BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Don Resmini attacca Pirovano “Sui poveri parole irresponsabili”

Don Fausto Resmini, che evidentemente non parla a titolo personale ma esprime il pensiero della Curia, lancia un durissimo attacco al presidente della Provincia Ettore Pirovano.

“Essere solo indignati per le dichiarazioni espresse in questi ultimi tempi da persone con responsabilità sociali non basta più. Chi parla con superficialità e senza rispetto dei poveri, non ne è degno, perché non li conosce e non li ha mai incontrati nel vero senso del termine”. Don Fausto Resmini, che evidentemente non parla a titolo personale ma esprime il pensiero della Curia, lancia un durissimo attacco al presidente della Provincia Ettore Pirovano. Lo fa senza mai citare l’esponente leghista con nome e cognome, ma fin dalle prima riga dell’articolo pubblicato in prima pagina su L’Eco di Bergamo è chiaro che il responsabile del Patronato San Vincenzo si riferisce alle dichiarazioni del presidente contro i mendicanti. Queste le parole dell’onorevole leghista intervenuto alla Bèrghem fest: "Vedo troppi straccioni per le strade che chiedono la carità. Gente che sicuramente in tasca non ha il permesso di soggiorno, da caricarli sui pullman e, poi, sui charter”.
Don Resmini, che ogni giorno da anni condivide i drammi di chi non ha un tetto sotto cui vivere, non usa mezzi termini. “Non hanno ancora capito, queste persone, che non dipende dal colore della pelle, né dalla nazionalità, né dalla posizione sociale l’essere titolari di diritti, ma è conseguenza dell’essere persona umana. Neppure il consenso accordato dalla maggioranza della gente a questa o quella idea di politica può negare o togliere qualcosa a tale diritto. Le persone, anche se vivono in una situazione di miseria e sono vestite malamente, hanno sempre una dignirà che va considerata e rispettata”.
Il sacerdote definisce le affermazioni di Pirovano “di enorme gravità e di irresponsabilità verso l’uomo e verso la società”. Dichiarazioni gravi perché potrebbero scatenare conseguenze come “comportamenti di intolleranza e di emarginazione”. Soprattutto tra le nuove generazioni che, sempre secondo don Resmini, “abbiamo il dovere di educare alla tolleranza e alla condivisione. Il silenzio sulle reali possibilità in atto circa l’inclusione e l’inserimento sociale dei poveri favorisce un clima di incertezza e intolleranza”.
L’invito del sacerdote è seguire l’esempio della Chiesa “che da sempre – ricorda – ci ha indicato strade percorribili di giustizia e di sostegno verso chi fa più fatica e che tra comportamenti gravi di responsabilità cìè l’oppressione dei poveri, siano essi zingari, stranieri o extracomunitari”.

Editoriali – IL CORSIVO
Una svolta per la Curia (e per L’Eco)

Politica – LE REAZIONI
Pezzotta condanna, Jannone giustifica, la Lega tace

Politica – L’INTERVISTA
Il vescovo a Jesus: "Anticristiana la politica dell’egoismo"

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Michele

    Egoismo è anche permettere che i poveri vengano in una Nazione dove vivranno di stenti proprio perchè non hanno lavoro nè prospettive.Salvo che la prospettiva sia quella d fare figli (anche grazie alla legge sul ricongiungimento familiare voluto da Prodi e PD),aumentare di numero e …”con le vostre leggi vi conquisteremo, con le nostre leggi vi domineremo”.
    Mi consola il fatto che nel Corano viene ordinato di sgozzare chi non crede in Dio, non i Cristiani o gli Ebrei (che saranno di serie B).

  2. Scritto da pg

    Mille volte contro DON RESMINI se fosse per lui faremo la fine degli indiani d’america.La gente và aiutata e sono totalmente in accordo ma và aiutata a camminare da sola e specialmente a casa loro.I

  3. Scritto da gruppo antipedofili

    …AMEN…

  4. Scritto da Giampaolo C.

    Resmini vede il bicchiere mezzo pieno, Pirovano mezzo vuoto.
    Entrambi sono in difetto perchè emerge nel loro pensiero la loro sensibilità. Resmini vede un mondo solo di diritti, Pirovano solo di doveri. Sono d’accordo sul concetto del diritto universale per la persona umana, se questo è complementare ai doveri conseguenti. Entrambi questi signori possono e devono -per i ruoli che ricoprono – trovare il modo di non scontrarsi ma attivarsi contro il degrado della persona e della società.

  5. Scritto da rf

    Oggi si vede solo la misera da portafoglio, ma si può essere straccioni e miseri in tanti modi assai peggiori. Esiste la miseria intellettuale e culturale che si chiama ignoranza, quella etica e non ultima la miseria dell’animo e spirituale, che sono, nell’insieme, di gran lunga più importanti e le più deficitarie nella ns società contemporanea.
    In tutte queste miserie mi pare che Pirovano e i leghisti che la pensano come lui non abbiano rivali e siano solo che i principi degli straccioni.

  6. Scritto da rf

    ERRATA CORRIGE: sostituire “più deficitarie”,con “maggioritarie”, altrimenti il pensiero espresso non è coerente. Grazie

  7. Scritto da @jack

    La sanita’ italiana cura gratis anche tanti ladri evasori ed elusori fiscali. Gli altri no perche’ la sanita’ se la son pagata con le tasse. Chi ha un minimo di intelligenza sa che se gli “straccioni” minacciano il nostro “benessere”, allora e’ l’ultimo della lista dei problemi, dopo altri, tra cui quello che menziono e’ il primo della lista o quasi. Pero’ gli straccioni sono invisibili, gli evasori invece ben integrati e spesso stimati, anche in quanto evasori. E’ la ns civilta’ della roba.

  8. Scritto da @jack

    Al termine straccione poi, inteso in genere con un accezione riferita alle condizioni materiali di chi lo sarebbe, bisognerebbe anche iniziare ad aggiungere altre accezioni. Per esempio quello di straccione politico, umano, intellettuale. Facendo cosi’ la divisione in classi tra straccioni e non verrebbe alquanto rivoluzionata.

  9. Scritto da Rossodentro

    CONDIVIDO AL 100% LE PAROLE DI DON RESMINI

  10. Scritto da Valerio

    x112: scusa GNOGNI, per che cose “particolari” vanno in sudamerica gli italiani?

