BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La minoranza: “E’ il sindaco che ha fermato le scuole”

Riceviamo e pubblichiamo alcune precisazioni sui due cantieri fermi a Curno, per la biblioteca e le nuove scuole. Il testo è del gruppo di minoranza Insieme per Curno.

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo alcune precisazioni sui due cantieri fermi a Curno, per la biblioteca e le nuove scuole. Il testo è del gruppo di minoranza Insieme per Curno, che rappresenta l’Amministrazione comunale in carica dal 2002 al 2007 ed è presieduto dall’ex sindaco Anna Maria Morelli.

“Ci fa piacere che la stampa si sia occupata della vergognosa situazione di Curno, dove due opere pubbliche essenziali per la qualità della vita in paese giacciono abbandonate e dimenticate. Occorre però fare alcune precisazioni importanti per l’attribuzione delle responsabilità.
Il cantiere della scuola è stato chiuso per ordine della Magistratura per 30 giorni, il tempo necessario ad espletare le indagini per l’incidente sul lavoro che è costato la vita al signor Mismetti.
Dopo il dissequestro del cantiere, il Sindaco Angelo Gandolfi ha richiesto, il 9 ottobre 2007, dapprima una proroga del fermo cantiere “per permettere di valutare eventuali altre destinazioni dell’edificio”, in seguito la risoluzione del contratto d’appalto. Non è quindi corretto far dipendere la situazione attuale di stallo dall’incidente mortale: se il Sindaco non fosse intervenuto, il cantiere sarebbe stato portato a termine.
L’opera era interamente finanziata da un mutuo contratto nel 2006: l’amministrazione Gandolfi lo ha estinto anticipatamente nel 2008, nonostante la nostra ferma opposizione, privandosi così dei fondi necessari per portare a compimento l’opera interrotta. In seguito sono subentrati i problemi legati alla crisi economica e agli scellerati vincoli del Patto di Stabilità che, di fatto, non consentono più di appaltare un’opera pubblica di quelle dimensioni. E così il Sindaco non potrà onorare le promesse fatte ai genitori e il cantiere resterà fermo per molto tempo ancora.
Inoltre, questa amministrazione ha anche cancellato la realizzazione a spese di un imprenditore privato della palestra annessa alla nuova scuola, modificando la convenzione per un importante Piano Integrato di Intervento. Le affermazioni del consigliere Pedretti, per oltre due anni assessore ai Lavori Pubblici, che vorrebbe “radere al suolo” lo scheletro della nuova scuola conferma la volontà manifestata da subito da questa amministrazione di non voler nemmeno capire il progetto, frutto di un lungo lavoro di approfondimento con la Dirigenza scolastica e con le rappresentanze dei genitori, con i responsabili della Scuola Potenziata per alunni con gravi disabilità e che ha recepito anche le esigenze nate dal lavoro degli alunni sull’uso didattico dei cortili scolastici. Questi amministratori hanno bloccato il cantiere senza proporre un confronto – sereno e senza preconcetti politici – con i rappresentanti della scuola, né con i progettisti; a nostro avviso, un atto arbitrario con pesanti conseguenza per i cittadini curnesi, come abbiamo più volte scritto nelle nostre dichiarazioni di voto, nei nostri volantini e sul sito del gruppo (www.insiemepercambiarecurno.it).
La vicenda della biblioteca. Come riportato anche nel vostro articolo, il cantiere della biblioteca ha avuto un iter faticoso: vi hanno lavorato tre imprese diverse ed è vero che l’amministrazione Morelli ha dovuto pagare quasi 500.000 euro per un lodo arbitrale precedentemente avviato e perso nei confronti della prima impresa. Il progetto architettonico e la localizzazione non hanno mai convinto fino in fondo l’amministrazione Morelli, che però ha portato avanti il cantiere, interamente finanziato da mutui. Nei suoi ultimi due anni da assessore ai Lavori Pubblici, Roberto Pedretti non si è mai occupato di questa unica opera pubblica in cantiere: questo è chiaramente dimostrato dal fatto che, nel dicembre 2009, la convenzione di chiusura del cantiere con l’impresa appaltatrice NON prevede il pagamento delle penali da noi imposte per i ritardi, in quanto i lavori sono stati finiti già nell’estate del 2008: peccato che nessuno se ne fosse accorto!Per quanto riguarda gli arredi e le attrezzature (oltre alle opere di completamento che ancora restano da finanziare e da fare), i problemi nascono dai vincoli del Patto di Stabilità: se però quest’opera fosse stata considerata prioritaria, l’amministrazione Gandolfi avrebbe potuto scegliere, per esempio, di non modificare il progetto di rifacimento della via Roma, lasciando la prevista pavimentazione della sede stradale in asfalto ed evitando di spendere centinaia di migliaia di euro per una pavimentazione totalmente in pietra. Avrebbe potuto così investire quei fondi per il completamento della biblioteca auditorium, rispettando il Patto di Stabilità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tisana

