BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Troppe volumetrie, il nuovo sindaco stoppa il Pgt

Il Piano avrebbe dovuto essere approvato entro l'11 agosto, ma la nuova amministrazione ha deciso di cogliere la possibilità di proroga fino al marzo 2011.

Più informazioni su

Il Piano di governo del territorio di Clusone, dopo essere rimasto in sospeso per cinque mesi, è ora definitivamente bloccato. Il Pgt avrebbe infatti dovuto essere approvato entro l’11 agosto scorso, ma la nuova amministrazione comunale ha preferito lasciar decadere la delibera.
Il Pgt di Clusone era stato adottato nello scorso dicembre dall’amministrazione dell’ex sindaco Guido Giudici, appartenente alla lista “Clusone2000”, con il supporto del gruppo “Indipendenti di centro”. L’amministrazione aveva dovuto superare l’astensione dell’indipendente Francesco Moioli e della “Lista Civica” all’opposizione. Il Piano prevedeva 120.000 metri cubi di nuova edificazione, un incremento dettato dal previsto aumento di cittadini clusonesi, che dovrebbero avvicinarsi alle 10.000 unità nei prossimi dieci anni. L’amministrazione Giudici contava di approvare definitivamente il Pgt entro il marzo scorso, ovvero entro il termine del mandato elettorale; il gran numero di osservazioni ne ha fatto però slittare l’approvazione oltre i termini previsti.
La nuova amministrazione, eletta lo scorso aprile e guidata dal’attuale sindaco Paolo Olini della lista Popolo della Libertà – Lega Nord, ha preferito avvalersi dell’ultima proroga della Regione Lombardia, che permette di approvare i nuovi Pgt entro marzo 2011. Nel frattempo, torna quindi in vigore il vecchio Piano regolatore generale. Il vicesindaco e assessore al governo del territorio Carlo Caffi sostiene che una revisione si fosse resa necessaria, considerando che alcune opere inserite nel Piano dall’amministrazione Giudici non sono ora ritenute prioritarie: questo dovrebbe tradursi in una minore volumetria del Pgt, dettata da una minore edificabilità.
I gruppi di opposizione sono però contrari a questa linea di condotta. Il capogruppo Andrea Castelletti, della lista “Clusone 24ZERO23”, considera troppo prossima la scadenza di marzo 2011 per apportare ulteriori modifiche al Pgt. Inoltre, l’ex sindaco Giudici sottolinea che, fino a quando il nuovo Pgt non sarà approvato, ogni attività urbanistica sarà vietata dalle leggi regionali: questo significa che, se il Pgt non verrà approvato prossimamente, non si potranno autorizzare nuove costruzioni ed infrastrutture almeno fino alla prossima primavera.
Ad ogno modo, un’assemblea pubblica è stata richiesta all’amministrazione dalle opposizioni, e dovrebbe quindi essere indetta prossimamente. Un’occasione, questa, per illustrare i contenuti dell’attuale Pgt e per discutere le osservazioni avanzate da cittadini e consiglieri.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Aiutiamo Giorgio!

    Per gli Amici della Redazione BGnews:se vi va,dato che Ardesio è vicino a Clusone,scrivete qualcosa della situazione Politica che in questi giorni sta coinvolgendo l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giorgio Fornoni noto Reporter e collaboratore di Milena Gabanelli a Report RAI 3,li un Uomo(Giorgio)sta tentando di fare l’impossibile…

  2. Scritto da Pino Silvestre

    Zona Fiorine Clusone,per andare verso il Centro Sportivo:ma le avete viste le Villette ad Alveare… uno scempio Architettonico;carisssimi Architetti andate qualche volta in Alto Adige,e prendete esempio. Il Turismo si crea costruendo armonicamente con la Natura,un Turista poi magari ritorna se il posto è piacevole.

  3. Scritto da bravo2

    e già che ci siamo, chi di dovere salga anche un po’ più su, nei paesi come Castione, la bandiera nera della ValSeriana, e veda un po’ di verificare: un paese desertificato turisticamente, e dove non si fermano più i giovani locali perché le case sono troppo care per loro, e emigrano verso la pianura o altri paesi! Anche lì migliaia di appartamenti nuovi a chi saranno venduti??O interessa solo farli costruire e poi chissene….???si stanno uccidendo questi paesi!

  4. Scritto da Baradél

    E che qualcuno la smetta di raccontare la BALLA che servono nuovi Alloggi per i futuri Abitanti che verranno,di Alloggi vuoti si è perso il conto… solo io con Amici in Clusone ne abbiamo contati una quarantina vuoti da Anni. Ristrotturate,e se proprio volete costruire al Turismo vanno bene Hotel e Pensioni,con prezzi accessibili come in Trentino:vedrete che poi quando si smettera di fregarli i Turisti torneranno!

  5. Scritto da bravo

    bravo sindaco. Finalmente qualcuno che usa tutti gli strumenti in cuo possesso per bloccare un’esplosione di costruzioni non paramentrata con tutta evidenza ai bisogni.
    Questa amministrazione si sta muovendo come piace a me.

  6. Scritto da BASTA CEMENTO!

    Bene:fermate le colate di Calcestruzzo su Clusone,e attenti al’espasione Edilizia verso la Pineta di Clusone bene di tutti gli abitanti. Turismo non vuol dire Cementificazione! Assessore Belotti,dopo la magra figura Ultras ecc hai un occasione vera per riscattarti,vai a Clusone a dare una controllata…!