  11. Scritto da jack

    No non volevo dire che di queste persone bisogna infischiarsene,ma gli italiani che emigravano,non erano proprio trattati con i guanti di velluto,i tempi sono logicamente cambiati,ma nessuno bivaccava per strada e soprattutto nessuno era irregolare.Le ricordo che la sanità italiana cura gratuitamente anche chi è clandestino,ed oltretutto non possiede reddito,senza problemi.

  12. Scritto da B,d,B, per @103 serpico

    Caro serpico, concordo con tè in tutto, addio.

  13. Scritto da a.c.

    pecctao che io abbia visto respingere al mio paese un accattone fuori dalla chiesa durante la messa, perché si accaparrava le offerte dei fedeli…Va’, che se la chiesa rinunciasse a un po’ dei suoi sfarzi vaticani, ne manterrebbe di poveri..! E quante case dell’accoglienza ha aperto in Vaticano? quante mense dei poveri? Quante bevande e coperte distribuisce ogni notte agli homeless? Proviamo a contarle?

  14. Scritto da LIVI

    poveri italiani sempre più disumani…
    VERGOGNA…VERGOGNA….VERGOGNA…

  15. Scritto da Marino B.

    Ribadendo il concetto che:La chiesa di Roma è una cosa,i preti di periferia,vedi don Resmini,sono tutt’altra.!
    Voglio ricordare a chi afferma che:I preti facciano il loro e non facciano politica!(garzanti)Politica è:Scienza dei rapporti sociali.Chi la attua,(Stato/scuola/chiesa) !
    Cari signori:chi si occupa dei problemi della gente;in particolare la più bisognosa,fa politica.Quella con la P maiuscola.!La cosa di cui si occupano i nostri rappresentanti eletti non è politica ma;Favorem ad personam

  16. Scritto da gnogni

    x sullivan vengono x cambiare ? ma che stiano a casa loro nessuno ne sentirebbe la mancanza, nn possono andare in altri paesi propio qui devono venire ? tu che parli tanto cmq sei ma stato a a roma ? nella città è piena di mendicanti e senzatetto, ma nella grande città del vaticano dove risiedono quelli caritatevoli amici di don resmini tutto lindo e pulito e neanche un mendicante tu lo sai ?

  17. Scritto da Valerio

    E tu gnogni: sei mai stato in latinoamerica ad es. in Argentina)? E’ pieno di italiani: sono arrivati senza niente e senza permesso di soggiorno…. anche gli italiani siamo stati “extra” e poveri e altri paesi ci hanno accolto più che bene

  18. Scritto da puntinisullei

    per Gnomi al @109 e per tutti quelli che non vogliono ricordare: a cavallo tra ‘800 e ‘900, dagli archivi della polizia di New York risultava che la maggioranza di chi professava la prostituzione era di origine Italiana, con prevalenza del Veneto. Ricordare non fa male, perchè noi non eravamo e non siamo migliori degli altri

  19. Scritto da gnogni

    x 110 se siamo stati accolti più che bene è tutto da vedere !! ti ricordo che gran parte degli italiani vanno in sudamerica x motivi particolari!!
    x111 inanzitutto io non parlo di prostituzione quella c’è dove c’è richiesta c’èra anche prima di cristo è il lavoro più vecchio io parlo di quelli che vengono qui e rompono i c…..i se lavori ti sbatti ecc puoi stare qui, ma se stai qui x fare danni torna al tuo paese !!!!
    in america ci furono grosse rappresaglie contro gli italiani !!!!!!!!

  20. Scritto da jack

    Carissimi,non dite le solite banalità,sugli italiani che dopo la guerra sono andati a cercar fortuna all’estero,mio nonno è andato in argentina dal 1949-1953,posto di lavoro prima di entrare,altro nonno muratore in svizzera posto di lavoro,dormivano nelle baracche attrezzate nei cantieri,se poi vogliamo parlare del belgio dove lo stato italiano per i danni di guerra,e per avere carbone,ha obbligato migliaia di italiani a lavorare in condizioni disumane e anche a morire, dunque state un po zitti

  21. Scritto da rf

    @108. Insomma…limitare il ruolo della Chiesa alla politica sociale mi pare improprio. La Chiesa ha un ruolo di testimonianza e dovrebbe anche e soprattutto occuparsi della crescita spirituale degli uomini e delle loro anime, Vangelo alla mano, almeno dovrebbe, appunto. Mi pare che Don Resmini abbia semplicemente ricordato con forza uno dei principi evangelici. Le implicazioni politiche ne sono una naturale conseguenza, non la causa della presa di posizione.

  22. Scritto da Maurizio

    Che tre quarti dei mendicanti stia meglio di chi non mendica ne sono sicuro; esprimersi in certi termini fortunatamente evidenzia i limiti di chi è povero di cervello e vende ciò che ha

  23. Scritto da un trevigliese

    verrebbe poi da aprire una parentesi sul silenzio con cui la lega, paladina dei valori storici, cristiani e culturali della nostra terra, ha trattato la visita di Gheddafi.
    A quanto pare a gente come Pirovano viene più facile sparare a zero sui poveracci e far finta di niente contro i potenti.
    Complimenti davvero!

  24. Scritto da Antonio

    Molti di quelli che oggi sputano su uomini meno fortunati hanno nei loro progenitori persone che erano così considerate:
    “Non amano l’acqua, molti di loro puzzano perché tengono lo stesso vestito per molte settimane. Si costruiscono baracche di legno ed alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri…….”
    Ispettorato per l’Immigrazione sugli immigrati italiani in USA, Ott. 1912.
    Un popolo che dimentica le proprie radici è destinato alla decadenza.

  25. Scritto da roberto

    @10 e 12 – Bravo trevigliese !

  26. Scritto da polpopaul

    Pirovano ringrazi quegli straccioni che chiedono la carità per strada perchè portano un sacco di voti alla Lega. Non ci fossero loro, non saprebbero proprio con chi prendersela, visto che ormai sono parte integrante di Roma ladrona…

  27. Scritto da gio

    da criticare è x me l’assessore provinciale neanche trentenne che si presenta con auto blu e autista ad una esercitazione di volontari del soccorso, è chi occupa due poltrone importanti istituzionali ie non vuol scollarsi, è chi fa votare al suo maggiordomo pianista, è chi si vuol togliere qualche sfizio (Procul Arum,) facendo pagare il conto ai cittadini…………

  28. Scritto da milila1

    Berlusconi invita in pompa magna un dittatore del calibro di Gheddafi, che si mette a fare lo spot pubblicitario sull’Islam-la Lega che spara sugli extra-comunitari.Se Don Resmini parla a nome della Curia,mi chiedo : Ma quando hanno appoggiato e invitato a votare questo governo,non sapevano che era a questo che saremmo arrivati?Buon Dio,Tu hai una gran bella Azienda,ma che rappresentanti del cavolo…non vorrei che nel 2012 il cambiamento sia che me tocca diventare Mussulmano.