    Il fatto è cari amici, che a Curno non comandano le sezioni locali di PDL e Lega. E’ già un tradimento del patto elettorale la formazione di gruppi partitici in consiglio comunale (non mi piace che si spacci per lista civica un collage di partiti), ma poi, nei momenti decisivi, lo abbiamo letto in questi anni, per dare la linea alla maggioranza c’è sempre stato un intevento finale dei segretari provinciali Lega-PDL.
    Il sindaco doveva capirlo prima delle elezioni. Ora è troppo tardi.

  2. Scritto da ElleDiVi

    Aristide perchè non conduci le tue “battaglie” personali direttamente con coloro che “disturbano” il tuo sapere. Cosa fai tu per far crescere il livello culturale delle persone: critichi e filosofeggi? Filosofia = aria fritta. Il sindaco di Curno è ora che la smetta di fare il filosofo (035 – officina curnasca) e si confronti con la realtà locale. Se le persone sono come il commento 14 cosa si sta facendo per farle “crescere”? Il “saccente”, se “maturo”, aiuta a migliorare gli altri.

  3. Scritto da mickaijl ilarionovic

    Il termine “Rivoluzione Culturale” mi suona sinistro.
    In Cina se lo sentono gli viene il coccolone. Ma se la formula è quella, quindi qualcosa di calato dall’alto, con le buone o con le cattive, da parte di un principe illuminato che ci spezza il pane della Cultura allora dico che è inutile. Il metodo non funziona perchè, storicamente, non ha mai funzionato.
    Che poi il sindaco possa ritenersi un principe illuminato deve ancora dimostrarlo, per ora l’idea che mi faccio è del tutto diversa.

  4. Scritto da ElleDiVi

    #21 Nessun attacco, evidenze oggettive: programma politico presentato per essere eletti, totale obiettivi centrati / raggiunti: UNO indirettamente (cancellazione dell’ICI per la prima casa). E’ possibile avere un aggiornamento per il resto degli obiettivi / impegni per i quali gli amministratori comunali sono stati eletti. Nel privato se l’azienda non raggiunge gli obiettivi fallisce. Se il dipendente non centra gli obiettivi viene licenziato.

  5. Scritto da curno verso partito nazione

    per 3#: essendo i nostri interventi articolati, per non incorrere nel limite giustamente imposto dalla redazione, ci riserviamo di rimandarli ad un link dove possiamo svilupparli in modo piu esautivo.
    Se poi lei vuole che noi non ci esprimiamo sull’argomento perche cittadini di serie b allora e’ una altra faccenda.
    grazie

  6. Scritto da Aristide

    Concordo con ElleDiVi: il programma elettorale è stato largamente disatteso. Perché? Così hanno voluto i partiti: fatta la festa, gabbato lu santu.

  7. Scritto da tisana

    #26. Senta, Aristide, ragionando in maniera assai pacata (la brezza fresca del pomeriggio aiuta..). I partiti han fatto fallire questa avventura amministrativa, posso anche concordare (non offenda la sua intelligenza escludendo chiare responsabilità del sindaco) ma non era chiaro sin dall’insediamento? Si costituirono subito 2/3 diversi gruppi consigliari anzichè uno solo, brutto. Ora restano i partiti di prima (più disgregati); che si propone in concreto per valorizzare questo scarso biennio?

