé Calcestruzzo,ci sono solo Extra Comunitari inregolari che bivaccano e lasciano sul posto tutti i loro Rifiuti

  4. Scritto da circolo RIFONDAZIONE COMUNISTA Alzano Lombardo

    Sarebbe però cosa utile e doverosa dare spazio anche ai cittadini di ALZANO….chissà se si potrà mettere becco tra tante “personalità”…ovviamente tutte disinteressate e al di sopra delle parti!
    Ad ALZANO vive una grande comunità operaia,che ha prodotto per decenni la ricchezza sociale che oggi alcune GERARCHIE,veri e propri POTERI FORTI,se ne appropriano,senza neanche consultare chi in quei siti industriali ci ha lavorato!…per non parlare del futuro dell’AREA PIGNA,lì adiacente!