  29. Scritto da cologno_rulez

    I leghisti dovrebbero smettere di professarsi cristiani. Non rispettano i pilastri della religione di cui si vantano di essere esponenti, altro che difesa del crocefisso, non sono degni di entrare in chiesa ! Comunque se si vuole risolvere il problema “straccioni immigrati senza permesso di soggiorno” basta far colletta da 5 miliardi di euro e ci pensa Gheddafi, l’amico intimo del padrone di Bossi.

  30. Scritto da Candide Padano

    Nell’editoriale di Zapperi sul caso “Don Resmini” si segnala correttamente come la posizione del sacerdote sia molto “ufficiale”. Se la sua è la posizione della chiesa cattolica bergamasca, è utile verificare quanto essa sia coerente con la realtà… e ci sono problemini, segnalati già al tempo di Martin Lutero.
    Quanto agli immigrati maltrattati, ricordo i 108 albanesi mandati a picco con la nave che li trasportava, da una corvetta italiana.
    Era il 28 marzo 1997, al governo c’era Prodi.

  31. Scritto da BB

    Pirovano! Francamente prima di parlare faccia un indagine conoscitiva-della povertà : inizia pure dai bergamaschi iquali per vergogna non chiedono, ma non scaricando le responsabilità pubbliche sul privato cittadino colpevole di essere povero!
    Che tempi brutti!

  32. Scritto da m.c.

    Ma scusate, Pirovano non ha nulla da dire? Non ritiene che sia importante rispondere, comunque la pensi?

  33. Scritto da Io vedo troppi cialtroni nelle istituzioni, ...

    …figli, fidanzate, generi, zoccoline, affaristi; che amministrano male, si arricchiscono, si fanno gli affari loro.
    Gente che a volte non avrebbe la fedina penale pulita se non ci fossero indulti, leggi ad personam, amnistie. Che sa urlare slogan ma non governare.
    Da caricarli sulle camionette della polizia penitenziaria e poi sugli aerei militari destinazione Guantanamo per il resto della vita.
    http://www.telegraph.co.uk/telegraph/multimedia/archive/01298/shackles-restraint_1298428c.jpg

  34. Scritto da dubbioso

    Lo squallore rappresentato da Pirovano non ha confini, qui gli unici veri xxxxxx sono i leghisti e bene fa la chiesa a ricordarglielo.

  35. Scritto da luigi

    Da cattolico dico era ora che qualcuno come Don Fausto si facesse sentire. Bergamo non è solo intolleranza e voglia di fare soldi a tutti i costi, passando sulla pelle dei più poveri Italiani o stranieri che siano.
    Purtroppo spesso la Chiesa per meri motivi materiali (sostegno alla scuola privata, ad esempio) o altro in terra orobica ha spesso chiuso entrambi gli occhi.
    Ringrazio il nuovo Vescovo che piano piano sta cambiando le cose.

  36. Scritto da B.d.B.

    Il buono, altruista, benefattore, santo ecc. ecc. Don Resmini, perchè non và missionario in Ciad ??
    Troppe mosche, troppo caldo, oppure perchè i veri missionari lavorano IN SILENZIO aiutando tutti i bisognosi di questo disperato pianeta.
    Caro Resmini, l’antico voto del silenzio ERA una gran bella cosa, ma pur di apparire il clero attuale si intrufola in faccende che non gli competono.
    I frati veri dicono ORA ET LABORA, i sacerdoti cattolici invece predicano goffamente in continuazione.

  37. Scritto da Marco

    Ok gli stranieri e extracomuniatri ,ma gli zingari?
    non sono quelli che occupano abusivamente alcune zone delle nostre città con delle bellissime roulotte e macchinoni?
    non Sono quelli rubano nelle nostre case e a volte anche bambini?
    Sono quelli che percepiscono un tot di euro al giorno dallo stato?
    o sono tutte leggende metropolitane queste?
    Non voglio fare polemica vorrei solo capire cosa c’entrano gli zingari con la povertà?

  38. Scritto da padre arthur

    caro b.d.b., come si vede che non conosci don fausto. Le cose che scrivi forse vanno bene per tanti altri preti, non per quest’uomo a cui come bergamaschi, al di là della sua professione religiosa, dobbiamo tanta gratitudine per quello che fa per i poveracci che qualcuno vorrebbe mettere al rogo.

  39. Scritto da via di Damasco

    Evviva, anche ecodibergamo.it ha scoperto che don Resmini ha attaccato Pirovano. All’alba delle 18, dopo un’intera giornata di silenzio. ma non si era inventato tutto bgnews per incensare il vescovo? Il padrone si è fatto sentire?

  40. Scritto da attrezziamoci

    il presidente Pirovano percepisce circa 15 mila euro mensili, oltre alle spese a piè di lista dalla Provincia. Da buon leghista vede degli straccioni, non delle persone, che chiedono l’elemosina. Ma non vede le tante famiglie bergamasche che non chiedono la carità, ma faticano a tirare la fine del mese. Nonostante questo, alle famiglie in difficoltà, sui loro miseri stipendi e pensioni, roma ladrona, trattiene l’irpef, per pagare i componenti della casta, come Pirovano. Gente attrezziamoci!!

  41. Scritto da jack

    Cari signori le parole del Pirovano sono sicuramente poco eleganti,ma a memoria non ricordo un articolo,un trafiletto,un articolo di spalla di Don Resmini con tutto il rispetto verso l’uomo,in cui attacca i suoi colleghi pedofili,usurai(vedi vescovo di Napoli),per loro c’è sempre compassione,compressione e via di questo passo.La politica deve fare il suo,e la religione deve stare al suo posto.Ricordo al Don che i primi a non aiutare i senza tetto sono proprio loro.