  8. Scritto da Aristide

    Che c’entra il vantarsi? C’è chi nega che Aristide abbia diritto di parola perché «con Curno non c’entra propio nulla», con riferimento al fatto che vive di là dall’Adda. Ma così s’introduce il principio che la libertà di parola possa essere limitata per incongruità territoriale del parlante rispetto all’oggetto in discussione. Si sa dove vanno a finire questi discorsi, agitati in ambienti culturalmente degradati, e ho ritenuto opportuno mettere in evidenza il punto di arrivo. Posso? Non posso?

  9. Scritto da uffah che lagna

    #16? che se uno si permette di criticare Aristide è un nazista? ma per favore..
    Poi, mi scusi, ma da piccolo non le hanno detto che il vantarsi da sè oltre che ridicolo e alla lunga, patetico, è anche cattiva educazione?
    Il fatto di farlo di continuo, per iscritto, ovunque ci sia la possibilità, fa pensare addirittura a quel Paolini, il disturbatore TV, che si infila in ogni inquadratura in TV in qualsiasi diretta.
    Ma il sindaco capisce che lei sta danneggiando la sua già traballante immagine?

  10. Scritto da Adoro Curno

    la prima cosa da farec a CURNO: è mandare a quel paese ARISTIDE, che continua a metterci naso ma con Curno non cèntra propio Nulla. è solo pagato dal santo Pagatore, vedi 24035, e capirai tante cose. poi il suo santo pagaorer faccia la cosa più saggia della sua vita si DIMETTA. e torni da dove è venuto, cioè dal NULLA.

  11. Scritto da Aristide

    Uffa, ancora con la retorichetta territoriale (v. #15)!
    Dunque, Aristide probabilmente è una sottospecie di ebreo errante (v. “Der ewige Jude”, film di propaganda antisemita prodotto nella Germania nazista [1940]).
    Fra i tanti seminari inutili promossi ignobilmente ora anche dai partiti, ne propongo uno dal titolo: “Perché coloro senza arte né parte, di livello culturale infimo e capacità intellettive subumane, sono così tenacemente radicati territorialmente?”.
    Segue dibattito.

  12. Scritto da Ol Bambo del Pais

    Aristide for sindaco! (uno di più, uno di meno…)

  13. Scritto da Massimo Conti

    X #5.
    Anche come P D abbiamo cercato di informare, mensilmente, su quanto avviene nel paese e stimolare l’amministrazione sui temi che i cittadini ci segnalano (scuole, manutenzioni, sport, parco del brembo. ). Abbiamo sempre cercato di dare informazioni corrette, senza attacchi personali (nei 5 anni precedenti ricordo uno stile diverso)
    In 3 anni dall’amministrazione abbiamo ricevuto 1 numero di officina curna (035 Curno BG non lo considero informazione). Poco.
    Continueremo ad informarvi.

  14. Scritto da ElleDiVi

    Gent.ma Sig.ra Perlita, la ringrazio per la risposta. I volantini li leggo, non li cestino, ma mi piacerebbe vedere scritto: obiettivo, pianificazione per il suo perseguimento, responsabili delle attività previste, e aggiornamenti in merito. Basta con le critiche e i “dietrologismi”. Se il comune fosse una società privata sarebbe già fallita e i suoi dipendenti a casa….. ma non essendo il capitale di chi gestisce….

  15. Scritto da daly

    basta il pesciolino è stato pescato, ora si vola si con l”areoplanino, verso il partito!!!!!!!!!!

  16. Scritto da Adoro Curno

    n° 5 hai ragione, tutti a remare nella stessa direzione
    Il croccante forse ha avuto problemi di posa. In alcuni punti è vero, si stacca, ma andrebbe anche manutenuto. io l’ho visto in altri paesi ed è quasi indistruttibile.
    Non è brutta neanche via roma, ma spendere 250.000 Euro in più in tempi di magra per lastricarla in pietra non lo capisco.
    Il bene comune va rispettato e mantenuto sempre, mi piange il quore veder seccare le piante in centro o vedere aiuole con erbacce. alte 1 metro.