  42. Scritto da Marco Brembilla

    Don Fausto non ha chiesto solidarietà verso sè, ha posto un problema reale, concreto che non si può liquidare con frasi ad effetto peraltro irrispettose della dignità che ogni essere umano porta con sè. Don Fausto da anni con tanta umiltà si sporca le mani cercando, per quanto possibile, di arginare il non più fenomeno dell’emarginazione. Una maggiore unità d’intenti oltre le sigle di partito aiuterebbe a cambiare veramente le cose, oltre naturalmente ad aiutare le persone che hanno bisogno.

  43. Scritto da serpico

    x Candide Padano: Se non conosci la persona di don Resmini e tutto il supporto che porta agli ultimi ti conviene a stare zitto. Vi porto un esempio. In un piccolo paese di una valle Bergamasca c’è una famiglia composta di 4 persone, 3 alcolizzati e la madre disperata. Il marito non ha mai lavorato ed è nativo di un paese vicino, il più fragile della famiglia lo ha accolto Lui nella sua Comunità e lo sta mantenendo lui e non la Lega, questo prete non parla a vanvera come certi capi ma fa i fatti.

  44. Scritto da jack

    Vorrei anche ricordare al Don quando nei primi anni 80,bergamo oggi,si interessava dei nostri immacolati preti della provincia(sotto il monte stampava denaro falso,una colonia in valbrembana toccava i bambini)fulmini arrivarono su quel giornale,e il “bugiardino”,nemmeno una virgola,poi con gli anni abbiamo visto chi aveva ragione.IL signor Pirovano fa il poltico,può piacere o no,Lei faccia al meglio la sua missione,senza giudicare,oppure vi fate eleggere e decidete cosa è giusto o sbagliato.

  45. Scritto da Valter Grossi

    Bravo Don Resmini ad aver evocato il valore universale dei diritti di cittadinanza, molto meglio di quei conformisti che inseguono la Lega su questo terreno.

  46. Scritto da Marco Brembilla

    Il discorso poi si farebbe lungo rispetto alle politiche di cooperazione internazionale dei governi di centro-destra e centro-sinistra (in questo pari sono) unico modo per arginare la massa di persone che, credo, starebbe volentieri a casa propria. Solo che là, non dimentichiamolo, si muore di fame. Mi si dirà che giungono anche tanti delinquenti e qui il discorso si farebbe ancora più lungo. Chiudo: questi problemi si affrontano senza casacche di partito, altrimenti non si risolverà mai nulla.

  47. Scritto da sandrino

    Bravo Serinovski, come il grande a cui ti ispiri, hai capito tutto. Geni si nasce, mica si diventa

  48. Scritto da serpico

    X B.d.B.: Sei tu che devi stare zitto se non conosci la persona di Don Fausto e la sua Comunità, chiacchiera meno e fai i fatti come li stà facendo Lui, dove accoglie gli ULTIMI come dice il Vangelo, e scusami magari se sei “ateo” e a te queste cose non interessano; ma se pensi di essere cristiano rileggiti bene il Vangelo e la Bibbia dove nella storia sono sempre avvenute le emigrazioni nel mondo. Sicuramente i cialtroni di Roma Ladrona non li ascolto perchè a Roma ci sono loro adesso a rubare

  49. Scritto da prof demetrio per padre arthur

    Scusami ma il mio dogma anticlericale a origini ancestrali e private.
    Conosco e frequendo, di rado, un mio amico d’infanzia missionario da ben15 anni in Africa ed inorridisce ogni volta che torna in Italia per l’incessante presenza mediatica dei sacerdoti che mettono becco praticamente in tutto.
    Se Resmini è come dici, ti credo, ma ricordati che di Angelo Roncalli la chiesa romana ne à avuto solamente uno e se tornasse in vita resterebbe sconvolto dal degrado morale casta religiosa attuale.

  50. Scritto da m.b. (non cattolico)

    Certo che occorre un bel coraggio a dire certe cose di don fausto, un uomo e un sacerdote sempre al servizio dei poveri, dei carcerati, dei tossicodipendenti, di chiunque ne abbia bisogno. E chi avrebbero dovuto far parlare se non lui, che quella realtà si straccioni, come afferma volgarmente pirovano, la tasta con mano tutti i giorni e tutte le sere, quando visita i detenuti oppure distribuisce pasti caldi in stazione. Si pùò dire tutto della Chiesa bergamasca, ma certo nulla si può contestare (segue)

  51. Scritto da M. B. (non cattolico)

    a questo prete che è di esempio con la sua esistenza e con il suo impegno, che ha donato veramente la sua vita agli atri, e che quindi può anche permettersi di indignarsi di fronte a certe affermazioni.
    M. B. (non cattolico)

  52. Scritto da red

    Attenzione perchè dopo questo intervento i ben pensanti xenofobi di destra diranno che Don Resmini è un comunista trasvestito da prete!! Ma i cattolici del centrodestra (se sono realmente tali) non hanno nulla da dire al riguardo? Si sentono rappresentati da Pirovano e dalla Lega? Se sì allora è meglio che non andiate più in chiesa la domenica a fare i finti devoti!

  53. Scritto da B.d.B. per serpico

    Caro serpico, gli ultimi degli ultimi sono in Africa nera.
    Io ho solamente visto e percorso anni fà la palestina giudaica e di miseria ne ho vista fin troppa per solo una vita ed al mio ritorno in Italia ho provato vergogna, ma l’Africa mi dicono che è mille volte peggio.
    Il caro Resmini faccia il suo lavoro coi poveri bisognosi d’aiuto ma se stia zitto per il resto, abbiamo già abbastanza politici strampalati a cui badare, almeno i clericali non diano problemi esistenziali a tutti noi.

  54. Scritto da no alle polemiche sterili

    io credo che il nostro Vescovo se deve dire qualcosa, non si nasconda dietro ad articoli scritti da altri come farebbe un qualunque debenedetti con repubblica!! Da Pastore della nostra Diocesi direbbe quello che pensa direttamente in una Omelia ad hoc!! Non avrebbe bisogno di un intervento da assistente sociale di quarta categoria da parte di questo, sia pure ottimo Missionario in terra Bergamasca.

  55. Scritto da jack

    Potrebbe criticare anche Berlusconi che butta al vento milioni di euro per i calciatori,ma non si può,potrebbe criticare i suoi amici parroci vedi Stezzano(milioni di euro per oratorio) Paladina idem,che senza nessun ritegno chiedono o sognano che i cittadini facciano un buon obolo per la casa loro(non di tutti),caro don in italia c’è libertà di parola,infatti Lei ha espresso il suo pensiero,e noi esprimiamo il nostro,sa quanti poveri aiutate con i soldi che buttate per oratori e affini,meditate

  56. Scritto da B.d.B. per serpico

    Scusa dimenticavo, tra le mie letture serali preferite figurano I VANGELI apocrifi, depennati senza pietà nei primi secoli bui del cristianesimo solamente per lasciare gli attuali, che se letti MOLTO bene si contraddicono in alcuni episodi in quanto scritti MOLTO MOLTO tempo dopo i fatti accaduti in palestina, in quando alla bibbia preferisco non commentare.

  57. Scritto da serpico

    X B.d.B.: Se pensi che bisogna andare in Africa a sostenere i poveri, spiegami chi assite i nostri poveri Bergamaschi e non, lo fanno chi, i Pirovano, Bossi, Berlusconi,Casini, Di Pietro, Bersani.ecc. Ricordati che la sua missione è anche di evangelizzare, dopotutto nel suo commento non ha fatto ne nomi ne cognomi ma và letta come un indirizzo evangelico, cioè la strada che dobbiamo percorrere per essere cristiani, poi che a qualcuno non interessi, quelli sono cavoli suoi. Questo è un suo dovere

  58. Scritto da Maria Grazia Bonicelli

    Sono solidale con Fausto, mio amico e ex collega nel lavoro di formazione nel carcere di Bergamo.Lui di solito è schivo nelle dichiarazioni, e colpisce questa volta la sua indignazione, conoscendo quello che fa e la sua passione umanitaria, sarebbe bene che qualcuno lo ascoltasse .Non credo che parli a nome della curia, però, parla a nome dell’umanità sofferente che lui da anni assiste e a cui cerca di dare sostegno.Tutta la mia stima e il mio sostegno

  59. Scritto da Peter Serinowski

    Ostrega lo Zap che attacco frontale alla Lega e al presidente della Provincia! Il coraggio delle idee… Questi sì che sono articoli di fondo da leccarsi i baffi. In più, il nostro Direttore plaude a quella che gli sembra la nuova linea editoriale dell’Eco. Insomma, vittoria su tutti i fronti. In attesa che al Bugiardino cambi la guardia: chissà che la Curia, dopo queste migliaia di battute alla chiave di violino, non decida di mettere Mr. C.Z. al posto di Ongis. La disfida di Verdello!!!

  60. Scritto da Ol Pacì Paciana

    Quando ho letto l’ennesima bestialità di quel personaggio posto a capo di questa nostra disgraziata provincia decisi che era meglio passare oltre. Don Resmini però con poche e semplici parole ci ha ricordato che il nostro silenzio ci rende corresponsabili del razzismo intrinseco di cui è portatrice la Lega e la gente che la vota. Bisogna stare addosso a questi figuri, non mollarli mai e porli continuamente di fronte alle loro contradizioni, alle loro resposanbilità che sono gravi e tante.

  61. Scritto da B.d.B. per serpico

    Caro serpico. come senz’altro saprai evangelizzare solamente il nuovo mondo è costato alla razza umana milioni di morti, in più, dati alla mano, i secoli del buio medioevo inquisitore è costato 400 anni di ritardo nella nostra evoluzione di specie in morale, tecnologica e civile convivenza, oltre il truce resto .
    Ti prego non parlare di “evangelizzare” perchè il termine è nefasto ed evoca massacri inauditi di interi popoli, colpevoli solo di essere pagani e militarmente inferiori.

  62. Scritto da Te capit !

    BdB e jack. I preti si devono occupare di “cose terrene” solo quando devono chiedere i voti per voi, vero ? Se devono parlare di poveri e derelitti zitti e pedalare.

  63. Scritto da pacio

    famiglia cristiana qualche giorno fa oggi Don Resmini ,ma la chiesa cosa aspettava a tirar fuori il rospo ?prima delle elezioni i vari responsabili (cardinali)sapevano già dove si andava a parare ,ma perchè non sono intervenuti?hanno lasciato la brava gente (credulona)in pasto agli “squali” questi secondo me sono i veri peccati mortali comunque meglio tardi che mai

  64. Scritto da i goderecci

    Il buon Cesare direttore de l’eco, mai, altrimenti chi lo vede più, nascosto nei meandri umidi e bui del vescovado.
    Caro Cesare goditi il panorama di via camozzi e rilassati, magari quando sarai in veneranda età tutto potrà succedere.

  65. Scritto da Pino Antonio

    Bravo Don Fausto, più di tutto vale ed è indispensabile richiamre al senso di responsabilità, l’atteggiamento di dirigenti di istizioni che agitano spetri e incendiano polveri, salvo poi ritirare la mano e fingere stupore quando i comportamenti degenerano, come nel caso degli ultrà della scora settimana evidenzia la pochezza umana, la miserrimia dello spirito e la totale incapacità di assumere responsabilià di troppi uomini di potere.

  66. Scritto da Tiziano Trivella

    Bravo don Fausto!
    Sottoscrivo in pieno perché i diritti umani vanno sempre difesi per tutti, iniziando proprio dai poveri e dai deboli.
    Grazie.

  67. Scritto da ex lega

    meglio poveri che leghisti http://espresso.repubblica.it/dettaglio/al-leghista-piace-lauto-blu/2133432

  68. Scritto da baz

    e perchè la Chiesa, salvo poche voci (qualche esponente “sul fronte” e non nei palazzi, Famiglia Cristiana) continua a dare sponda a questa cultura ripugnante, così come ha fatto negli ultimi dieci anni (l’invito esplicito a votare la Polverini è stato solo l’ultimo)?

  69. Scritto da mario

    concordo con pirovano.Sono un cristiano credente ma ritengo che don resmini dovrebbe rivolgere analoghe critiche alla sua chiesa che a bergamo dispone di enorme patrimoni che dovrebbero essere utillizati per aiutare gli indigenti come san francesco predicò e fece.
    Il buonismo riscute sempre adesioni ma poi….

  70. Scritto da rf

    Non è certo la difesa del crocefisso e l’opposizione strumentale alle moschee a fare dei cristiani. I leghisti sono ideologicamente non cristiani, privi di spiritualità autentica. Sono solo degli ipocriti senza etica e senza cultura, i nuovi barbari insomma. Il problema è che li stanno ad ascotare e li votano, specie dalle ns parti dove l’incultura è il pregiudizo sono straripanti. La politica è rappresentanza, quindi i leghisti risultano l’immagine di Bergamo, purtroppo aggiungo.