  17. Scritto da Perlita Serra, consigliere di minoranza

    ElleDiVi ha ben il diritto di essere stanco di ricevere volantini e di cestinarli senza leggerli! Ma noi abbiamo il dovere di continuare a scriverli per relazionare nel nostro lavoro in Consiglio comunale, per denunciare le scelte che non condividiamo, per proporre alternative, in forza del 42% dei voti che abbiamo ricevuto nel 2007. L’esempio di via Roma è stato fatto per dimostrare che non vale sempre il ritornello “non ci sono i soldi”: si tratta di scegliere delle priorità e di giustificarle

  18. Scritto da ElleDiVi

    Sono un cittadino di Curno stanco di ricevere volantini di uno o di quell’altro partito che si incolpa a vicenda di cose fatte o da fare. Esempio: Insieme per cambiare Curno critica il viale fatto dalla nuova giunta e che dire del loro viale fatto in “croccante” che dopo poco ha iniziato a sbriciolarsi. Lavorassero tutti per il bene COMUNE, a iniziare dalla giunta che degli obiettivi previsti in campagna elettorale ne ha raggiunto solo uno (indirettamente) cancellare l’ICI. Basta filosofeggiare!

  19. Scritto da Adoro Curno

    ma alla fine di questi commenti se tiriamo la somma di tutto cosa ne esce: io dico la mia, questo GANDOLFI, ma sa di essere Sindaco!

  20. Scritto da Per Curno

    @8 Ben detto e continuate a scrivere anche se immagino costi economicamente e sia faticoso distribuirli (mi è stato riferito che avete fatto gazebo e volantinaggio sotto il sole agostano. Che fibra!!!). Lasciate perdere chi critica, perchè “stanco” di ricevere comodamente a casa dei volantini. Io, invece, apprezzo il vostro impegno che mi permettere di conoscere ed essere informato sulla vita politico amministrativa del mio paese.

  21. Scritto da Per Curno

    E’ vero che i lavori di largo Vittoria e di Via Roma, sono stati possibili perchè inseriti nelle opere pubbliche con progetto e finanziamento da parte dell’Amministrazione Morelli? E’ vero che l’Amministrazione Morelli è riuscita ad ottenere per quest’opera un finanziamento a fondo perduto dalla Regione Lombardia? A quanto ammonta l’importo? Se sono arrivati nel mandato del sindaco attuale, questi vi ha almeno riconosciuto il merito?

  22. Scritto da curno verso partito nazione

    la dolce addormentata si sveglia….

    http://udccurno.splinder.com/post/23232809/la-maestrina-vive-su-un-altro-pianeta-e-nonostante-laria-fina-della-montagna-non-vede-il-nostro-blog

  23. Scritto da Per Curno

    Grazie per la chiarezza dell’articolo.

  24. Scritto da Annamaria Morelli

    A partire dal 2007, il nostro gruppo consiliare di minoranza ha continuato a ripetere con volantini, giornalini, interrogazioni, dichiarazioni di voto articolate che l’amministrazione Gandolfi (Sindaco e gruppo di maggioranza) ha gestito in maniera esclusivamente preconcetta la “questione scuola” con gravi conseguenze negative (non solo economiche) per la cittadinanza. Noi, non siamo mai stati in silenzio!

  25. Scritto da scelgo io, grazie

    Non capisco questi post tutti eguali curno verso partito nazione, che non so cosa significa e che non dicono mai nulla.
    Son messi così male all’udc che per far girare il loro blog si infilano in quello degli altri cercando di indirizzarvi qualcuno?
    Attenti che se poi ci andate alla fine trovate l’ineffabile Aristide…..
    Se voglio andare su un blog diverso da quello di BG News lo farò, per i fatti miei, Grazie