  71. Scritto da straccione

    Preferisco lo “straccione” che CHIEDE l’elemosina rispetto al politico che RUBA i nostri soldi occupando due o piu’ poltrone e non facendo bene ne’ uno ne’ l’altro lavoro per cui e’ stato eletto. I leghisti al potere, come Pirovano, hanno dimostrato tutta la loro iposcrisia.

  72. Scritto da corti-novis

    Mario… . se sei credente preferisco un’ateo ma che alla sua base di etica la pensa come Dom Resmini…. togli la maschera del buon cristiano da magiar particole e ….

  73. Scritto da julius

    un “povero” definito “straccione” è senza dubbio interpretativo un atto di enorme arroganza… ops! ho definito pirovano “arrogante”… avrò leso sua maestà il padrone della bergamo ricca?

  74. Scritto da Bepo

    Saita, sindaco di Seriate, che eri dell’azione cattolica, amica dei preti, da che parte stai, ora? Stai con Don Resmini o con Pirovano? Stai con i poveri o con i furbi? Perché non ci dici veramente con chi stai? Tentorio, sindaco di Bergamo, leghisti, alti prelati, e tutti voi che avete il potere e i soldi … chi servite? Mammona?

  75. Scritto da piero

    La cricca di Pirovano (lui , fliglia, moroso della figlia, con tutii i doppi incarichi del caso), e’ piu’ sfacciata dei Mastella da Benevento.
    Chi dice “ma tanto i politici son tutti uguali” lo fulmino!
    Smettetela di votarli!

  76. Scritto da paci paciana-no-grazie

    OK CAPITO, PORTIAMO TUTTI STI PERSONAGGI AL SEMINARIO IN CITTA ALTA E AL PACI PACIANA.

  77. Scritto da expadano

    Bravo don Fausto. Che i leghisti incomincino ad abbassare le orecchie, anche perchè i numeri dicono che non sono la maggioranza… quindi la smettano con la spocchiosa retorica, ed inizino a lavorare in favore della gente. Tutta !!!

  78. Scritto da Rizzetta

    Solidarietà totale a Don Resmini. Era ora che parlasse una voce autorevole. A chi pensa il contrario dico di fare molta attenzione: con i chiari di luna della nostra economia, speriamo di non trovarci nelle stesse condizioni di coloro che sono assistiti da Don Resmini…in fondo se pensiamo a come eravamo solo qualche decennio fa, faremmo bene a tacere di più e a pensare che queste persone sono uguali a noi e hanno i nostri uguali diritti.

  79. Scritto da dimitri bugini

    Sono fiero di avere un cittadino come Don Fausto Resmini.
    Coraggio

  80. Scritto da roberto fugazzi

    Hitler,additando gli ebrei vinse le elezioni in Germania nel’33,Pirovano le vince additando “gli straccioni”…..questo è tutto! PUNTO

  81. Scritto da Ex Ex Ex Ex Ex votante lega

    Pensiamo a come Calderoli si sia sposato con rito “Centico”. Pora gente ma sto …. verde quando andrà in pensione? Paghiamo pure la liquidazione ma ora andate a casa non se ne può proprio più.

  82. Scritto da B.d.B.

    Giusto o sbagliato che sia l’intervanto del buon Fausto rimane,aimè, un commento MOLTO di parte.
    Bei tempi quando i sacerdoti erano solamente pastori di anime, col loro incessante chiacchiericchio perdono fedeli ogni giorno, ma sorprendentemente non se ne accorgono.

  83. Scritto da Marino B.

    Educato alla fede cattolico cristiana ma….diventato ateo nei miei successivi 55 anni di vita.!.motivo:l’IPOCRISIA DELLA CHIESA DI “ROMA”.!. Ma il lavoro dei parroci/curati/direttori di collegi ,i quali si confrontano tutti i giorni con i poveri della terra e applicano il vangelo mi fanno sentire loro vicino. Lontano dai politici che usano la chiesa x essere eletti,e diventare dei DESPOTI.Finalmente qualcuno di questi preti comincia ribellarsi.!Bravo don Fausto sono ,moralmente,al tuo fianco.!.

  84. Scritto da serpico

    X B.d.B.: pensa solo a mantenere il tuo benessere e non pensare a chi ha bisogno, vedi tossicodipendenti, zingari, ladri, emarginati , accattoni…ecc. persone queste con la nostra stessa dignità umana e queste persone sono supportate da don Fausto e non certamente dalle persone che la pensano come tè. A me comunque queste persone non mi danno fastidio. Di Don Fausto ce ne vorrebbero con il suo coraggio. Basti pensare che un prete che agisce nel cammino evangelico, viene definito prete comunista

  85. Scritto da L'Etica della roba

    Noto che, come sempre nei forum su temi e interventi come questi, il commento medio di chi dissente e’ “portali a casa tua”, “paga coi tuoi soldi” “dalli al vaticano”. La roba, la roba, sempre e solo la roba e la sua etica.

  86. Scritto da roberto fugazzi

    attaccare i poveri e difendere i “furbi evasori fiscali”,prendersela con i migranti che lavorano in nero nei cantieri edili,ma non toccare gli sfruttatori…..evidentemente porta consenso,voti,poltrone(spesso doppie!)
    così funziona in bergamasca…perchè stupirsi?

  87. Scritto da chopin

    Bravo Don Gelmini, ricorda a Bergamo i veri valori, risveglia l’animo alle buone persone (moltissime) che compongono la nostra società!! Ricorda i valori cristiani (che poi sono universali e di molte altre religioni) in modo che i personaggi di scarsa levatura che occupano posizioni di rilievo nella nostra società comprendano qual’è la vera anima della nostra gente!!!

  88. Scritto da Massi

    anche se mi troverei molto in difficoltà nell’aiutare gli zingari condivido il commento scritto dal 47 chopin,

  89. Scritto da viaimercantidaltempio

    Piena solidarieta’ a Don Resmini. Speriamo sia solo il primo mattone per “ricostruire” la chiesa cattolica con veri valori cristiani e non li lasci piu’ usare come bandiere per scopi politico-affaristici che hanno fatto allontanare dalla chiesa tante persone. Certo che il buon esempio dovrebbe venire dall’alto, ma per adesso accontentiamoci di questo buon segnale di cambiamento.

  90. Scritto da BONES

    Certe posizioni pro e anti Lega e pro e anti Pirovano si possono inquadrare nella normale dialettica politica.
    La posizione della Chiesa sui soggetti deboli e bisognosi la inquadro nel messaggio cristiamo cui è tenuta a propagare.
    Purtroppo politica e Chiesa, in modi diversi, speculando sulla povertà
    non aiutano a risolvere il problema. Questo non me lo spiego proprio!
    Quindi basta farsi la morale, ognuno guardi in casa propria e si faccia un serio esame di coscienza.

  91. Scritto da Mauro

    Belle parole quelle di Don Resmini ma lontano dalla realtà: NON SI POSSONO AIUTARE TUTTI I POVERI CHE BUSSANO ALLA PORTA, altrimenti dovremmo versare direttamente lo stipendio e le tasse che paghiamo a loro.
    Le parole della chiesa sono giuste ma troppi nella nostra società ne stanno approfittando. La mia dignità sta nel non farmi imbrogliare da tali persone!
    L’intolleranza nasce dalla perdita di indentità della nostra società che queste persone stanno creando.

  92. Scritto da Mauro

    Dimenticavo: non è bello che un prete faccia politica, mai! Queste affermazioni vanno fatte ma in altri contesti!

  93. Scritto da lillo

    il cristo ricordo e’ nato in una grotta era povero e umile…nn come la chiesa di oggi…….vivono nel lusso……..terreni e case ovunque e anche pedofili……..aiutare i poveri con il contributo degli altri facile…..voi nn muovete un dito….caro prete vai a lavorare e nn dire stupidate……..vergogna

  94. Scritto da Candide padano

    Vi sono sacerdoti che hanno benedetto regimi fascisti, ed altri sacerdoti che hanno benedetto movimenti guerriglieri di sinistra.
    Don Resmini come cittadino ha diritto alle sue opinioni, come i suoi colleghi.
    Ma se il suo intervento è a nome della Chiesa, occorre guardare ai numeri, ai dati ed ai fatti
    A quanto ammonta il patrimonio della Chiesa bergamasca, e quale percentuale dello stesso è stato impiegato in questi mesi difficili per i poveri, di qualsiasi colore?

  95. Scritto da Forti con i deboli

    Le parole di 46.Roberto Fugazzi non fanno una piega
    pienamente d’accordo
    purtroppo questa e’ la triste realta’

  96. Scritto da gnogni

    bravo bravissimo aiuta aiuta grande !! questi pagano cifre assurde x arrivare qua,e vengono qua a mendicare ? ma stare a casa loro con i loro soldi no ? chi li vuole ? rubano e noi aiutiamoli oppure usano i bambini e animali x mendicare e noi aiutiamoli, il sig.resmini lo sentito mentre al mio paese parlava di queste cose:la solita retorica se uno ruba, uccide si droga bisona aiutarlo poverino, la verità é sono cavoli suoi sua è la vita suoi sono i problemi se io rubo mi sbattono dentro e lui ?

  97. Scritto da Alessandro Frigeni - Vice Segretario PD

    Da diverso tempo mi sto battendo affinchè anche all’interno del centro-sinistra ci si renda conto che il tema dell’immigrazione va gestito anche in un ottica di sicurezza e di legalità …. tuttavia ritengo che questa volta Pirovano abbia esagerato .. e pertanto bene ha fatto Don Resmini a ricordarci quali sono i veri valori del cristianesimo ..a cominciare dalla solidarietà e dall’accoglienza verso il prossimo

  98. Scritto da gnogni

    x 58 li accogli tu in casa ? dai il buon esempio !!!!!!!!

  99. Scritto da L'etica della roba

    Sbagliavo? No. C’e’ chi misura le cose in termini di dignita’ umana, soglia al di sotto della quale non bisognerebbe mai scendere nel parlare e considerare gli altri, straccioni o primi ministri che siano, e chi invece le misura in termini di quanta roba questi ci costano, quanta roba nostra vorrebbero, quanta roba rubano e quanta roba la chiesa dovrebbe cacciare per far si ‘ che questi non minaccino il nostro fottutissimo qieto vivere e la nostra fulgida civilta’.

  100. Scritto da rf

    X Sig. Mauro. Lei non sa quel che dice. Don Resmini non fa politica se parla della povertà e difende la dignità dei poveri. Fa solo il suo mestiere, altrimenti anche Gesù era un politico (infatti l’hanno messo in croce mistificando “politicamente” e riduttivamente il suo messaggio). L’ingerenza clericale ha altre forme. Inoltre la perdita dell’identità sta nella non conoscenza della propria storia, dalla propria sottocultura e l’intolleranza nasce dalla paura che è figlia della sottocultura.

  101. Scritto da caio

    Personalemte posso anche capire i messaggi di chi dice cose tipo : La chiesa e’ piena di soldi ma non fa nulla e fa la morale alla Lega… Se volete aiutare gli “straccioni” portateli in Vaticano … ecc ecc. Pero’ quello che mi fa arrabbiare e’ che poi i leghisti si definiscono cattolici ! NON POTETE FARLO ! Non siete cristiani cattolici ! NON ANDATE IN CHIESA perche’ non e’ posto per voi ! Abbiate il coraggio di scegliere se essere cristiani o leghisti perche’ le 2 cose insieme non ci stanno

  102. Scritto da Matteo Cambi

    Mi stupisce che di tutti questi cattolici che hanno risposto nei commenti e che ammiro in modo incommensurabile, non ce ne sia stato UNO, dico UNO, che abbia messo in pratica quanto sostenuto, per esempio invitando a casa sua uno dei poveri ragazzi che mendicano intorno all’ospedale di Bergamo (i famosi parcheggiatori abusivi). All’ora di pranzo e di cena (orari di visita dell’ospedale) le strade erano (e sono) sempre piene di questi ragazzi che rifiutano gli inviti dei solidali…

  103. Scritto da impuniti e scrocconi

    Pirovano parla di straccioni. Cosa dovono dire i cittadini contribuenti che lo mantengono a 15.000 euro al mese, che mantengono il suo futuro genero a 6.500 euro al mese, che mantengono sua figlia che lavora al Cestec (postificio della regione a disposizione dei figli della casta)?

  104. Scritto da babbo, genero e figlia

    anche i bergamaschi in questi giorni hanno veduto uno straccione che vorrebbe convertire gli italiani all’islam, uno straccione che ha fatto lo show come i pagliacci e i nostri governanti hanno lasciato fare. Gli stessi governanti che Pirovano sostiene e con i quali si attovaglia nei salotti di roma ladrona. Pirovano è strabico vede solo gli straccioni che cercano elemosina, lo straccione che ha messo in imbarazzo l’Italia quello non lo vede. Mandiamolo a casa con suo genero e sua figlia

  105. Scritto da pippo

    @Matteo Cambi : ma te che ne sai ? chi te l’ha detto che chi scrive qui non aiuta queste persone in qualche modo ? e comunque sia, termini tipo “straccioni” fanno schifo

  106. Scritto da Candide padano

    A proposito di come la Chiesa Cattolica aiuta i poveri, al di là delle parole su etica e impegno.
    Dati della CEI, relativi all’8 x mille versato nel 2007 alla Chiesa cattolica: su 991 milioni di euro, solo il 12,1% è stato speso in beneficenza in Italia, mentre l’8,6% è andato ai poveri in altri paesi. Il 35,7% è andato in stipendi per i sacerdoti, ed il 43,7% in “esigenze di culto”.
    Se l’etica non si trasforma in prassi, predicare agli altri risulta poco credibile.

  107. Scritto da serpico

    Tutti parlano si dicono difensori delle radici Cristiane, PER LA PURA COMODITA DI FACCIATA!!!. Il vangelo è chiaro e non và annaquato a secondo delle nostre comodità. I poveri ci sono e vivono accanto a noi con le stesse dignità e tutti sono liberi di agire, però non facciamo confusione, perchè percorrere quella strada è difficile ed ognuno è libero di aiutare o meno le PERSONE IN DIFFICOLTA’.Chi dice di essere Cristiano non può far finta di niente. Io mi sento di camminare a fianco degli ultim

  108. Scritto da pippo

    perchè non li fanno entrare al Vaticano questi poveri, visto che sono tutti figli di Dio, o al Vaticano possono entrarer solo quelli che hanno i conti con cifre a 9 zeri???????????
    e comodo fare il buon sanmaritano con il portafogli degli altri……
    siamo stanchi

  109. Scritto da Sullivan

    Caro Gnonì,
    guarda a quello che viene sprecato o rubato in molti uffici tecnici dei comuni amministrati dalla lega…appalti agli amici degli amici, concessioni date in modo del tutto oscuro o fin troppo chiaro, sperperi ecc ecc. Poi c’è anche chi ruba e magari non è italiano, ma sono una minima parte, anche se raffrontati ai clandestini la cui stragrande maggioranza viene quà per campare in modo onesto…poi c’è una bella differenza tra chiedere carità e rubare, solo chi è razzista non la vede

  110. Scritto da lele

    non ci si capisce più niente..
    La Lega non era la paladina del cristianesimo in Italia e in Europa? Non era quela che raccoglieva firme di domenica fuori dalla chiesa di Albino?
    E come mai adesso la curia attacca i suoi esponenti?

  111. Scritto da Billy

    Per altro, senza entrare nel merito del resto, qualcuno ha spiegato a Pirovano quanti (e sempre più) italiani sono nelle stesse condizioni ?
    Il termine “straccioni” detto di gente più sfortunata , italiana e non , fa davvero inorridire. Ancor più detto da un deputato della forza di governo.

  112. Scritto da monica

    sono d’ accordo con Pippo e Lillo, inizii la chiesa che e’ lo stato piu’ ricco e’ inutile parlare di aiuto FATELO!!!!

  113. Scritto da Sullivan

    Infatti Don Resmini non ha mai accolto i poveri, italiani e non, i tossicodipendenti, i disoccupati, gli ultimi in generale, non è ogni giorno in carcere, in ospedale, nei luoghi di sofferenza, no caro Candide padano, è lì che si diverte coi soldi della chiesa, che si paga le veline, che si fa tenute in cui mettere boss mafiosi come stallieri, che si compra giudici, giornali, che si fa leggi ad hoc e che ha 2000 ville sparse per il mondo usando il manganello contro gente che crepa di fame.

  114. Scritto da mille volte don Fausto

    Fortissimo don Resmini. E auguriamoci che gli anticorpi facciano la loro parte contro questi PICCOLI (piccoli, piccoli) e TOSSICI corpi estranei, sciagura del nord, e anche della lega.
    Anche tra i verdi più d’uno – vedi alcuni sindaci coraggiosi – l’hanno capito, lo dicono o cominciano a capire.

  115. Scritto da Mourinho

    Parole di BUON senso contro il NON senso di un presidente come Pirovano…

  116. Scritto da Strohzeitung

    @2
    La Chiesa non fa politica.
    T’è minga capì?

  117. Scritto da corti-novis

    Per un amministratore pubblico, primo problema e quello preoccuparsi degli ultimi, non preoccuparsi delle paure inventate ed egoismi dei benestanti di fatto e di parole.

  118. Scritto da i ns concittadini

    Il problema non e’ il livello intellettuale, umano, politico, culturale di Pirovano, ma quanto questo corrisponda a quello del ns concittadino medio.

  119. Scritto da Ci Dica

    Quanti immigrati sono arrivati per costruire le case e i capannoni dei Pgt della lega ? Quante ne sono state comprate e affittate a immigrati ? Quanti di questi adesso sono senza lavoro ?
    Ci dica Pirovano.

  120. Scritto da block!!!

    @1
    ma che stai a di’?

    Non ragliare come la maggior parte degli asini, solo perchè ce l’hai contro la Chiesa. Ragiona con la tua testa se no sarai sempre zimbello di quella gentaglia (perché è gentaglia) che ti mette in testa certe ideuccie strane.

  121. Scritto da un trevigliese

    #1 se tu conoscessi don Resmini sapresti che vive un pò lontano dal lusso. Siamo stanchi dei luoghi comuni.
    Anche io inorridisco di fronte a certi atteggiamenti di Pirovano. C’è una bella differenza tra il cercare di regolare l’immigrazione (cosa sacrosanta) e fare affermazioni gratuite e offensive verso chi vive in situazioni sfortunate.
    La grandezza di una persona si dimostra anche dalla sensibilità e dal rispetto verso chi è stato più provato dalla vita